Opinioni-recensioni-fitocose-contorno-occhi-eufrasia-inci

Fitocose – gel contorno occhi all’Eufrasia – opinione e INCI

Fitocose contorno occhi All’eufrasia – caratteristiche

    • Cos’è – gelatina per l’idratazione quotidiana del contorno occhi
    • Cosa promette – Fitocose propone questo contorno occhi per idratare, rinfrescare e addolcire la zona perioculare
    • Prezzo / quantità – praticamente te lo tirano dietro. Confezione da 30 ml (il doppio dei normali contorno occhi) per 7,30 €.
    • Descrizione – flaconcino in vetro opaco con erogatore a pressione. Gel ambrato dal profumo leggermente fiorito, con nota acidula.

Fitocose-contorno-occhi-eurfrasia-opinioni-recensioni-inci-gel

valutazione

💖 Eccellente – rapporto qualità / prezzo praticamente imbattibile, formulazione leggera e funzionale.

a chi lo consiglio?

È il contorno occhi ideale per pelli miste o grasse. Essendo profondamente idratante ma senza particolari pretese antiage, lo vedo molto bene nella fascia tra i 18 e i 30 anni.

dove si compra?

  • Qui sul sito di Fitocose
  • Nei punti vendita elencati qui.

recensione d’uso

Avevo bisogno di un contorno occhi leggero, visto che la mia skincare routine è piuttosto strutturata (tonico + siero + contorno occhi + crema) ma devo tenere conto di avere la pelle grassa.
Quindi la mia scelta è ricaduta su un prodotto in gelatina totalmente oil free: il contorno occhi in gel di Fitocose.

La prima cosa che ho notato è che l’erogatore del contorno occhi all’Eufrasia mi caccia fuori decisamente troppo prodotto tutto in una volta, così ho deciso di travasare a piccole dosi il gel in un vasetto con tappo in cui io puccio il dito. Riesco così a prelevare la quantità giusta, con buona pace della retrocontaminazione del prodotto.

Opinioni-recensioni-fitocose-contorno-occhi-eufrasia-inci

Per evitare di allevare involontariamente colonie di batteri, consiglio vivamente di trasferire POCO prodotto, e di lavare il vasetto ogni volta che si va a riempirlo di una nuova “dose”. Io ho usato la boccetta in 5 o 6 travasi e il gel non è andato a male, tu regolati di conseguenza.

Il timore che ho sempre quando mi approccio a prodotti così “asciutti” è che lascino la sensazione di pelle che tira oppure che inizino a sfarinare appena si va a sovrapporre un altro prodotto.

Per fortuna non è andata così. Questo contorno occhi di Fitocose si asciuga piuttosto velocemente e permette comunque  l’applicazione degli altri prodotti della mia routine senza problemi: NON sfarina (deo gratias), NON unge e NON secca la pelle.

Qualora durante l’uso sentissi che ti tira la pelle, basta metterne una goccia in più. Se il problema persiste, vuol dire che hai bisogno di qualcosa di più corposo.

Dopo un mese di utilizzo ho notato di non aver mai avuto così poche occhiaie e la zona perioculare così distesa. Bravissimo Dr. Porto, ti sono immensamente grata.

    • Funziona?

Decisamente SI. Il contorno occhi all’Eufrasia di Fitocose idrata il contorno occhi a lungo, rendendo la pelle più luminosa e sana. Promesse mantenute.

    • Cosa mi è piaciuto

La qualità dei prodotti Fitocose è come sempre una garanzia. Mi piace sia la formulazione, sia la resa, sia il prezzo.

    • Cosa NON mi è piaciuto

L’erogatore. In realtà il flacone è bellino, il vetro opaco protegge bene il prodotto e gli erogatori a pressione permettono di non toccare il prodotto fino all’utilizzo allungandone la vita.

Tuttavia. Cari signori Fitocose, che ne direste di inserire nella confezione una piccola jar vuota (io ho usato quella di uno dei vostri campionici) che ci permetta di travasare un pochino di contorno occhi alla volta?

analisi inci – ingredients list

Questo gel per il contorno occhi idrata la pelle in profondità grazie a una base di gel d’Aloe vera e Acido Ialuronico (sale sodico) in buona quantità. La glicerina di origine vegetale e biologica contribuisce ad idratare e addolcire la pelle.

L’estratto d’Eufrasia, dalle note proprietà lenitive, mantiene la zona protetta contro le irritazioni. Nella stessa direzione agiscono ulteriori attivi che Fitocose ha saggiamente inserito:

  • l’estratto di Amamelide
  • una goccia di azulene
  • o.e. di camomilla romana (anthemis nobilis), addolcente e lenitivo
  • o.e. di vaniglia, antiossidante naturale
  • o.e. di incenso (boswellia carterii), tonificante

INCI: Aqua, Aloe barbadensis gel*, Sodium Hyaluronate, Glycerin*, Euphrasia officinalis extract*, Polyglyceryl 10 laurate,  Capryloyl glycine, Hamamelis virginiana extract*, Sodium dehydroacetate, Azulene, Anthemis nobilis oil, Vanilla planifolia extract, Boswellia carterii oil, Profumo**.
*da agricoltura biologica
**da oli essenziali naturali

  • Bioecocompatibile? Assolutamente SI.
  • Certificato ecobio? Si.
  • Vegan? Certo, inoltre il contorno occhi all’Eufrasia di Fitocose è un prodotto certificato Vegan OK.
  • Halal? Non è certificato idoneo per consumatori di fede islamica ma la formulazione è di certo compatibile col disciplinare per la cosmesi halal

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

14 pensieri su “Fitocose – gel contorno occhi all’Eufrasia – opinione e INCI

  1. laura says:

    Buongiorno, ho bisogno del suo aiuto. Ho 55 anni, sono dimagrita e la pelle del viso (e palpebre aghhhhh!) sembrano delle tende a pacchetto! Ho la pelle secca/mista mi può consigliare qualcosa che funzioni davvero? In realtà quasi tutte le creme che vedo in giro sono poi per donne suo 30-45 anni e quelle come me che fanno? Chirurgia plastica………..no grazie. Mi aiuta lei?
    Ringrazio e saluto cordialmente.
    Laura Giannetti

    • Dorothy says:

      Buongiorno Laura e benvenuta!
      Pubblicamente le posso dire che nel suo caso la aiuterebbero molto delle creme ricchie di olio di rosa mosqueta, olio di mandorle e acido ialuronico.
      Gli oli riepitellizzanti ed elasticizzanti servono per far si che la pelle si rinnovi e si elasticizzi, nell’ottica di ricompattarla.
      L’acido ialuronico, agendo da riempitivo idratante, riconferisce tono e turgore alla pelle, ed è particolarmente gradito in formato gel da usare come siero sotto la crema abituale.

      Per le macchie, funziona bene una combinazione di acidi e oli a cicli alternati. Glicolico e retinoico i migliori, il primo esfolia e rinnova, il secondo agisce più in profondità ringiovanendo il tessuto cutaneo (infatti nella sua forma più attiva glielo può prescrivere solo il suo dermatologo).

      Per consigliarle dei prodotti facendole dei nomi dovrei farle un’analisi della pelle e delle sue abitudini decisamente più approfondita e onerosa in termini di tempo e personalizzazione.
      Qualora sia interessata, mi contatti privatamente e ne possiamo parlare.
      Altrimenti segua pedissequamente le linee guida che le ho dato, e vedrà che i risultati non tarderanno ad arrivare!

      Grazie a lei, buon proseguimento!
      Dorothy

  2. Marta says:

    Ciao :). Qualche tempo fa (tipo una settimana fa)ho fatto un mega ordine da fitocose che comprendeva questo gel occhi. Premetto che non ho borse o simili e sono neo23enne, però ho queste brutte occhiaie principalmente causate dall’anemia (su cui stiamo lavorando;)) e niente, mi sono spuntati questi granuli di miglio molto più sgradevoli delle occhiaie. Non li ho mai avuti, per questo suppongo possa essere la crema. Può essere comune? Sto forse idratando più del necessario? Pensavo di interrompere il gel a questo punto, posso sperare che se ne vadano da soli? La cosa mi ha un po’ scoraggiata :(. Grazie mille, sono sorpresa dalla pazienza con cui rispondi a tutte, con tutte queste richieste di consulenze aggratis mi sento un po’ in colpa, spero l’apprezzamento per il blog possa ripagare :). Grazie

    • Dorothy says:

      Ciao Marta, prima di tutto ti ringrazio, sei molto gentile.
      Escludo del tutto che il gel all’Eufrasia possa essere la causa degli ospiti indesiderati ;), è totalmente oil free (tu però parli di crema, forse hai preso un prodotto diverso?) e non ha modo di scatenare reazioni del genere.
      La causa è più facilmente da cercare nel metodo di pulizia oppure nel makeup. In realtà possono avere anche altre origini ma queste sono le più comuni. 😉
      Tieni conto che i grani di miglio non sono pori tappati (come punti neri e comedoni chiusi), ma microcisti di cheratina, quindi nutrendo troppo la pelle potrebbero al massimo arrivare delle impurità, ma difficilmente i grani di miglio. O perlomeno, non in così poco tempo.

      Dorothy

      P.s. Rispondo ai commenti con piacere quando ho 5 minuti di stacco, alla fine questo mondo è la mia passione prima ancora che un lavoro 😉

      • Marta says:

        Allora direi che non so da dove vengano ;(. Sono da poco passata al tuo metodo di pulizia e quest’estate ho smesso di truccarmi. Sto effettivamente provando tanti nuovi prodotti (sempre di fitocose jalus c e il tonico alla rosa) ma non da molto tempo e in ogni caso molti di questi da te recensiti e approvati. Da quasi un mese però uso una crema a base di olio di Argan, di cocco, di jojoba, burro karite e acido ialuronico. Potrebbe essere uno di questi oli? (Visto che dici che il gel non può essere stato in quanto oil free deduco che qualche olio possa avere forse questo effetto, ma magari deduco male). Insomma, si vede che li covavo da un po’ ;). Ho letto che potrebbe lenire il problema una maschera naturale esfoliante e un po’ di argilla… spero di tenerli a bada 🙂

        • Dorothy says:

          Se quando pulisci il viso passi il panno di mussola anche sul contorno occhi (per rimuovere olio o burro detergente, o ciò che usi), mi sembra davvero strano che si tratti di grani di miglio, perchè un’esfoliazione delicata e frequente ne inibisce la comparsa.
          Per gli oli, la risposta è NI: la causa dei grani di miglio può essere una prolungata esposizione a prodotti occlusivi (es. fondotinta magari compatti, a base di petrolati, o siliconi unti), ma in una crema difficilmente quegli oli possono darti fastidio.
          Possono esserti assolutamente utili delle “toccate” di lozioni esfolianti e di maschere delicate all’argilla. 😉
          Dorothy

          • Maria Iannaccone says:

            Dorothy cara…perdonami, ma se un fondo a base di siliconi può occludere la pelle creando impurità (può o lo fa comunque?), un fondo 100% naturale a base di olii e burri vegetali, può farlo ugualmente? Grazie.

          • Dorothy says:

            Dipende dalla composizione del prodotto ma soprattutto dalle condizioni della pelle su cui viene applicato, sia il primo che il secondo.
            In generale i fondi più occlusivi sono i compatti, i fluidi molto meno, e molto dipende dal grado di pulizia della pelle. 😉
            Dorothy

  3. Maria Iannaccone says:

    Gentile Dorothy, buonanotte. Rileggevo parola per parola il tuo commento e mi è sorta una nuova riflessione. ( Le tue considerazioni sono così accurate che vanno rilette per essere approfondite… un po’ come quando andavo a scuola, rileggendo un documento prestavo attenzione ai tanti dettagli, approfondendo la faccenda!). Se non ricordo male, mi avevi detto che il polyglyceryl-10 laurate è un tensioattivo/ solvente e non andrebbe lasciato sulla pelle. Se in un micellare quindi va risciacquato, perché qui è impiegato in un contorno occhi? Grazie mille!!

    • Dorothy says:

      Buongiorno Maria, cito Paracelso: è la dose a fare il veleno.
      Più o meno tutti i tensioattivi e i solventi possono essere utilizzati, a dosi diverse, come emulsionanti, così come questo caso: il polyglyceryl-10 laurate (che non è esattamente la stessa sostanza contenuta nella tua acqua micellare, che se non ricordo male era un caprylate) è un solvente usato a dosi minime come emulsionante.
      Nell’acqua micellare c’era anche il sodium bromide, tensioattivo. La loro compresenza nell’acqua micellare struccante, mi fa preferire il suo risciacquo (soprattutto se utilizzata per pulire la pelle).
      Dorothy

      • Maria Iannaccone says:

        Grazie mille. Perdonami La mole di dubbi che giro a te… spero almeno che queste mie domande siano utili anche ad altri utenti.

  4. Moma says:

    Buongiorno Dorothy, volevo chiederti se e’ vero che alcune categorie di contorno occhi formulati per le rughe -che siano rughe d’espressione o marcate zampe di galline- vanno a peggiorare il problema delle occhiaie a causa della loro composizione (secondo queste teorie, le formulazioni molto ricche ma in particolare determinati principi attivi concentrati che contengono, aggravano il ristagno dei liquidi nell’area perioculare). E’ una leggenda metropolitana che conosco solo io?!
    Anche la modalita’ di erogazione e di stesura so incidere sulle occhiaie.. per esempio esistono flaconi dotati di sfere metalliche, io li ho provati e non mi sono trovata bene, occorreva applicare troppo forza, in questo caso valeva, almeno per me, il discorso opposto: magari le occhiaie apparivano meno evidenti ma certamente si notavano piu’ le rughe per aver stressato la pelle cosi delicata del contorno occhi..
    Grazie per tutti i tuoi chiarimenti e la tua professionalita’.
    Un grande grande saluto
    Moma

    • Dorothy says:

      Buonasera Moma,
      Ti confermo che i prodotti per il contorno occhi troppo grassi e carichi di sostanze occlusive rischiano di peggiorare i problemi di circolazione della zona perioculare, non tanto in termini di occhiaie, ma più a livello di gonfiore e quindi le classiche “borse”.
      La stesura del contorno occhi andrebbe fatta sempre con l’anulare, disegnando il contorno dell’orbita delicatamente, mentre quelle palline di acciaio servono al massimo a dare una minima freschezza e, se funzionano correttamente, ad erogare una minima quantità di prodotto: non sono comunque adatte al massaggio se troppo dure da muovere, e nemmeno se continuano ad erogare ettolitri di trattamento. Che andrà sprecato.

      Per prevenire le rughette è fondamentale l’uso ossessivo degli occhiali da sole e imparare a strizzare il meno possibile la zona.
      Per le occhiaie, intese come temporanea stasi della circolazione, funziona molto bene il sonno (dormendo ovviamente sulla schiena) e i prodotti con attivi funzionali sulla circolazione, che va stimolata ma anche protetta. In alcuni casi le occhiaie sono di origine genetica e riguardano proprio la pigmentazione della pelle, per cui il discorso si complica moltissimo.
      Buona serata,
      Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *