Come-acquistare-cosmetici-online-macrolibrarsi

Macrolibrarsi – come acquistare cosmetici online N.1

Per il primo articolo della rubrica “Come acquistare cosmetici online“, vorrei parlare di Macrolibrarsi, un sito che ho citato più volte in diverse recensioni e in diverse puntate di Mitologia Cosmetica.
La focalizzazione di Macrolibrarsi verte su tutto ciò che può abbinarsi ad uno stile di vita più “naturale”, consapevole, ed etico. Potremmo dire che ha un approccio abbastanza olistico e non tratta espressamente solo di cosmetici.

In mezzo a diverse aree tematiche, tra cui spiccano i libri della casa editrice Macro Edizioni, Macrolibrarsi offre una nutrita sezione “erboristeria” nella quale ho contato diverse decine di marche di cosmesi più o meno ecobiologica e naturale: Fitocose, Bioearth, Weleda e La Saponaria bastino da esempio per tutte.
Insomma, un’ampissima gamma per poter fare acquisti diversificati da un unico sito con un unico ordine. Il che sicuramente risulta un punto a favore di Macrolibrarsi ed è uno dei motivi per cui io stessa acquisto spesso da loro.

Infatti, leggendo questo articolo ti racconterò come si sono svolti due miei ordini, dato che credo che utilizzare un servizio sia l’unico modo per poter esprimere un’opinione veritiera su di esso. Sottolineo che l’azienda non sa nulla di questa rubrica e che non era a conoscenza che tali ordini fossero destinati a me, intesa come voce narrante di questo blog.

Come-acquistare-cosmetici-online-macrolibrarsi

Com’è andata quando ho ordinato io?

Partiamo dalle cose divertenti, cioè i miei ordini. Il giudizio non può che essere positivo: rapidi ed efficienti.

Il primo è interessante perchè ho ordinato in un giorno festivo, giusto per vedere come sarebbe andata.
Ordine inoltrato la mattina dell’8 dicembre, quindi inevitabilmente elaborato il 9.
La consegna? Rapidissima, il 10 dicembre.

Per amore di cronaca, il mio haul è stato il seguente:

Come-acquistare-cosmetici-online-macrolibrarsi

Secondo ordine: 9 gennaio. Un sabato sera, ore 20. Il 10 era domenica e comprensibilmente da Macrolibrarsi stanno a casa. Ordine elaborato l’11 gennaio e arrivato da me il 13.
Dinamica ineccepibile, solo un giorno in più rispetto all’ordine di dicembre.

Cosa ho preso:

Come-acquistare-cosmetici-online-macrolibrarsi

Considerazioni ulteriori

I pacchi arrivano integri, ben confezionati e con un imballo protettivo adeguato alla fragilità delle confezioni.
Una caratteristica costante degli ordini fatti da Macrolibrarsi è che per ogni ordine potrebbero arrivarti due (o eventualmente più) pacchi distinti.

Come-acquistare-cosmetici-online-macrolibrarsi
Inizialmente la cosa può sembrarti uno spreco, ma se ci pensi c’è un validissimo motivo: in entrambi i miei ordini c’erano prodotti che arrivavano dalla dispensa alimentare (gli integratori e l’olio di cocco) e altri prodotti che invece partivano dal magazzino cosmetico (ovviamente, i cosmetici).
Infatti, anche i fogli contenenti il riepilogo dell’ordine sono arrivati separatamente.

Qui sotto c’è la foto dei documenti di riepilogo del mio secondo ordine:  l’olio di cocco è arrivato con scatola e foglio a parte, in quanto fornito dalla dispensa alimentare, e così ho sovrapposto i due documenti in foto per rimettere insieme tutto.

Sul primo documento trovi il gel schiarente e la crema rassodante coi loro relativi prezzi, nonchè uno storno di 0,92 euro dovuto alla conversione del mio saldo punti in credito (avevo 92 punti, quindi 92 centesimi di credito). Nel momento in cui leggi questo articolo, il saldo punti deve essere di almeno 500 punti per poter essere convertito. Ne parlo piú avanti.

Come-acquistare-cosmetici-online-macrolibrarsi

SPese di spedizione

  • spedizione gratuita a partire da 29 euro di spesa. Una delle soglie più basse che mi siano capitate di vedere nei siti che vendono cosmetici
  • sotto i 29 euro, la spedizione costa 5 euro e rotti, non economicissima, ma nemmeno tra le piú care
  • si può pagare in contanti alla consegna del pacco, senza alcun costo aggiuntivo. Questo è un altro bellissimo bonus, visto che di solito il pagamento in contrassegno al corriere viene fatto pagare dalla maggior parte delle aziende con costi ulteriori che vanno dai 2 ai 5 euro

Che tipologia di pagamento viene accettata su macrolibrarsi?

  • Tutte le carte di credito, che vengono accettate attraverso un POS virtuale sul sito di Banca Sella, compresa Poste Pay che rientra nelle carte a circuito Visa
  • Paypal, attraverso cui utilizzare tutte le carte di credito riconosciute senza trasmettere alcun dato finanziario al venditore. Normalmente è la mia opzione preferita
  • contrassegno, appunto la consegna dei contanti (precisi) al corriere che ci consegna il pacco.

Macrolibrarsi ha una Fidelity Card o una raccolta punti?

Macrolibrarsi offre una raccolta punti che permette di convertire i punti accumulati in soldi da utilizzare per gli acquisti successivi.
Ogni euro speso, vale un punto. Ogni recensione lasciata vale 5 punti.
Ogni punto, vale un centesimo di sconto. Ecco perchè nella foto che hai visto c’era uno sconto di 92 centesimi!
Fino a qualche settimana fa, qualsiasi ammontare di punti poteva essere convertito in credito (come vedrai anche dal secondo dei miei ordini), ma ultimamente le condizioni sono cambiate.
Da febbraio 2016 avere almeno 500 punti per poterli convertire in soldi, per avere quindi almeno 5 euro di sconto sul prossimo acquisto.
Non molto, ma si tratta comunque di un piccolo incentivo equivalente, se non migliore, a molte altre fidelity card che ho visto in giro.
Difficile arrivare a 500 punti? Ricorda che oltre ai cosmetici vendono libri, alimenti e oggettistica.

Raccolta punti a parte, Macrolibrarsi offre di continuo omaggi e omaggini, soprattutto libri in pdf, tra cui poter scegliere in base al periodo in cui si fa l’ordine.

Caratteristiche area clienti.

L’area clienti di Macrolibrarsi è il paradiso per chi ha manie di ordine nella vita e anche nello shopping: oltre alla possibilità di salvare una lista di preferiti (una sorta di wishlist dove ammucchiare tutta la roba che ti interessa e che non vuoi ancora comprare), c’è anche la possibilità di salvare i carrelli.
Praticamente metti della roba nel carrello, abbinandola secondo tuo gusto, ad esempio per arrivare alla soglia delle spese di spedizione gratuite, e poi salvi il carrello, dandogli anche un nome.
Ne crei un altro e così via.
Salvo poi dimenticarti nei mesi successivi che hai già diviso la roba che ti serve in comodi e ordinati carrelli d’acquisto.
È utile farsi l’account cliente anche solo per poter riordinare i propri acquisti a piacere. Lo trovo rilassante.
Ovviamente, è presente la sezione dove visualizzare lo storico dei tuoi ordini, la modifica dei dati, il saldo punti, e le tue recensioni.

L’area “wishlist” ha invece una funzione leggermente diversa rispetto alla lista dei desideri classica (per quella c’è già la lista preferiti). I prodotti in wishlist mancano in magazzino e Macrolibrarsi ti avverte quando tornano disponibili e puoi acquistarli.

Inoltre, su Macrolibrarsi è possibile donare e ricevere Gift Card, anche via mail. Per la serie, domani è il compleanno di tua mamma e non sai cosa regalarle? Per di più sei lontana da casa perchè stai facendo la ricercatrice al Polo Sud coi pinguini? Compri una Gift Card dell’importo che vuoi (da 10 a 300 euro) e le arriva via mail il giorno che desideri tu.
Così lei avrà un codice per acquistare tutte le cose che preferisce, senza che tu le faccia il solito regalo triste con 3 mesi di ritardo.
Ovvio, questo presuppone che tua mamma sappia usare la mail. Ma non complichiamo le cose.

Consiglio Macrolibrarsi?

Decisamente si! Servizio eccezionale e di qualità.

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

11 pensieri su “Macrolibrarsi – come acquistare cosmetici online N.1

  1. Maria Cristina says:

    Ciao, Macrolibrarsi è il mio sito preferito in assoluto!!! Sono due anni che compro assiduamente da loro… faccio in media due ordini al mese e quasi sempre riesco ad ottenere lo sconto del 15% superando la cifra richiesta. Adoro Macrolibrarsi e ogni volta che ne “sento” parlare devo per forza commentare perché è il mio sito delle meraviglie! Ogni giorno aggiungono novità e quando mi occorre qualsiasi cosa prima di tutto la cerco su questo sito perché hanno veramente di tutto, anche le cose che meno ti aspetti! Non avendo un blog, ne un sito, ne un canale youtube non posso decantare le lodi in maniera pubblica e così, quando ne ho l’occasione, commento le recensioni di altri… se lo meritano! Sono davvero persone eccezionali, cortesi e sempre attente e disponibili per qualsiasi dubbio o consiglio da dare o da ascoltare. Ogni volta che c’è stato un problema nella consegna dei pacchi, o un prodotto rotto o qualsiasi altra cosa, mi hanno sempre offerto un buono per il rimborso e quasi sempre maggiore del valore effettivo… che dire?! Un sito che consiglio di cuore a tutti! <3

    • Dorothy says:

      Ciao Maria Cristina! Sono contenta di non essere la sola ad apprezzare il loro modo di gestire il servizio che offrono, condivido pienamente la tua opinione. 🙂
      Io apprezzo molto soprattutto la sezione libri e quella cosmetica, ma immagino che tu per soendere cifre consistenti con una certa frequenza ti rifornisci anche a livello alimentare!
      Andando totalmente off topic, credo proprio che le sementi di basilico per la mia produzione annuale quest’anno saranno le loro 🙂

  2. Maria Cristina says:

    Ciao Dorothy! Compro da loro quasi tutti i cosmetici (quelli che uso abitualmente e che loro non hanno li ho già richiesti tramite e-mail e spero li prendano in futuro), il collirio, i fiori di bach, l’olio per il contorno occhi e quello per il viso, la crema per il seno, tutto di Remedia Erbe che se non hai mai usato ti consiglio vivamente di provare (io li ho già comprati e ricomprati). Ho acquistato quasi tutte le acque profumate di Olfattiva (adoro Samadhi), il profumo Tuffo a Cala Sabina, il roll-on patchouli e il deodorante per la macchina Buonumore. Vari saponi della Saponaria, le creme mani ed i suoi meravigliosi idrolati… mi piace quello di lavanda in particolare, lo metto in una boccettina spray e lo uso come tonico spruzzandolo direttamente sul viso! Queste tre marche italiane te le consiglio di cuore! Compro infine parecchi prodotti alimentari come farine, cereali, legumi, sale rosa e tanti altri prodotti per vegetariani. …oltre ai vari libri ovviamente!!!

  3. Stefania says:

    Arrivo dopo un po’, ma sto leggendo tutti i tuoi articoli piano piano, nelle brevi pause che mi prendo durante la mia giornata lavorativa.
    Ho letto che usi la vitamina E pura per evitare l’irrancidimento degli oli vegetali puri … Meravigliosa scoperta, questa!
    Sto litigando da mesi con l’olio di ribes nero, che in un attimo si irrancidisce …
    Lo metto in frigo e ne tengo solo un pochino nel mio armadietto del bagno in un boccettino di vetro scuro, da cui mattina e sera prelevo qualche goccia. Eppure difficilmente arrivo alla fine del boccettino con l’olio integro, di solito ad un certo punto puzza come non mai, lo devo buttare e prelevarne di nuovo dal flacone in frigo.
    Quindi, Dorothy, esattamente come fai? Aggiungi qualche goccia al flacone e sei a posto?
    Ma pensa te … ne sai più del diavolo!!! 🙂

    • Dorothy says:

      Ciao Stefania! 🙂
      Per evitare l’irrancidimento degli oli basta aggiungere tocoferolo tra lo 0,5 e il 2% del peso totale. Si può usare benissimo a percentuali maggiori, e a quel punto è anche decisamente curativo per la pelle (antiossidante, emolliente, cicatrizzante), MA se lo prendi ti renderai conto che ha un difetto: è vischioso da impazzire. Quindi più ne metti, più l’olio di base diventa meno spandibile.
      Quando usi l’olio fai sempre attenzione che sia davvero rancido anche il contenuto e non solo magari il residuo intorno all’apertura della boccetta. A me capitava la stessa cosa con l’olio di mandorle: il collo della bottiglietta inizia a puzzare ma se verso l’olio sulla mano è ancora perfetto. 😉
      Buona serata!
      Dorothy

      • Stefania says:

        Grazie, come sempre, della cura e velocità delle tue risposte!
        Ho capito. Magari ci provo.
        Nel caso del mio olio di ribes nero, l’irrancidimento è evidente, proprio perché puzza sulla faccia, lo si sente subito appena spalmato: fa un po’ schifo 🙁
        Al prossimo ordine su Macrolibrarsi, prendo il tocoferolo e vedo se poi riesco a stendere l’olio.
        Così, a occhio, In un boccettino piccolo (10 ml) quante gocce di vit. E dovrei aggiungere?
        Buona giornata!
        Stefania

        • Dorothy says:

          Ciao Stafania! Se senti puzza di rancido quando lo spalmi allora proprio si, è andato…
          Quando prenderai la vitamina E ti renderai subito conto che è impossibile misurarla in gocce: ha la consistenza del miele 😉
          Considerando che ne basta l’1% sul totale (su 10 ml di olio sarebbero meno di 0,1 grammi) ti direi che ad occhio va bene farcene cadere giusto un filo, senza preoccuparti della precisione anche se ne scendesse qualcosa in più. L’alternativa è dotarsi di bilancino di precisione, oppure lavorare su quantità più grosse 😉

          Un abbraccio e buona giornata!
          Dorothy

  4. Maria Iannaccone says:

    …. e credo di avere conosciuto Macrolibrarsi, proprio grazie alle tue recensioni!! Quindi, doppio grazie. Anche per l’ebook sui solari, sempre che riesca a scaricarlo!! 🙂

  5. olta says:

    Ciao Dorothy, a proposito di acquisti online, mi piacerebbe conoscere la tua opinione sul sito Aroma-Zone, nel caso tu l’abbia mai utilizzato. Stavo leggendo il tuo articolo sull’olio di rosa mosqueta, perché tra breve devo fare un intervento, e poi, successivamente, ho visto che su Aroma-Zone costa molto meno e mi domandavo se dipende dalla qualità o ci potrebbe essere, come spero, qualche altra spiegazione :))

    • Dorothy says:

      Ciao Olta,
      Personalmente non acquisto mai su Aroma Zone, semplicemente perchè, se non è cambiato nulla negli ultimi anni, è un sito dedicato soprattutto all’autoproduzione cosmetica, argomento e pratica di cui non mi occupo.
      Il costo degli oli vegetali varia molto in base a diversi parametri: Paese di provenienza, metodo di estrazione, agricoltura biologica o meno, qualità della pianta, raffinazione, politiche di prezzo aziendali.
      Al netto di tutte queste cose, il consiglio è sempre quello di assicurarsi, soprattutto se per scopi terapeutici, che il proprio olio sia spremuto a freddo, non raffinato e non lavorato in nessun modo. Questo tuttavia lo rende delicatissimo e rancescibile in estrema rapidità.
      L’unica cosa che ha senso fare è chiedere ad Aroma Zone le caratteristiche del loro olio e, in parallelo, i motivi dei prezzi più alti alle altre aziende che, nello specifico, potrebbero interessarti. Per dire, ItalChile è probabilmente la più cara in assoluto ma a livello di qualità, contolli e certificazioni è quasi imbattibile.

      Buona serata, a presto,
      Dorothy Danielle

  6. olta says:

    Grazie Dorothy 🙂 Alla fine penso che andrò con ItalChile visto che in questo caso non è il caso di rischiare.
    Riguardo Aromazone, niente è cambiato, è sempre un sito dedicato all’autoproduzione, ma io ogni tanto ci compro qualche olio essenziale o qualche argilla o altre “polveri” insomma 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *