Nivea-doccia-crema-creme-coconut-opinione-recensione-inci

Nivea – Creme Coconut doccia crema – opinione e inci

doccia crema nivea creme coconut – caratteristiche

  • Cos’è – detergente liquido per il corpo
  • Cosa promette – sensazione di pelle morbida e idratata
  • Prezzo / quantità – flacone da 250 ml, prezzo sui 2-3 euro. Non è difficile accaparrarselo negli sconti “tutto a 1 euro” nei vari Iper Soap et similia.
  • Descrizione – flacone in plastica bianca opaca con tappo a scatto e dosatore. Il doccia crema Creme Coconut è una crema bianca profumatissima all’acqua di cocco (Ora. Parliamone. Acqua di cocco molto fruttata e potenziata.)

Nivea-doccia-crema-creme-coconut-opinione-recensione-incivalutazione

💚 Molto Buono – meno aggressivo di un bagno schiuma, adeguatamente surgrassato e relativamente delicato sulla pelle. La gradevolezza d’uso è eccellente, l’inci non è ecologico ma non contiene neppure cose allucinanti.
Sostituendo i PEG (ne ho parlato qui) con surgrassanti più ecocompatibili si potrebbe aspirare alla votazione massima.

a chi lo consiglio?

Se non hai una pelle eccessivamente delicata o particolarmente irritata, questa doccia crema Nivea va benissimo per te e per tutta la famiglia.
Ovviamente non fa per te se hai allergia ai profumi, nè se speri di salvaguardare l’ambiente con un prodotto così formulato.

dove si compra?

  • Nei supermercati più forniti
  • Nei market per l’igiene della persona e della casa (Iper Soap, Tigotà, ecc…)

recensione d’uso

Ho acquistato diversi detergenti corpo Nivea, tra cui questo, durante uno di quegli sconti in cui ogni flacone ti viene praticamente lanciato dietro per meno di un euro.
Ogni tanto fa piacere risparmiare, no? (Tieni conto che come professionista NON mi arrivano i pacchi e pacchetti gratis che vedi su YouTube, mi pago tutto io).
Senza contare che il divario di prezzo tra i doccia-schiuma da supermercato e quelli ecobiologici è assurdo. Le formulazioni eco partono almeno dal triplo per poi salire fino a cifre onestamente indecenti. C’è chi può e chi no. E io mi devo occupare un po’ di tutte le esigenze. Così eccomi.

Normalmente ti aspetteresti che i detergenti corpo da supermercato ti prosciughino la pelle e che oltre al normale sporco si portino via praticamente qualsiasi protezione cutanea.
A volte è vero. Nel senso che difficilmente coi bagnoschiuma da 1 euro per 3 litri puoi farci qualcosa più che lavarti le mani.
In questo caso tuttavia Nivea ha giocato bene le proprie carte: il Creme Coconut lava bene, fa un po’ di schiuma cremosa pur senza esagerare, ed effettivamente lascia la pelle abbastanza morbida.
Non direi più idratata, ma almeno non te la  secca.

A riprova del fatto che il doccia crema Creme Coconut è relativamente delicato, ho constatato che fatica un pochino a rimuovere gli oli dalla pelle.
Quando faccio il mio thalasso scrub casalingo, arrivo a fine doccia che sulla spugna non c’è praticamente più sapone.
Per me, promosso.

La differenza in termini di aggressività tra questo e un doccia schiuma ecobio è sostanziale? Ti dirò, no. A volte i detergenti ecobio semplicemente non lavano perchè formulati con tensioattivi troppo delicati. Altre volte possono essere ben più aggressivi di questo prodottino Nivea, in quanto esistono anche tensioattivi ecologici molto potenti e sgrassanti.

Mettiti in testa che aggressività e bioecocompatibilità non sono nè sinonimi nè contrari. Sono due variabili tra loro estranee.

    • Funziona?

Creme Coconut lava. Ed è esattamente quello che deve fare. Quindi si, funziona.
In più, non risulta troppo sgrassante sulla pelle, né irritante, e lascia un ottimo profumo.

    • Cosa mi è piaciuto

Oltre al prezzo, eccellente, noto che le nuove formulazioni Nivea guardano molto alla gradevolezza d’uso, che non guasta.

    • Cosa NON mi è piaciuto

Purtroppo il doccia crema Creme Coconut di Nivea è lontano dal potersi definire eco-friendly.

analisi inci – ingredients list

Inci-nivea-doccia-crema-creme-coconut-opinione-recensione

Come ti accennavo prima, questo doccia-crema di Nivea è sì un prodotto sintetico, ma adeguatamente addolcito e surgrassato da una combinazione di diversi tensioattivi e soprattutto da vari emollienti.

Il suo tensioattivo principale è il tanto temuto SLES, sodium laureth sulfate, molecola facilmente biodegradabile ma prodotta trattando un olio vegetale con ossido di etilene. Assolutamente innocuo a livello di tossicità, è stigmatizzato perchè piuttosto sgrassante e aggressivo (in alcune formulazioni) e per questo motivo viene bilanciato da altri tensioattivi più delicati.
Classicamente, Nivea addensa e bilancia lo SLES con una betaina (cocamidopropryl betaine), tensioattivo leggermente più impattante sull’ambiente, ma già più delicato sulla pelle.

La formula e surgrassata e addolcita dal PEG-7 glyceryl cocoate, emolliente che attenua l’aggressività dei tensioattivi sulla pelle.
Ho parlato male dei PEG qui, in quanto si tratta di molecole denaturate dall’ossido di etilene, le cui scorie non sono proprio un toccasana, nè per noi nè per l’ambiente.
Il numero 7 ti dice che per ogni molecola di glyceryl cocoate ce ne sono 7 di ossido di etilene. In questo caso abbiamo acidi grassi del cocco etossilati.
Personalmente, se il numero he accompagna il PEG è basso, e l’ingrediente non è ai primi posti, non mi faccio grossi problemi.

Fin qui, il Creme Coconut non ha nulla di diverso dal doccia-olio-crema Diamond Touch Nivea già recensito qui.
Ma. Ma la formula prosegue molto meglio!
Troviamo la glicerina e l’olio di jojoba, per addolcire e tamponare ancora l’aggressività dei tensioattivi, e poi tutta la schiera di emulsionanti e solubilizzanti vari (alcuni orridi PEG dai numeri altissimi, pur in quantità infinitesimali).

Il sistema conservante dei bagnoschiuma Nivea mi piace molto: non contiene EDTA, non ci sono i tanto temuti parabeni (che a me non danno fastidio, ma a tanta gente si, e nemmeno loro sanno perchè) e soprattutto non contiene cessori di formaldeide.
Il conservante sodium benzoate viene infatti utilizzato anche nella cosmesi ecobiologica.

Una curiosità: se guardi l’inci, tra la glicerina e l’olio di jojoba puoi trovare il glyceryl glucoside. Sai cos’è? È la molecola di gluco-gliceridi che compone la tecnologia idratante Hydra IQ, molto pubblicizzata dai prodotti Nivea.
Questa molecola stimola l’attività delle acquaporine, canali proteici che fanno passare l’acqua attraverso le cellule cutanee, migliorandone l’idratazione.

  • Bioecocompatibile? No, contiene ingredienti di sintesi potenzialmente inquinanti e non dermoaffini.
  • Certificato ecobio? No.
  • Vegan? Si
  • Halal? Non è certificato idoneo per consumatori di fede islamica

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *