Avene-triacneal-trattamento-anti-acne-inci-opinione-recensione

Triacneal | Trattamento anti acne – AVÈNE – recensione e inci

TriacnÉal avene – caratteristiche

    • Cos’è – Triacneal è una crema per il trattamento notturno delle pelli impure e/o acneiche.
    • Cosa promette – riduzione delle imperfezioni tipiche delle pelli impure
    • Descrizione – Crema densa giallina e dall’odore pungente. Confezione in tubetto di plastica con erogatore sottile.
    • Prezzo / quantità – confezione da 30 ml, prezzo intero 17,50 €. Triacnéal è l’evoluzione del precedente Diacnéal, si tratta quindi di una linea presente da moltissimi anni sul mercato.

Triacneal-avene-review-opinioni-recensioni-inci-ingredients

valutazione

💚 Molto buono – triacneal di Avene ha un buon rapporto qualità prezzo e una formulazione efficace pur non essendo ecobio.

a chi lo consiglio?

Se vuoi migliorare l’aspetto e la grana della pelle, attraverso un costante rinnovamento cellulare, Triacneal fa per te. In particolar modo è adatto a te se vuoi ridurre segni, macchie e cicatrici post acneiche. Qualche consiglio:

  • Triacneal va utilizzato SOLO su cute integra.
  • NON applicarlo sul contorno occhi e vicino alle labbra.
  • Potrebbe non avere efficacia contro brufoli già sviluppati. Per il trattamento quotidiano di acne e brufoli ti consiglio la lettura di questo articolo, con particolare attenzione alla pulizia del viso.
  • Non può essere utilizzato come base make up perchè sfarina.
  • Non va utilizzato di giorno se ci si espone al sole (in autunno / inverno al chiuso non ci sono problemi).

In caso la sensazione di pizzicore sia troppo forte o noti reazioni strane (arrossamenti intensi e duraturi, pelle dolorante…) anzichè fare un unico trattamento continuo puoi ALTERNATIVAMENTE:
– Usare Triacneal solo 2 o 3 volte alla settimana come trattamento urto.
– Utilizzare Triacneal a cicli di due settimane: si rinnova lo strato corneo superficiale e poi si lascia riposare la pelle.

In caso di pelle molto sensibile, ritengo comunque sensato chiedere consiglio al dermatologo sull’opportunità di trattare la pelle con acido glicolico (e ti anticipo che la risposta corretta sarebbe NO).

dove si compra?

      • In farmacia e parafarmacia 
      • Online qui al prezzo di 13,37 euro.

recensione d’uso

Avene-triacneal-trattamento-anti-acne-inci-opinione-recensioneHo usato Triacneal per diversi anni (non continuativamente), applicandolo di sera.

Un avvertimento importante che posso darti è questo: presta molta attenzione al contenuto degli altri prodotti che usi abitualmente (tonico, siero, contorno occhi…), in quanto gli acidi contenuti in Trianceal potrebbero interagire con gli altri cosmetici, perdendo efficacia oppure causando reazioni allergiche.

Al momento dell’applicazione, Triacneal si asciuga rapidamente formando una sorta di leggero strato vellutato, dando una sensazione di “pelle coperta” (non visiva ma solo tattile), che persiste nelle ore successive.

Non massaggiare Triacneal quando devi spalmarlo, altrimenti noterai che inizia a sfarinare (staccandosi a pezzettini).

Crea un bell’effetto ottico sulla pelle, mimetizzando leggermente le imperfezioni. Infatti, il colore e la texture di Triacneal donano un leggero effetto soft focus alla pelle. Se non sei solita truccarti, nelle stagioni in cui non ci si espone al sole puoi utilizzare Triacneal anche di giorno, per camuffare un pochino pori dilatati e rossori.

Sulla mia pelle molto grassa e acneica con l’uso di Triacnéal non si sono mai presentate né irritazioni né inaridimento della cute, pertanto ritengo che sia tra i migliori prodotti non farmacologici a cui si possa approdare per vedere dei risultati su pelli grasse con segni post acneici.

analisi inci – ingredients list

      • Bioecocompatibile? No, contiene ingredienti di sintesi potenzialmente inquinanti e non dermoaffini.
      • Certificato ecobio? No.
      • Vegan? Questo prodotto non contiene ingredienti di origine animale, nè è stato testato su animali per la vendita in Europa (dal 2013 è infatti vietato). Tuttavia, Avene vende anche in Cina, dove i test su animali dei prodotti importati sono a discrezione governativa. Per capire se un prodotto è cruelty free ti rimando alla sezione “sperimentazione animale” di questo articolo.
      • Halal? Non è certificato idoneo per consumatori di fede islamica

INCI Triacnéal: water, cetyl alcohol, cyclomethicone, polysorbate 60, glycolyc acid, avene thermal spring water, sd alcohol 39-C, polymethyl methactylate, sodium hydroxide, cetearyl alcohol, arginine hcl, bht, ceteareth-33, dimethiconol, fragrance, potassium sorbate, red 33, retinal undecyl rhamnoside.

Triacnéal è efficace grazie alla presenza di acido glicolico e di retinaldeide, brevetto esclusivo Avéne.
La retinaldeide è un precursore dell’acido retinoico, la vitamina A, particolarmente usata in cosmesi nei prodotti anti age grazie al suo potere di riparare e rinnovare la pelle. La retinaldeide allo 0,1% (si utilizza al massimo all’1%) evita la formazione di punti neri, evita l’ispessimento della pelle e ne regolarizza il rinnovamento.
L’acido glicolico presente al 6% ha eccellenti proprietà esfolianti e in questa percentuale favorisce anche l’idratazione della pelle.
L’acqua termale Avéne nella formula lenisce e idrata la pelle.
L’Efectiose, innovazione brevettata nata dalla ricerca Pierre Fabre, contrasta l’afflusso di sostanze coinvolte nell’iperattività cutanea: viene usato allo 0,1%.
Le percentuali degli attivi potrebbero sembrare irrisorie, ma essendo acidi vengono utilizzati in cosmetica necessariamente a percentuali molto basse, mentre in quantità maggiori potrebbero dare grosse reazioni irritative o addirittura ustionarvi.

La pecca di questo prodotto sono gli eccipienti sintetici in cui sono immersi i funzionali, che ovviamente lo escludono dal novero dei prodotti ecobio compatibili.
Non contiene nè petrolati nè conservanti aggressivi, solo una goccia di silicone volatile e il BHT che potrebbe rilasciare toluene. Ripeto: Triacnéal va utilizzato solo su cute integra.

Ricordiamoci comunque che questo è un prodotto funzionale, i suoi eccipienti sono pensati da formulatori esperti per essere assolutamente stabili e per tenere una pelle già martoriata al riparo da reazioni allergiche, in modo che siano solo gli acidi ad agire. Ovviamente non è ecobio nè dermocompatibile, ma è uno di quei casi in cui, secondo me, si può chiudere un occhio, visto che con l’uso costante di questo prodotto ho ottenuto un visibile miglioramento della grana della pelle, la riduzione delle imperfezioni e la loro scomparsa anche per molti mesi dopo il trattamento.

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

42 pensieri su “Triacneal | Trattamento anti acne – AVÈNE – recensione e inci

  1. Airin says:

    Come si potrebbe mettere durante il giorno? Forse non te ne sei accorta ma diventa gialla, quindi si nota moltissimo. Inoltre non si assorbe, si asciuga solo, quindi immagino che mettendoci anche del fondotinta sopra sarebbe un disastro!

    • ILoveRemunni says:

      Ho infatti scritto che sotto il trucco è pessima…
      credo sia chiaro che usarla mattina E sera sia veramente sconsigliatissimo!
      Al massimo se una ragazzina non usa alcun make up, può tentare di usarne un velo al mattino per via dell’effetto soft focus che dà (il leggero giallino si fonde molto bene con carnagioni dal sottotono neutral, warm, golden o beige), ma allora è necessario che di sera si orienti su una crema idratante e lenitiva.

  2. aryori says:

    Ho utilizzato qsta crema da due giorni mattina e sera … e adesso la mía faccia é irritata
    È un po troppo forte il contenuto

    • ILoveRemunni says:

      scusa per l’imperdonabile ritardo! si, è normale, vista la presenza di acidi, che servono appunto ad agire sulle imperfezioni della pelle. Tuttavia, se il bruciore è risultato eccessivo consiglio di limitare l’uso della crema a giorni alterni.

    • ILoveRemunni says:

      Anche io ne ho sconsigliato l’uso diurno, ma l’importante è non esporsi al sole, quindi d’inverno nessun problema, mentre d’estate è comunque adatta a chi lavora in ufficio (con l’aria condizionata, altrimenti suda il viso).

  3. Claudio says:

    Ciao io sono un ragazzo di quasi 34 anni che ha la sfortuna di avere ancora l’acne, rispetto a 10 anni fa molto meno x fortuna… Da qualche mese sto provando Triacneal e ancora non sono riuscito a capire se funziona o meno, io la uso solo quando mi viene fuori qualche brufolo e purtroppo a me vengono fuori quelli abbastanza grossi e sottopelle, x detergere la pell la mattinae uso il gel Cleneance dell’Avene e noti che mi secca la pelle, quindi è giusto combinare questi 2 prodotti secondo voi?

    • ILoveRemunni says:

      Ciao Claudio, il Cleanance è un detergente troppo aggressivo per essere usato tutti i giorni in concomitanza di un trattamento con acidi… Diradane l’uso a proprio quando senti la necessità di sgrassare, per il resto prova qualcosa più delicato…
      Se stai usando da mesi il Triacneal e non noti alcun cambiamento significativo, probabilmente la tua acne ha bisogno più di antibatterici (tea tree oil, ad esempio) che di acidi, e soprattutto ora deve riposare: trattamenti troppo prolungati con glicolico +salicilico +retinaldeide rischiano di sensibilizzare (insomma, è probabile che la tua pelle si stia incavolando parecchio).
      Usi un idratante/lenitivo? Questi due prodotti insieme sono un attentato bello e buono…
      Se vuoi rivedere la tua routine puoi mandarmi una mail dove mi spieghi bene la situazione, così riesco a consigliarti qualcosa di più adatto alle tue necessità!
      Dorothy 🙂

      • Clamark says:

        Ciao Dorothy, innanzitutto grazie mille per la risposta, mi scuso per il ritardo, purtroppo non ho guardato la casella questa settimana…essendo nuovo in questo sito non sò orientarmi e quindi posso chiederti dove posso trovare la tua casella di posta in modo da poterti dare una spiegazione più approfondita?
        Grazie mille per il tuo tempo
        Claudio 🙂

  4. Barbara says:

    Ciao, io uso triacneal da qualche settimana. Ho 25 anni.
    Soffro di un acne mediamente forte da qualche mese. Ho punti neri, brufoli, e in cefti punti la mia pelle sembra carta vetra. Il dermatologo mi ha consigliato questa crema, ma sono molto scettica. I primi giorni, sembrava funzionare, ma adesso mi sembra di stare peggio di prima, i brufoli non tornano indietro ma maturano, le macchie non mi vanno via e continuano a sbucare brufoli sotto pelle.
    Premetto che ho la pelle grassa e ho sempre sofferto di brufoli e punti neri ma mai a questi livelli al massimo uno o 2ogni tanto.
    Sono un po preoccupata perché non mi sembra che stia passando.
    Non uso altre creme e mi lavo la faccia con un gel detergente della nivea. Purtroppo quando esco devo truccarmi per forza perchė se no non avrei il coraggio di uscire anche se il dermatologo me lo ha sconsigliato.
    Fra le atre cose é un periodo di stress.

    • Dorothy says:

      Ciao Barbara! Il “problema” di questa crema è che l’acido glicolico è idrosolubile e specialmente sulle pelli grasse esfolia in modo abbastanza superficiale, mentre mi parli di brufoli sottopelle, per i quali secondo me sono più adatti prodotti al salicilico (liposolubile). Considerando che non trai grossi benefici dall’uso di triacneal, non trattandosi di un farmaco, direi che ne puoi diradare l’uso a 2-3 volte a settimana.
      Ho in mente più di un cosmetico che potrebbe fare al caso tuo, ma avrei bisogno di conoscere il tuo tipo di pelle e soprattutto se in passato hai usato qualcosa e come ti ci sei trovata (volendo puoi contattarmi privatamente, capisco che sono argomenti un po’ privati).
      Tuttavia secondo me i fronti fondamentali su cui agire sono due: il make up e l’alimentazione.
      Make up: per ottenere una coprenza formidabile, con effetto mat di lunga durata e senza mascheroni, ti consiglio un fondotinta ecobio da usare con un fondo minerale (messo sopra come cipria). L’assenza di siliconi ti aiuterà a liberare i pori… se poi riesci ad usare solo il fondo minerale, ancora meglio. Se usi un fondotinta siliconico, non buttarlo, sono quasi eterni e ti capiterà di sicuro qualche occasione speciale per usarlo (io a dire il vero li ho abbandonati del tutto, ma il mio dermablend è lí, anche se non mi manca).
      Alimentazione: nessun pippone veg/animal/eco ecc, tranquilla… semplicemente, i latticini risultano essere tra le principali cause alimentari dell’acne, quindi no assoluto a formaggi stagionati, mentre ricotta e i vari freschi non dovrebbero darti grossi problemi. Se mangi carne e pesce, anche qui i freschi non dovrebbero darti problemi dal punto di vista acneico, ma i salumi (bresaola compresa) sono IL male, perchè affaticano lo stomaco e l’intestino a causa della loro scarsa digeribilità, aumentando lo stress accumulato dal tuo corpo.

  5. federica says:

    ciao dorothy , io ho una pelle grassa e acneica (microcistica ) non molto grave ma fastidiosa. ho usato una soluzione sotto prescrizione della dermatologa di acido salicilico al 5% e clindamicina 1% e diciamo mi sono trovata bene. Quando la sospendo (in estate)l acne torna come prima e le microcisti si iniziano ad infiammare. pensi vada bene anche x me questo triacneal?
    per quanto riguarda il make up è un problema: non riesco a trovare un fondo bio che abbia coprenza e al tempo stesso non sia pesante! ho usato l antiblemish di clinique e usandolo non ho visto ne miglioramenti ne peggioramenti e in più sopra metto il fondo minerale benecos.
    Quale fondotinta fluido mi consiglieresti visto la mia pelle grassa?
    ps: ho usato la bb cream della so’ bio ma niente non mi sono trovata bene. spero possa risolvere il mio problema ..

    • Dorothy says:

      Ciao Federica,
      Dovendo utilizzare già dei trattamenti sulla pelle per curare le imperfezioni e avendo la pelle grassa, qualsiasi fondotinta liquido sarà sempre troppo pesante o troppo poco coprente, capisco perfettamente cosa provi perchè ci sono passata anche io.
      Ti consiglio caldamente di provare il fondotinta minerale versione Concealed di Buff’d, costa poco nonostante arrivi dal Canada e copre a meraviglia se steso con pennello umido o su una base trucco bio abbastanza scivolosa.
      Io non riesco più ad utilizzare i fondotinta liquidi classici perchè oltre a lucidare troppo, mi sembrano finti e cerosi… Con fondo minerale coprente sembra che sia truccata poco e che abbia una pelle meravigliosa (minimizza anche i pori).
      Dorothy

  6. federica says:

    Dorothy grazie mille del consiglio :,, tu lo stai ancora usando questo fondo minerale? qualche anno fa ho usato quello della lily lolo e non mi sono trovata bene perché ho una pelle abbastanza sensibile e mi ha arrossato la pelle… comunque voglio provare questo visto che me lo consigli ;P ti aggiornerò su questo prodotto . grazie ancora a presto <,

    • Dorothy says:

      Fino a che la mia pelle sarà grassa guai a chi mi toglie questo fondo… Tra l’altro con meno di 20 euro vado avanti per 5-6 mesi! 😉
      Se puoi, prendilo, ne vale davvero la pena!
      L’unica cosa è che la prima volta dovrai scoprire il tuo colore, e ne hanno almeno 60… Io presi dei campionici da provare di diversi sottotoni.
      Prego cara e benvenuta! 🙂

  7. Maryb says:

    Ciao 🙂 ho iniziato ad utilizzare da poco il triacneal in combinazione con il detergente Cleneance sotto consiglio della farmacista…sapresti consigliarmi la durata del trattamento? Ho 24 anni con una pelle mista con alcuni brufoli sulle guance e il mento a causa delle mie ovaie policistiche e seguo una cura di integratori a base di inositolo, acido folico e vitamina B12…spero trovi un aiuto 🙂

    • Dorothy says:

      Ciao Maryb, benvenuta!
      Ottimi gli integratori, ottimo il triacneal. Hai preso il tradizionale (quello nella foto, per intenderci) oppure la nuova versione expert? Te lo chiedo perchè la formulazione è cambiata, e si possono usare diversamente.
      Per la versione classica, ti consiglio cicli di due settimane seguiti da stop per altre due settimane… e via così per tutto l’inverno.

      Quello che non capisco (in realtà si, ma lasciamo perdere) è perchè la tua dermatologa ti abbia prescritto il detergente Cleanance di Avene. Ti dico già che con quel prodotto vedrai inizialmente dei miglioramenti e poi un visibile aumento delle impurità.
      Il perchè è semplice: aggredisce troppo la pelle. Va bene se hai la cute davvero molto grassa e comunque non più di una volta al giorno.
      Di certo NON va bene se stai trattando il viso con degli acidi (triacneal classico).

      Già che ce l’hai, usalo dopo esserti struccata con una goccia d’olio (mandorle, albicocca, oliva, quello che preferisci), in modo che quest’ultimo protegga la pelle.
      Al mattino rigorosamente un latte detergente ricco e il più naturale possibile. 😉

      Un abbraccio,
      Dorothy

      • Maryb says:

        Grazie mille per la tua risposta Dorothy =) si, utilizzo proprio quello che c’è in foto, finora lo applico solo la sera, mentre il detergente mattina e sera.
        Effettivamente ho notato dei miglioramenti con questo nuovo trattamento, i brufoletti si asciugano prima, spero che non avvenga l’effetto contrario come dici tu…sembra strano ma anche nelle istrizioni è consigliato di usare il triacneal dopo avere deterso il viso col Cleanance Gel o.o
        Sapresti consigliarmi allora un detergente più delicato?

        • Dorothy says:

          Fai bene ad usarlo solo di sera, essendo un trattamento agli acidi basta una sola volta al giorno, mentre al mattino sarebbe bene applicare una goccia di siero e/o di crema idratante naturale per ripristinare le normali difese della pelle.
          Ovviamente nelle istruzioni ti dicono di usare il loro detergente, lo hanno creato appositamente per quella linea e di certo vogliono che tu compri altri prodotti della loro azienda, e normale.
          Che poi tutto sia della stessa qualità, è un altro paio di maniche.

          E questo vale per tutte le linee cosmetiche di qualsiasi marca.
          Ti propongono una serie di prodotti uniti da una certa caratteristica (es. linea “per pelli impure”, oppure linea “al gelsomino”) dicendoti di usarli tutti insieme. Poi magari di quella linea la crema è eccezionale e il detergente fa pena, o il contrario, a volte addirittura non si salva nulla… Dipende.
          In questo caso Avene ha creato un ottimo trattamento ma coi detergenti non ci siamo.
          Per indicartene uno soecificatamente adatto a te dovrei farti un’analisi della pelle completa e approfondita, tuttavia posso darti delle linee guida: scegli latti detergenti o basami detergenti con una base ricca di oli naturali. In generale tra le marche ecobio vai piuttosto sul sicuro.
          È fondamentale che non contengano petrolati di nessun genere, per la pelle impura sono disastrosi (es. NO Triderm Bionike).

  8. Roberta says:

    Ciao Dorothy, potresti spiegarmi cosa c’è di diverso nella nuova Triacneal? Io ho sempre usato la tradizionale, ma adesso ho comprato la nuova senza rendermi conto che fosse cambiata (me ne sono accorta solo dopo aver aperto la confezione), quindi mi preoccupo che possa non essere efficace come al solito. L’ho appena applicata per la prima volta, anche la consistenza, colore e odore mi sembrano un po’ diversi. Stiamo a vedere…

    • Dorothy says:

      Ciao Roberta, non ho ancora avuto modo di vederla nonostante sia parecchio tempo che mi sono promessa di provarla. Se mi mandi una foto dell’inci via mail magari trovo 5 minuti per darci un’occhiata! 😉

    • Dorothy says:

      È una cosa totalmente diversa: Triacneal Expert è un idratante semi sintetico, a prima vista non comedogeno, che tuttavia non presenta più nè glicolico nè salicilico. In formula è rimasto solo il retinolo.
      Può essere tranquillamente usato tutti i giorni senza rischio alcuno, ma di sicuro non è un trattamento rinnovatore.
      Non mi fa impazzire ma gli si può dare una possibilità.

      • Ila says:

        Salve io sto facendo una cura x acne sotto pelle,il mio dermatologo oltre a darmi la pillola asoskin 20/10mi ha consigliato questa crema una volta la sera,solo che da tre giorni che la uso e questa mattina mi sono alzata dove l ho applicata ttt rossa sembra come bruciata conviene interrompere ????o usarla due volte a settimana come sta scritto ??

        • Dorothy says:

          Buongiorno Ila, vista la reazione della pelle la cosa migliore è diradare le applicazioni. All’inizio due-tre sere alla settimana sono più che sufficienti, le altre sere applica qualcosa di lenitivo ed emolliente.
          Man mano che la pelle si abitua potrai applicarla più spesso.
          Dorothy

  9. Maria Iannaccone says:

    Cara Dorothy… mi lascia perplessa, tra gli altri ingredienti, la presenza del BHT. Per le informazioni in mio possesso, è uno ftalato, e queste componenti sintetiche sono oggetto di discussione per danni all’organismo (mi riferisco in particolare al rapporto ‘ Eau de toxines’ di Greenpeace). Ho usato con molta soddisfazione Airol (a base di retinolo) per i segni dell’acne e la regolarizzazione del colorito della mia pelle.

    • Dorothy says:

      Ciao Maria, il BHT, o butilidrossitoluene che dir si voglia, è un conservante antiossidante sintetico. Decisamente non è uno ftalato, ma appartiene alla famiglia dei fenoli (facile confondersi, non preoccuparti, capita anche a me).

      Sicuramente non è una molecola bellissima, ma considerando le modalità di applicazione (topica, il prodotto non viene nè ingerito nè inalato) è praticamente innocua. Ovviamente è anche la dose a fare il veleno, e se utilizzassimo solo prodotti conservati con BHT sarebbe effettivamente un problema.
      La sua “pericolosità” ad uso topico è legata ad un eventuale e del tutto ipotetico rilascio di toluene, antimicrobico che si accumula nell’organismo per via sistemica.
      Scientificamente è molto più probabile che il toluene venga rilasciato dal suo collega BHA (butilidrossianisolo).

      Per quanto riguarda l’Airol, oltre ad essere un farmaco contrariamente al Triacneal, contiene proprio BHA, molecola che personalmente evito il più possibile in cosmesi proprio perchè “peggiore” del BHT.
      La tretinoina (principio attivo dell’Airol) se ingerita è molto più pericolosa del BHT, in quanto conclamatamente teratogena, ma ciò non toglie che sia un ottimo rimedio contro l’acne e non ho dubbi che ti abbia aiutato moltissimo!
      Non di rado mi capita di assegnare integrazioni a base di vitamina A durante le mie consulenze e di norma producono ottimi risultati sulla pelle impura.
      Dorothy

      • Maria Iannaccone says:

        Gentile Dorothy grazie mille per l’attenzione e del tempo che mi hai dedicato. Non capisco perché ho messo il BHT e il BHA negli ftalati. Iron mi era stata consigliata dalla titolare di una bioprofumeria.. quindi, pur sapendo che è un farmaco, ho dato per scontato che non ci fossero schifezze pesanti, ma accettabili. Purtroppo, la tretinoina, alcuni anni fa ho dovuto assumerla per via orale, data la mia gravissima forma di acne (oggi è solo un ricordo grazie anche ai trattamenti dermatologici di acido glicolico e laser). Mi sconsigli eventualmente di usare airol? C’è una somma di danni tra trattamento orale e topico, negli anni? Grazie mille se potrai rispondermi. ♡

        • Dorothy says:

          I farmaci purtroppo, o per fortuna, devono essere formulati secondo criteri di assoluta stabilità e con eccipienti il più possibile inerti, quindi è assolutamente normale trovare petrolati, conservanti “ammazzatutto” e sostanze poco gradevoli. Alla fine sono utili così e ce ne facciamo una ragione
          Di solito si tratta di utilizzi temporanei e quindi c’è tutto il tempo dopo la cura per “disintossicarsi” e coccolare la pelle…

          La tretinoina per via orale (ma anche topica) può darti problemi se sei in gravidanza o pianifichi di esserlo a breve, altrimenti non c’è motivo di preoccuparsi se utilizzi questi farmaci secondo la posologia che ti ha segnato il medico.
          Una volta conclusi i trattamenti l’organismo si libera in autonomia da eventuali tossine, eventualmente potrai aiutarlo con i giusti integratori, ma non ci sarà motivo di preoccupazione.

          Dorothy

  10. Emanuela says:

    Ciao scusami sto utilizzando questa crema la sera volevo chiederti se al mattino seguente potevo prendere il sole, oppure questa crema va applicata esclusivamente in inverno? Non vorrei ritrovarmi con altre macchie sul viso. Grazie

    • Dorothy says:

      Ciao Emanuela,
      Perdonami il ritardo, per fortuna ci siamo già sentite via mail se non erro.
      Da ciò che mi scrivi qui mi pare di capire che tu abbia già delle macchie e temi ne compaiano altre… In tal caso confermo quanto detto via mail: protezione alta (almeno spf 30) e riduzione drastica dell’esposizione solare sia che tu continui ad utilizzarlo sia per 10-15 giorni dopo un’eventuale sospensione.
      Buona serata

      Dorothy

  11. alex says:

    ciao…volevo farti una domanda….vorrei usare questa crema per via di alcune cicatrici sul naso(qualcuna abbastanza profonda) lasciate dai punti neri..ma sulla tua review ho letto “Triacneal va utilizzato SOLO su cute integra ” quindi in teoria non la potrei usare io ho sbaglio ?

    • Dorothy says:

      Ciao Alex, la cicatrice guarita è da considerarsi a tutti gli effetti cute integra.
      Ad esempio subito dopo una ferita, con una cicatrice rossa, non si andranno a mettere degli acidi quanto piuttosto prodotti che aiutino la pelle a cicatrizzare, ma la cicatrice bianca che compare dopo qualche tempo è pelle perfettamente sana.
      Le cicatrici post-acneiche sul viso possono essere trattate dal momento in cui non c’è più acne “attiva”: in sostanza, mai mettere acidi su aree con brufoli in maturazione o in arrivo.
      Buona serata,
      Dorothy

    • Dorothy says:

      Buonasera Assunta,
      L’applicazione topica di un cosmetico per il viso limitatamente al volto non ha picchi di assorbimento tali da poter fare alcun danno al bambino, soprattutto quando si tratta di aziende di livello dermatologico che non usano oli essenziali e altre sostanze al alto assorbimento.
      Resta ovviamente inteso che devi valutare il livello di sensibilità della tua pelle, che potrebbe reagire male a prodotti che normalmente non ti danno problemi, per cui ha senso rivolgere questa domanda alla tua estetista o al tuo farmacista di fiducia, che conoscono la sensibilità della tua cute meglio di me.
      Buona serata!
      Dorothy Danielle

      • Cristina says:

        Buonasera Io ho un po’ di brufoletti che mi vengono ogni tanto sul mento.. ma quando mi vengono sono molto infiammati e Rossi.. precisamente ai lati del mento .. Da poco ho iniziato ad usare il detergente Cleneance mattina e sera.. e dopo il detergente metto la crema Cleanance Expert Soin- Emulsion, inizialmente la mettevo su tutto il viso ma vedevo che la pelle si seccava troppo quindi ho iniziato a metterne solo in quel punto particolare dove ho i brufoletti, poi la sera detergo di nuovo il viso e utilizzo Triacneal Expert che metto anche questa solo in quel punto (poi il resto del viso utilizzo una crema idratante) Però ora vedo che in quel punto la pelle sembra un po’ ingiallita… forse è la crema Triacneal ??? Secondo te è giusto mettere la mattina Cleanance Expert Soin- Emulsion e la sera Triacneal Expert ??

        • Dorothy says:

          Buongiorno Cristina,
          Purtroppo non posso dare consigli personali fuori consulenza, in quanto non conoscendo la tua pelle, con le sue necessità, le sue condizioni e gli obiettivi sono stati posti con l’uso di determinati prodotti, ogni consiglio sarebbe poco professionale e basato su dati incompleti.
          Buon proseguimento

          Dorothy Danielle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *