Avène Cleanance – spf 30 viso -pelle grassa e acneica – opinione e inci

avene-cleanance-spf-30-solare-acne-visoLa linea Cleanance di Avène è pensata appositamente pdr pelli grasse e impure, e nonostante i restanti prodotti non siano tutti entusiasmanti, questa crema solare ad alta protezione per il viso mi ha lasciata davvero soddisfatta.
È un latte molto asciutto, dal colore bianco, che lascia una leggerissima patina sulla pelle, offuscando pori e imperfezioni senza una vera coprenza me con un effetto direi “vellutato”.
La sensazione asciutta sul viso è molto gradevole e anche l’effetto estetico, seppur non eclatante, non è male!
Non unge ed è effettivamente un’ottima crema solare per pelli acneiche, perchè permette alle impuritá di asciugarsi sotto il sole, senza peggiorare la situazione.
Inoltre l’spf 30 permette di prevenire l’insorgenza di macchie, non solo di proteggerci dalle scottature.

L’erogatore a pressione di questa crema solare Avène è molto comodo anche igienicamente, perchè impedisce alla sabbia e ai batteri presenti sulle mani di contaminare il prodotto, in più permette di prelevare il dosaggio ottimale (in realtà un solo zic non basta per proteggere efficacemente tutta la faccia, bisogna sempre abbondare!).

Ho utilizzato Cleanance spf30 durante le prime esposizioni e comunque per tutto il mese di giugno e non mi sono mai scottata, nonostante sia un fototipo 2 con la pelle particolarmente sottile e delicata.
Anche la resistenza all’acqua è molto buona: regge tranquillamente un paio di nuotate (e io adoro nuotare! ^_^), dopo le quali è bene riapplicarla,e non si è spaventata nemmeno davanti al sudore, quindi la promuovo alla perfezione per una protezione sicura! 😉
Come tutti i solari con filtri chimici, richiede particolare attenzione al momento della detersione, in cui è preferibile utilizzare prodotti oleosi per essere sicuri di averlo rimosso bene.

E ora l’inci! 🙂

AVENE THERMAL SPRING WATER (AVENE AQUA). C12-15 ALKYL BENZOATE. CETEARYL ISONONANOATE. DIISOPROPYL ADIPATE. ISODECYL NEOPENTANOATE. METHYLENE BIS-BENZOTRIAZOLYL TETRAMETHYLBUTYLPHENOL [NANO]. WATER (AQUA). ALUMINUM STARCH OCTENYLSUCCINATE. BIS-ETHYLHEXYLOXYPHENOL METHOXYPHENYL TRIAZINE. DIETHYLHEXYL BUTAMIDO TRIAZONE. BUTYL METHOXYDIBENZOYLMETHANE. POTASSIUM CETYL PHOSPHATE. SILICA. ACRYLATES/C10-30 ALKYL ACRYLATE CROSSPOLYMER. BENZOIC ACID. CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE. CAPRYLYL GLYCOL. DECYL GLUCOSIDE. DISODIUM EDTA. FRAGRANCE (PARFUM). GLYCERYL BEHENATE. GLYCERYL DIBEHENATE. GLYCERYL LAURATE. HYDROGENATED PALM GLYCERIDES. HYDROGENATED PALM KERNEL GLYCERIDES. PROPYLENE GLYCOL. SODIUM HYDROXIDE. TOCOPHERYL GLUCOSIDE. TRIBEHENIN. XANTHAN GUM. ZINC GLUCONATE

La protezione è eccellente, poichè principalmente affidata ai filtri di ultima generazione, Tinosorb S e M, con aggiunta di avobenzone (in questo caso perfettamente stabile). (Per chi fosse curioso di imparare a valutare la fotostabilità delle protezioni solari attraverso gli inci, consiglio questo articolo)
A base di acqua termale Avene, è una formula molto sintetica ma priva di schifezze immani (ad esempio non ci sono i classici derivati del petrolio, ma comunque è una crema tutt’altro che naturale).
Bruttino il conservante: il disodium edta solubilizza i metalli pesanti inquinando il mare e i pesci.

Sulla confezione del Cleanance spf 30 si sottolinea la presenza di pre-tocoferil, un precursore fotostabile della vitamina E (che come tutti gli oli vegetali, normalmente al sole si ossida e addio proprietà antiossidanti! ve lo ricordate vero? ^_^) e del gluconato di zinco, noto seboassorbente.
Il problema è che questi due ingredienti se ne stanno alla fine, ben sotto il profumo (che risultando poco invadente posso desumere sia già esso stesso ben sotto l’1%).
Insomma: per gli antiossidanti affidatevi al doposole (magari fai da te), mentre per il leggero effetto opacizzante state pur certe che è dovuta alla formula sintetica asciutta e praticamente priva di grassi. Tenete comunque conto che una pelle grassa sotto il sole non resterá mai opaca come quando avete appena spolverato la cipria 😉
Avene millanta anche la presenza di cucurbita pepo: io non l’ho trovata, fatemi sapere se qualcuno la riconosce in inci…probabilmente sono cieca io.

Promosso con 10 e lode per la protezione solare, ma si becca anche un 3 per la poca ecosostenibilità, (formula molto sintetica, conservante pessimo per finire in mare), poi sta a ognuno di noi valutare quanto si è disposti a chiudere un occhio o, ancor più importante, quanto si ha effettivo bisogno di un prodotto che non peggiori i nostri problemi.
Ne consiglio l’uso a chi ha rilevanti problemi acneici e cerca grandi sicurezze nella protezione.

Ovviamente sotto il sole cerchiamo grande performanza in termini di protezione, stabilità e resistenza, ma come doposole consiglio caldamente l’uso di una crema lenitiva e antiossidante ecobiologica.

La confezione è di 50 ml e a prezzo pieno costa 23 € (in alcune farmacie anche di più).
Online qui.

Come al solito vi invito a commentare per farmi sapere se la recensione vi è stata utile, a scrivermi se avete dubbi, domande o consigli!

Un super abbraccio,

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

11 pensieri su “Avène Cleanance – spf 30 viso -pelle grassa e acneica – opinione e inci

  1. deboras91 says:

    dovevo acquistare anche io questa crema solare per questa stagione ma ho mandato il mio ragazzo in farmacia a prenderla e la farmacista l’ha confuso e alla fine ne ha presa un’altra sempre dell’avene ma con protezione 50+ con la quale non mi sto trovando benissimo! per quest’estate userò quella….ormai l’ho comprata e pagata 20€ :/
    grazie per la recensione comunque! mi incuriosiva molto questo prodotto…

    • ILoveRemunni says:

      Cavoli, mi spiace! Non ho mai provato la loro 50, di solito quella la prendo in stick… ho usato anche il loro spray ma sempre spf 30… ecco, io ormai mi occupo anche degli acquisti del mio fidanzato dopo che gli hanno venduto 30 ml di olio di ricino a tipo 28-29 euro…o.o peccato che la 50 ti durerà una vita, ma immagino non sia formulata per pelli grasse :/

      • deboras91 says:

        no non è formulata per pelli grasse :/ per fortuna non è una vera e propria crema ma un’emulsione, ma comunque rimane sempre un pò appiccicaticcia e untuosa sul viso..cercherò di usarla anche sul corpo per le prime esposizioni visto che ancora non ho visto il sole a causa degli esami universitari :/…
        Questa crema che hai provato tu mi sarebbe andata a genio anche sotto il trucco, ma pazienza! per quest’ano è andata così! questi uomini fanno sempre danni!! XD

        • ILoveRemunni says:

          Gli esami universitari hanno un po’ bloccato anche me, ma di solito studio sul terrazzo con le gambe al sole, quindi consumo veramente tante creme…;) in compenso non la metto mai sotto il trucco, ho un po’ il terrore di tenermi sulla pelle a lungi i filtri col rischio che ossidino…tanto a meno che non mi metta vestita e truccata sotto il sole non servono 😉 l’unica è stata la crema di fitocose, ma coi filtri fisici 😀

  2. Lady V says:

    Ciao! Che tipo di prodotti oleosi consiglieresti per rimuovere bene i solari? Io generalmente per lo struccaggio/detersione serale uso micellare o bifasico e latte detergente Antos… possono bastare? Grazie 🙂

    • Dorothy says:

      Ciao Lady V,
      Un qualsiasi olio struccante va benissimo, ma anche del banale olio di mandorle sui dischetti di cotone bagnati e strizzati, così come il bifasico.
      Consiglio invece di evitare le acque micellari per i motivi esposti qui.
      Il secondo passaggio va benissimo sia col latte detergente, soprattutto in estate e su pelli grasse, sia con un burro detergente: in entrambi i casi aiutarsi con il panno in mussola è d’obbligo. 😉
      Buon pomeriggio!
      Dorothy Danielle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *