Fitocose-jalus-c-opinione-recensione-inci

Jalus C – Fitocose – opinione e inci

Jalus C di Fitocose è un siero in gel non unto e non appiccicoso, giallino e trasparente, che si fregia di un complesso mutivitaminico eccezionale per la salute e la bellezza della pelle. Il suo profumo è praticamente neutro, vagamente di rosmarino ma quasi impercettibile, svanisce del tutto una volta steso sulla pelle.
È ricco di attivi idratanti, anti radicali liberi e antiossidanti; propone un delicato potere schiarente, rendendo omogeneo e uniforme il colorito e l’aspetto dell’epidermide, che viene nutrita, rinforzata e rigenerata.
Il flacone è in vetro opaco, con erogatore a pressione e chiusura a vite. In questo modo si può usare il prodotto senza contaminarlo con le mani, visto che la vitamina C è particolarmente delicata e sensibile all’ossidazione; contiene 30 ml di prodotto, che durano circa 2-3 mesi, e il prezzo (onestissimo) è di 15,80€. 

Fitocose-jalus-c-opinione-recensione-inci

Inizialmente il mio rapporto con questo jalus non è stato cosí idilliaco, perchè credevo che uno “zic” (leggasi: il prodotto erogato con una sola pressione dell’erogatore) bastasse a garantire l’idratazione di tutto il viso, visto che la mia pelle è molto grassa e fa caldo.
Tuttavia bisogna considerare che jalus c è oil free, in quanto ideato per tutti i tipi di pelle, anche le più grasse (che lo useranno da solo) e le più secche (che possono sovrapporgli una buona crema idratante), quindi lesinando si rischia che il gel faccia effetto pelle tirata, che a me non piace perchè mi sembra disidratata e mi infastidisce.
Non mi sembrava neppure che la pelle stesse particolarmente migliorando, anzi, proprio io che ho la pelle grassa spesso sentivo di dover “integrare” con un po’ di crema idratante.

Poi ho avuto l’illuminazione di usarne 2 zic anzichè uno, e mi si è aperto il paradiso: si riesce a spalmare bene viso e collo (che non va mai dimenticato!), proprio massaggiando fino a completo assorbimento, così come suggerito sulle indicazioni d’uso fornite da Fitocose.

La mia pelle è letterlamente rinata:

  • Schiarisce visibilmente i segni post acne, le macchiette scure sono praticamente invisibili e posso permettermi una spolverata di cipria…tenete conto che prima di passare all’ecobio dovevo usare il Dermablend per coprire quello che c’era…ora la pelle del viso mi viene invidiata.
  • annienta i punti neri e affina la grana della pelle, riducendo in modo eclatante la visibilità dei pori.
  • aiuta a mantenere idratate ma non unte le pelli grasse e problematiche, come la mia, che ha bisogno di prodotti equilibrati e ben fatti per non arrabbiarsi.
  • È un eccellente restitutivo doposole, perchè grazie alla sua azione antiossidante contrasta i danni dei raggi UV. Grazie alla quantità notevole di succo d’aloe biologico, risulta anche molto delicato e lenitivo.
  • La pelle assume un aspetto molto più tonico, compatto e sano, perchè jalus C previene le rughe e l’invecchiamento dei tessuti grazie alla sinergia tra vitamina C e nicotinamide. Inoltre l’acido ialuronico è famoso per il suo ottimo potere idratante e tonificante sui tessuti.

L’inci è ovviamente meraviglioso, come per tutti i prodotti Fitocose:
Aqua – Aloe barbadensis gel*- Sodium ascorbyl phosphate – Glycerin – Hydrolyzed Gycosaminoglycans – Capryloyl glycine – Niacinamide – Sodium hyaluronate ( No OGM) – Sodium Carboxymethyl Betaglucan – Sodium Phytate – Sodium dehydroacetate – Citric acid – Rosmarinus officinalis extract – Brassica napus seed oil – Profumo**
*da agricoltura biologica
**da oli essenziali naturali

Voi l’avete già provato? Cosa pensate dei prodotti Fitocose?

Spero di esservi riuscita a trasmettere l’entusiasmo e la gratitudine che provo per questo prodotto, funzionale, discreto (infatti può essere messo sotto il make up senza dare alcun problema) e alla portata di tutti.

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

18 pensieri su “Jalus C – Fitocose – opinione e inci

  1. Elvira says:

    Ciao e grazie per i consigli. Vorrei provare anche io questo siero e ti volevo chiedere se dopo averlo messo la mattina posso uscire tranquillamente oppure c’è bisogno di una protezione solare di sopra?

    • Dorothy says:

      Ciao Elvira! dipende da quando intendi utilizzarlo… se non ti vai ad esporre appositamente al sole, applicare una protezione è un’accortezza un po’ inutile (se non dannosa), ne ho spiegato i motivi qui, spero nella maniera più scientifica possibile.
      D’estate va benissimo da solo, anzi, i suoi attivi ti aiutano a mantenere una pelle naturalmente protetta e rigenerata, mentre d’inverno, con vento e freddo, potrebbe risultarti un po’ troppo leggero, quindi ti consiglio di applicare sopra una buona crema idratante 😉

  2. Giusi says:

    Ciao Dorothy, ho iniziato a seguire il tuo blog da poco ma con molto interesse, perchè lo trovo davvero utile, nonchè piacevole da leggere. Spinta dalla tua recensione positiva, ho acquistato Jalus C e mi sembra un buon prodotto per ora. Vorrei chiederti se per la pelle grassa e impura può sostituire bene una crema idratante, dato che ne ho provate tante ma con nessuna mi sono trovata bene. L’ultima usata è Normaderm di Vichy: i primi giorni sembra funzionare, ma poi con l’utilizzo costante spuntano brufoletti sottopelle, e tante altre impurità che prima non avevo. Devo rinunciare alla crema idratante quindi? O conosci un altro buon prodotto che potrebbe fare al caso mio? Mi piacerebbe che andassi avanti a scrivere in specifico della tua skincare quotidiana anche in inverno, per poter prendere spunto.
    Ti ringrazio,
    Giusi

    • Dorothy says:

      Ciao Giusi!
      Lo jalus può tranquillamente sostituire una crema idratante (anzi, è un vero concentrato di attivi e idratazione) se senti che per la tua pelle è abbastanza.
      Ovviamente tra lo Jalus e la Normaderm di Vichy (che ai tempi ho usato anche io) c’è un mare di roba intermedia, sia dal punto di vista della naturalezza degli ingredienti sia come pesantezza della texture.
      Qualora lo jalus fosse troppo poco, puoi provare per gradi: un fluido (es. fluido vitamina C di Fitocose) o un siero (es. Antos serum lifting, che è un ottimo idratante), per poi passare alle creme.

      Nei prossimi articoli potrei effettivamente parlare di skincare autunnale, grazie del suggerimento!
      Un abbraccio e benvenuta,
      Dorothy

  3. marta says:

    Ciao :), lo sto provando da qualche settimana.
    Sto iniziando ad usarlo da solo, inizialmente ci spalmavo su la crema idratante ma (e spero di non sbagliarmi) mi sento comunque idrata e più leggera usandolo da solo, sarà che inizia a fare calduccio -penso che d’inverno un po’ di cremina tra freddo&co ci starebbe bene. Pensavo fosse uno sbaglio e che saltassi così pezzi di routine ma leggo sopra che dici che può quasi sostituire la crema idratante se uno ha la pelle grassottella quindi non credo possa essere una brutta idea. Mi chiedevo se fosse concepito per essere usato due volte al giorno o una sola. In questi giorni la sera sto provando l’olio di cocco sopra il tonico, ancora non ho capito se mi trovo bene o meno, è più che altro un esperimento. Sarebbe meglio metterci sotto anche questo perché abbia un’azione più efficace o comunque anche una volta al giorno (ripeto, in relazione a questa stagione) può bastare perché tutte queste belle vitamine e compagnia facciano bene alla pelle? In alternativa si potrebbe usare il fluido c e saltare l’olio di cocco? Questi fluidini gel mi stanno simpatici, soprattutto per la composizione a base di ialuronico e perché sono molto frescolini, la crema in questo periodo dell’anno mi garba un po’ meno, però non sono del tutto certa di quale sia il grado di autosufficienza di questi prodotti. grazie e buona domenica 🙂

    • Dorothy says:

      Ciao Marta, provo a risponderti punto per punto 😉
      – decisamente per una pelle grassa e giovane, questo siero può tranquillamente sostituire l’intera skincare (pulizia a parte) durante la stagione estiva
      – una o due volte al giorno è in sostanza indifferente. Ovvio, applicandolo due volte ne vedrai maggiormente gli effetti, ma già un singolo uso quotidiano è sufficiente
      – l’olio di cocco e un siero gel totalmente oil free capirai bene che non sono prodotti equivalenti nè interscambiabili 😉
      ti direi di fare qualche prova, pur considerando che l’olio di cocco va applicato sulla pelle praticamente bagnata e quindi dovresti, dopo aver spalmato lo jalus, dare un’altra spruzzata di tonico.
      Alternativamente puoi provare a mischiarli nella mano, ma non so cosa possa venirne fuori 🙂
      – il grado di autosufficienza di un gel di questo tipo è altissimo (a livello di attivi), tuttavia è importante capire di cosa ha bisogno la tua pelle
      Dorothy

  4. Maria Iannaccone says:

    Cara Dorothy… correggimi se sbaglio, ma qui l’idratazione è apportata innanzitutto dalla glicerina e poi dall’ acido ialuronico? Mi puoi spiegare esattamente la funzione della glicerina, in particolare cosa fa su una pelle grassa? Io, quando uso cosmetici a base di glicerina, avverto un immediato assorbimento senza dover massaggiare a lungo; dopo qualche ora, sento la pelle lucida ed unta. Come se il viso mi rigettasse in superficie la glicerina. Questo siero mi attira molto, credo di averlo acquistato almeno 5 anni fa ma ora non ricordo se fosse questo o altro jalus… mi ricordo però che continuavo ad avere brufoletti, nonostante l’utilizzo del prodotto. Vorrei riacquistarlo spinta dalla tua ottima recensione, ma mi frenano questi dubbi.

    • Dorothy says:

      Buongiorno Maria, l’idratazione è portata dalla glicerina E dall’acido ialuronico, che trovi in posizioni diverse in inci semplicemente perchè la loro percentuale d’uso è diversa.
      La glicerina può essere usata tranquillamente fino al 20% (ma qui ce ne sarà circa un 3%, forse meno, non ricordo la sensazione tattile del prodotto), mentre il sodium hyaluronate massimo al 2%, ma di solito non ci si spinge oltre l’1% visto che altrimenti addensa troppo.
      Il fatto che dopo l’uso di prodotti a base di glicerina tu senta la pelle unta può essere dovuto a molti fattori (condizioni e tipologia della pelle, prodotti utilizzati, ecc..), e non credo si possa accertare un nesso causale tra glicerina e seborrea.
      Per i brufoli, ovviamente sai che non ci si può aspettare che l’uso di un singolo prodotto possa risolvere la situazione senza identificare prima di tutto la causa delle impurità (fossero ormonali, non c’è cosmetico che tenga), e senza correggere tutta la routine, alimentazione e integrazione: non conoscendo la tua situazione, non so davvero cosa risponderti.
      Dorothy

  5. Maria Iannaccone says:

    Ps sul loro sito, è arrivata anche la novità! Jalus c10. Mi aiuti a capire le differenze? Io prenderei più questo…urge il parere illuminato di D’ orothy!! 🙂 GRAZIE

    • Dorothy says:

      A vederne la formulazione, tra Jalus C e Jalus C10 cambia solo la percentuale di vitamina C, aumentata al 10%, e pertanto con più attività antiossidante e schiarente, ma anche e soprattutto da utilizzare con alcune precauzioni in più.
      Dorothy

      • marta says:

        Mi intrometto perché sono un po’ ignorante: perché una maggiore concentrazione di vitC suggerisce maggiori precauzioni nell’uso? Fotosensibilizza per caso? Sono un po’ asina, abbi pazienza; )

        • Dorothy says:

          Ciao Marta, la vitamina C è una molecola molto delicata, fortemente istabile e facilmente ossidabile. Il suo effetto schiarente è peraltro dovuto a una leggera esfoliazione chimica che, essendo un acido, opera sulla pelle rinnovandola (ad alte percentuali invece l’esfoliazione è tutt’altro che leggera). Ti metteresti alla luce con una percentuale consistente di una cosa cosí sensibile al calore e all’aria? 😉 ecco svelato l’arcano. Di sera infatti va benissimo, compatibilmente alle sensibilità individuali.
          Dorothy

  6. Marta says:

    Ciao Dorothy ☺. Io ho un po’ di perplessità su questo prodotto purtroppo. Mi spiego: stavo cercando proprio un siero ecobio e leggerino a base di jaluronico e con un po’ di attivi, questo sembrava perfetto :). L’ho acquistato e usato per almeno 3 settimane (ma credo anche di più) e, al di là del fatto che non vedo miglioramenti epocali, mi sembra che unga, il che è stranissimo perché è un siero oil free e continuo a leggere che è leggerissimo (scusa la ripetizione; )). All’inizio ci mettevo sopra anche la crema e infatti pensavo fosse questa a ungere, così l’ho tolta ma son rimasta unta. La cosa strana è che di mio non ho la pelle traslucida. Devo dedurre che sia un prodotto che non fa per me? Mi sembra di usarne pochino quindi non posso neanche dire che sbaglio dosi. Mi chiedo pero’ più di un siero privo d’olio cosa possa trovare che mi idrati e faccia il suo dovere senza sentirmi così appiccicosa. Grazie ☺☺

    • Dorothy says:

      Ciao Marta, ho letto con molta attenzione il tuo commento e in effetti la cosa è interessante 🙂
      Ti chiederei prima di tutto se noti il viso solo lucido o proprio se lo senti unto toccandolo.
      Nel primo caso: troppo poco siero. 😉 due pressioni di Jalus C sono necessarie per dare comfort alla pelle, altrimenti usandone meno l’ho trovato poco stendibile e poco confortevole. Poi, se vuoi mettere la crema, ricorda sempre di inumidire leggermente il viso con una spruzzata di tonico molto delicata.
      Nel secondo caso, ossia se la pelle del viso proprio si unge e butta fuori olio, la cosa si fa più complessa. Posto che siamo tutti d’accordo che la trasmutazione alchemica dell’acqua in olio non è possibile, la colpa dell’unto è da cercare fuori dallo Jalus C. Se la cosa ti si presenta anche senza mettere nulla o utilizzando altri prodotti, è probabile che sia una caratteristica della pelle.
      Altrimenti, se è un fenomeno che hai notato solo ultimamente, andrebbe revisionata l’intera routine per trovare magari qualcosa che ingrassa o aggredisce un po’ troppo la pelle. 😉
      Buonanotte
      Dorothy

      • marta says:

        Grazie per la risposta ☺. In effetti ora che mi ci fai pensare l’effetto non è unto ma lucido: non sento come se avessi messo troppa roba grassa in faccia, sento il viso idratata al punto giusto, però se prendo uno specchietto e lo guardo riflessa (cosa che ogni tanto mi prende il trip di fare per controllare la pella)mi sembra lucido. In effetti la quantità da te indicata nella recensione (due “zic”) mi pareva troppo, in genere ne uso uno solo… stamattina riprovo aumentando le dosi, vediamo se l’effetto se ne va (anche perché per il resto ho una routine piuttosto basica, se non tollero questo la vedo dura :/). Grazie ancora e buona giornata ☺

        • marta says:

          Comunque confermo (dopo l’utilizzo di oggi in cui ho cercato di abbondare di più), che è più un senso di appiccicatino che di unto, forse legato proprio alla consistenza gel. Ho deciso che di giorno proverò un nuovo siero, questa volta non gel, per provare a capire se è la mia pelle o il prodotto (al momento gli unici prodotti per idratazione che ho sono lui e il fluidoc, ma il fluido l’ho abbandonato perché in quel caso davvero mi sentivo appesantita). Quanto al c10, ho letto sul sito che con il sole si consiglia solo la sera. Buona giornata Dorothy 🙂

          • Dorothy says:

            Ti va di fare un esperimento innocuo e di farmi sapere come ti trovi? Metti sulla mano uno zic vi jalus C e uno zic di fluido alla vitamina C. Mescola tra le mani e applica su viso e collo.
            Il risultato dovrebbe essere ottimale: togli l’appiccicoso dello jalus e alleggerisci il fluido.
            Davvero strano che ti risulti pesante il fluido tra l’altro, anche le pelli più grasse e untuose lo bevono… Si tratta di una tua sensazione di disagio nel sentirti un prodotto sulla pelle o proprio guardandoti allo specchio la pelle peggiora d’aspetto?
            Dorothy

          • marta says:

            Ammetto che io ho un problema con il mettere prodotti sulla pelle. Fosse per me mi laverei la faccia e basta e mi idraterei solo bevendo, sto iniziando con i sieri perché è bene che faccia un po’ di prevenzione antiage. Nel caso del gel è però più che altro una questione “estetica”, infatti penso che si potrebbe ovviare il problema con un po’ di cipria o simili. Stasera provo a fare come mi hai detto, mescolo siero e fluido e vedo come mi trovo, poi ti faccio sapere :):)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *