Farmacisti-preparatori-glicolico-complex-10-rinnovatore-opinione-recensione-inci

Farmacisti Preparatori – gel glicolico complex 10% rinnovatore – opinione e INCI

gel all’acido glicolico 10% Unifarco Farmacisti Preparatori – caratteristiche

  • Cos’è – gel lozione con il 10% di acido glicolico per il rinnovamente della pelle
  • Cosa promette – Leviga e rinnova in superficie, rende la grana della pelle più fine, rende il colorito più omogeneo e luminoso, nel rispetto dell’equilibrio della pelle
  • Prezzo / quantità
  • Descrizione – gel fluido trasparente in flacone di vetro con pipetta dosatrice. Ogni farmacia della Rete Farmacisti Preparatori appone un’etichetta differente e personalizzata col nome della farmacia, pertanto potrai trovarlo con le vesti più disparate.

Farmacisti-preparatori-glicolico-complex-10-rinnovatore-opinione-recensione-inci

valutazione

💚 Molto Buono – bel prodotto, semplice e funzionale. Peccato solo per quella goccina di alcool di troppo…

a chi lo consiglio?

Credo sia importantissimo dire chi NON deve usare questo prodotto, nè altri analoghi: l’acido glicolico a percentuali esfolianti NON fa per te se hai la pelle sensibile, reattiva e irritabile. NON va bene nemmeno se hai un’infiammazione (acne, dermatite, couperose ecc…) in atto.

L’acido glicolico al 10% va benissimo per te se hai una pelle sana, non stai prendendo il sole nè stai facendo uso di lampade. È utilissimo a partire dai 20 anni, durante l’inverno, per rinnovare la pelle, renderla omogenea e aiutare l’assorbimento dei trattamenti successivi.

dove si compra?

  • online qui e in molti altri store
  • nelle farmacie che rivendono i prodotti Unifarco

recensione d’uso

Glicolico-10-farmacisti-preparatori-Unifarco-inci-recensione-opinione

Prima di tutto, come utilizzare il gel all’acido glicolico? Trattandosi di un gel liquido che si assorbe quasi istantaneamente, considera il Rinnovatore Glicolico Complex 10% di Unifarco come una lozione acida da utilizzare prima del tonico idratante.

Mi spiego meglio. È sera. Prendi il tuo magnifico detergente in burro/olio/crema, ti lavi il viso col pannetto in mussola (se non sai di cosa sto parlando forse è bene che leggi questo articolo: Scommettiamo che non sai lavarti la faccia? 😉) e asciughi.
A quel punto, anzichè raccattare il tuo tonico idratante preferito, prendi uno zic di gel al glicolico e lo stendi meticolosamente su viso e collo evitando il contorno occhi (ripeto: evitando il contorno occhi). Passane un goccino anche sulle labbra.

A questo punto aspetti due-tre minuti prima di vaporizzare sul viso il tonico idratante e procedere alla tua solita routine serale. Credo fermamente che aspettare qualche minuto sia il modo migliore di lasciarlo agire e coccolare poi la pelle, estremamente ricettiva, coi migliori prodotti a tua disposizione.

Durante l’inverno, l’applicazione costante di piccole quantità di acidi esfolianti in percentuali contenute permette di evitare gli scrub, irritanti, spesso inquinanti e difficilmente modulabili sulla pelle.
In compenso, i risultati sono certamente maggiori: vedrai una riduzione progressiva di macchie e piccole cicatrici, la grana della pelle diventerà più fine e compatta, la pelle sarà più liscia e idratata.

Questo gel formulato dai Farmacisti Preparatori non dà sensazione di bruciore nè particolari arrossamenti, in quanto l’acido glicolico è già tamponato.
Ovviamente, se utilizzi solo questo, a lungo andare potrai soffrire di secchezza e disidratazione.

    • Funziona?

Ovviamente si, l’acido glicolico è una garanzia in tema di rinnovamento della pelle

    • Cosa mi è piaciuto

L’associazione di acido glicolico e acido lattobionico, la consistenza molto leggera e l’assenza di reazioni avverse.

    • Cosa NON mi è piaciuto

Troppo alcool in formula

analisi inci – ingredients list

Inci-acido-glicolico-10-gel-unifarco-farmacisti-preparatori-opinione-recensione

La formulazione del gel rinnovatore glicolico complex 10% si rivela una formula molto classica per questa tipologia di esfolianti, a base di acqua e alcool dentaurato, certamente un connubio poco adatto alle pelli irritate e sensibili.

L’acido glicolico, in buona percentuale rinnovatrice (il 10% appunto) segue immediatamente ed è tamponato dal sodium hydroxyde, in modo tale da mantenere intatta la propria efficacia limitando molto i fastidi tradizionalmente legati all’uso di alfaidrossiacidi (bruciore ecc…).
Il glicolico viene accompagnato in formula dal poco noto lactobionic acid, acido lattobionico, un altro AHA antiossidante e rinnovatore particolarmente indicato anche per pelli sensibili.

Il gel è reso più delicato sulla pelle da piccoli accorgimenti, quali l’aggiunta di glicerina, allantoina e acido ialuronico, che contribuiscono all’azione idratante del glicolico contrastando quella disseccante dell’alcool.

Come spesso accade, troviamo purtroppo come chelante il disodium EDTA, che solubilizza i metalli pesanti in mare risultando ittotossico.

  • Bioecocompatibile? solo in parte
  • Certificato ecobio? No.
  • Vegan? si
  • Halal? Non è certificato idoneo per consumatori di fede islamica

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

22 pensieri su “Farmacisti Preparatori – gel glicolico complex 10% rinnovatore – opinione e INCI

  1. Tamara says:

    Ho 43 anni ,in generale mi reputo fortunata per la mia pelle, che, grazie all’eredità genetica:-), non è segnata, se non nel contorno occhi.
    Non ho mai provato trattamenti al glicolico, proprio perché ho una pelle molto sensibile, però magari tu riesci a consigliarmi un trattamento di leggermente esfoliante da seguire?Qualcosa di non particolarmente aggressivo? In questo periodo vedo la mia pelle un po’ spenta…Grazie in anticipo

    • Dorothy says:

      Ciao Tamara, in generale i trattamenti a base di alfaidrossiacidi sono contoindicati sulle pelli sensibili, reattive o irritate. Ovviamente tu conosci la tua pelle meglio di chiunque altro e puoi valutare se è il caso o meno di approcciarti a questa tipologia di prodotto.
      Nel caso, esistono comunque dei prodotti a percentuale ridotta che eventualmente puoi provare se ritieni che la tua pelle li potrebbe reggere tranquillamente.

      Non posso ovviamente indicarti il nome di un prodotto specifico fuori da una consulenza privata, spero che capirai, sarebbe davvero poco professionale da parte mia e rischioso per te, visto che non ho le necessarie informazioni sulla tua pelle e sulle tue abitudini per poter scegliere a colpo sicuro.
      Ogni prodotto potrebbe essere potenzialmente controindicato e per chi non vuole/non può permettersi una consulenza spero di cuore di riuscire a dare quante più indicazioni possibile sul blog per rendere possibile una scelta in completa autonomia.

      Personalmente nel tuo caso partirei da una buona pulizia con la salvietta in mussola, che contribuisce moltissimo al naturale turnover cellulare e a mantenere la pelle pulita e luminosa.
      Dorothy

  2. Tamara says:

    Ciao Dorothy,
    ci mancherebbe, non volevo che mi indicassi il nome di un prodotto specifico, con la tua risposta sulla salvietta in mussola hai risposto esaustivamente alla mia domanda. Forse mi ero espressa male, volevo proprio sapere in generale come mi consigliavi di esfoliare delicatamente la pelle del viso e lo hai fatto 😉 grazie e scusa per il fraintendimento. Buona giornata

    • Dorothy says:

      Tranquillissima, non scusarti, io purtroppo sono costretta a mettere spesso in chiaro questa cosa davanti a domande “fraintendibili”, alle quali rispondo meglio che posso senza andare nello specifico. Su 100 volte che mi capita, c’è un caso eccezionale come te che aveva già intuito la cosa, personami tu 🙂
      Buona giornata!
      Dorothy

      • Tamara says:

        Guarda, io,come lettrice, sono profondamente grata a te e a tutte quelle scrittrici di blog che mettono le proprie conoscenze ed esperienze a disposizione di tutti, non è un impegno da poco,quindi grazie ancora!

  3. Giusi says:

    Ciao Dorothy,
    Grazie per la segnalazione. Quindi in estate questo tipo di trattamenti è sconsigliato? Anche facendolo la sera?

    Hai qualche Peeling agli acidi da consigliarmi in vista di un viaggio a Londra (o qualche altro prodotto imperdibile che si trova nella capitale inglese?)

    Grazie mille
    Buona giornata

    • Dorothy says:

      Ciao Giusi, hai centrato in pieno: l’acido glicolico va interrotto tassativamente due settimane prima dell’esposizione solare (o delle lampade, per chi ha il coraggio di farsene) per permettere allo strato corneo di rigenerarsi pienamente e non rendere deficitarie le normali difese della pelle.

      Dunque, prodotti davvero imperdibili all’estero ormai direi che non ce ne sono praticamente più (sicuramente mi sbaglio se consideriamo le piccole aziende di cosmesi eccezionali che abbiamo in Italia e che sicuramente ci sono anche in GB, ma che purtroppo non conosco così come difficilmente le loro professioniste conoscono Fitocose o Alchimia Natura)… Sicuramente ci sono tante cose carine che varrebbe la pena provare, ma c’è un grande insormontabile MA: non posso indicarti il nome di un prodotto specifico senza sapere nulla della tua pelle e delle tue abitudini dermocosmetiche, cosa che in una consulenza richiede decine e decine di domande per poter scrivere nomi e marche a colpo sicuro, spero che capirai, sarebbe davvero poco professionale da parte mia e rischioso per te.
      Dorothy

      • Giusi says:

        Dorothy, vorrei chiarire ancora una cosa: con esposizione al sole intendi anche una passeggiata di 10 minuti in primavera? Non il classico di luglio: mi metto al sole per abbronzarmi?

        Capisco perfettamente il tuo discorso sulla professionalità, non compatibile con l’indicazione di prodotti “a caso” perché ciò che fa bene a una persona potrebbe danneggiare un’altra. Continuerò a seguire il tuo blog sperimentando e cercando di imparare. Sono contenta comunque di aver ripreso a curare e idratare la mia pelle, che ritenevo ormai un caso impossibile prima di trovare il tuo blog (causa di decine di prodotti totalmente sbagliati per il mio tipo di pelle).

        Ti ringrazio per questo e per il tempo è la passione che dedichi ad aggiornare il blog!
        Un abbraccio
        Giusi

        • Dorothy says:

          Ti ringrazio tantissimo per le belle parole 🙂 davvero, dopo una lunga giornata fanno proprio piacere e da un certo punto di vista spronano anche a condividere più indicazioni e informazioni possibili…
          Dunque, la passeggiata di 10 minuti non crea problemi, l’importante è non mettersi proprio fermi (anche una mezz’ora su una panchina può fare la differenza tra scottarsi o meno) al sole nelle ore centrali.
          Dato che il trattamento al glicolico stimola un rinnovamento più rapido della pelle, la cute si trova con un nuovo vestito molto delicato che non è il caso di andare a intaccare.
          Una buona idea durante la mezza stagione (in cui c’è più sole, si sta ancora trattando col glicolico e ancora non ci si espone intenzionalmente) può essere l’uso di creme da giorno o fondotinta con biossido di titanio e ossido di zinco (filtri fisici).
          Un abbraccio anche a te! ☺️
          Dorothy

  4. Marta says:

    Ciao Dorothy :). Oggi ripesco tuoi vecchi post perché mi sto informando sulla questione acido glicolico&co, anche se so che non è la stagione, eh, non intendo fare stupidaggini con il sole. Secondo te anche settembre è troppo presto? Mi spaventa un po’ utilizzare un acido da sola (ma io ho problemi anche a farmi una tinta in casa :D), anche perché sento di non saper capire bene la mia pelle… magari più avanti ti chiederò una consulenza vera e propria cosi’ mi aiuterai a capire se/quando/come lanciarmi in un trattamento di questo tipo. 🙂 Buon fine settimana!

    • Dorothy says:

      Ciao Marta, dipende tutto dalle tue esigenze e dalla percentuale di acido contenuta nel prodotto. Ad esempio anche durante l’estate si possono fare delle maschere con piccole percentuali di acido glicolico che rinnovano e illuminano lo strato piú superficiale della pelle permettendo un’abbronzatura più omogenea e duratura senza aggredire troppo la pelle.
      A settembre, se non ti esponi più e la tua pelle è sana, ricominciare d applicare il glicolico va benissimo (anche non tutte le sere, bisogna valutare il cado), tenendo tuttavia a mente che l’abbronzatura così facendo sparisce in qualche giorno.
      Riguardo al tuo timore, più che comprensibile, puoi stare tranquilla nell’uso del glicolico fino al 10%, perchè ti dà il tempo di sciacquarlo con calma se dà troppo fastidio e, visto che sei intelligente, non puoi fare reali danni. 😉
      Buonanotte
      Dorothy

  5. Angela says:

    Ciao Dorothy, ho acquistato questo gel e sto aspettando la fine dell’estate per utilizzarlo! So che esistono prodotti specifici per il corpo,ma secondo te posso utilizzarlo? Grazie!

    • Dorothy says:

      Ciao Angela, dici utilizzarlo per il corpo? Nessun problema, anzi, se la tua pelle tollera bene i peeling va benissimo e puoi tenerlo in posa più a lungo rispetto al viso, ma almeno per le prime volte ti consiglierei di rimuoverlo per evitare reazioni irritative.
      Buona serata,
      Dorothy

      • Angela says:

        Sì,intendevo usarlo per il corpo. In realtà non ho mai usato acidi sul corpo,sul viso solo quello di bottega verde e non ho avuto problemi. In ogni caso proverò ad usarlo prima su una piccola zona sia del corpo che del viso per testarne la tollerabilità.Pero’ non ho capito come devo rimuoverlo? Sul viso consigli di spruzzare del tonico dopo qualche minuto di attesa e procedere con la skincare( che se nn ho capito male dopo acido e tonico prosegue con siero e crema) invece sul corpo dopo aver tenuto l’acido in posa che faccio? Grazie ancora e buona serata!

        • Dorothy says:

          Ciao Angela,
          Per evitare di doverti mettere in doccia dopo aver applicato un acido, considerando che si tratta di una concentrazione tutto sommato blanda per il corpo, credo che con un test di prova dovresti riuscire a vedere se la tua pelle regge bene un prodotto del genere in applicazioni leave on.
          Qualora dovessi notare eccessivo fastidio o arrossamenti, sciacqua via tutto e applica una pomata lenitiva (tipo lo Skin Food di Weleda).
          Buona serata!
          Dorothy

          • Angela says:

            Ciao Dorothy! Ok,allora se nn ho problemi sul corpo,dopo aver messo l’acido e aspettato un po’ posso mettere la mia abituale crema corpo,giusto? Comunque per me sei la Bibbia cosmetologica! Da quanto ti leggo lavo il viso credo in maniera discreta: struccante bifasico(solo se sono truccata ) poi mi lavo la faccia,passo il latte detergente sul viso umido e lo rimuovo con la mussola,continuo con il tonico,siero e crema! Quasi tutti prodotti da te ben recensiti! Ti saprò dire più in là se la mia pelle migliora 🙂 Al momento ho il ghassoul in testa! Primo tentativo nn tanto riuscito, questa volta ho barato un po’. Ho lavato i capelli con uno shampoo bio e poi applicato il ghassoul! Spero che mi aiuti a tenere a bada il sebo qualche giorno in più! Scusa il messaggio così lungo! Grazie mille per i tuoi preziosi consigli!!

          • Dorothy says:

            Ciao Angela,
            Grazie a te per la tua squisita gentilezza!
            Se lasci agire il gel di glicolico almeno 15-20 minuti (parlo per le gambe) e poi applichi la tua crema corpo abituale, va benissimo, sono sicura che nel giro di una settimana noterai una considerevole differenza!
            Fammi sapere più avanti se hai dei miglioramenti col cambiamento che hai portato alla tua Skincare, mi farebbe piacere.

            Buona serata,
            Dorothy

  6. Chiara says:

    Ciao.
    Scrivi che, dopo averlo steso, “A questo punto aspetti due-tre minuti prima di vaporizzare sul viso il tonico idratante e procedere alla tua solita routine serale. Credo fermamente che aspettare qualche minuto sia il modo migliore di lasciarlo agire e coccolare poi la pelle, estremamente ricettiva, coi migliori prodotti a tua disposizione.”: cioè, se non capisco male, stai consigliando di usarlo come “preparatore-simil veicolante” per le creme che metteremo dopo sulla pelle?
    Te lo chiedo perché aspettare solo 2/3 minuti prima di applicare dell’altro sopra significa, se ho studiato bene gli acidi e la loro azione, disattivarne l’effetto. Io a ispirazione direi mezz’oretta e poi la routine serale.

    Attendo tue:-)))
    Ciao
    Chiara

    • Dorothy says:

      Ciao Chiara, tenere in posa mezz’ora un peeling di acido glicolico al 10% ogni sera equivale a ritrovarsi, se non in caso di pelle pachidermica, con facili dermatiti.
      2-3 minuti, estendibili al massimo ad una decina a seconda del tipo di pelle e delle esigenze specifiche, bastano e avanzano per avere il giusto rinnovamento quotidiano senza infastidire la pelle.
      Si potrebbe obiettare che a questo punto converrebbe applicare il peeling solo un paio di volte a settimana e tenerlo più a lungo, ma la differenza è sostanziale: un conto è pulire casa una volta alla settimana, un conto è fare poco ogni giorno. 😉
      Buona serata,
      Dorothy

      • Chiara says:

        Eccoci! Ben trovata:-)

        Mezz’ora era il consiglio datomi da dermatologi che ho conosciuto negli anni, forse perché la mia pelle è pachidermica, hehehehe!
        Certo, se un prodotto è tamponato poco e male, allora è troppo sempre e comunque.
        Comunque, io non sono una fan dell’esfolia-esfolia-esfolia.

        Da un paio d’anni vedo circolare confezioni di salviette imbevute con % di glicolico di 8% o 10%, vendute insieme alla salvietta imbevuta di soluzione per tamponare il glicolico dopo massimo 5 minuti. L’ho trovata una cosa ben fatta per tenere “pulita la pelle” senza esfoliare selvaggiamente, un protocollo a prova di errori, insomma. L’ho consigliato alle amiche – lo faceva la Kiko, per esempio, ma ora non più:-(

        Quello che però mi sta intrigando ultimamente è come usare&dosare (estemporaneamente) il glicolico a basse % come veicolante: non trovo materiale divulgativo nel merito, ma so che ci sono da non molto in commercio maschere viso (come una della Filorga penso sia la Night&peel) che combina il glicolico usato come vettore per veicolare i principi attivi contenuti nella emulsione. Il tutto combinato in modo da non attentare all’integrità cutanea.
        Tu ne sai qualche cosa?

        • Dorothy says:

          Ciao Chiara,
          Provo a risponderti semplificando al massimo per ovvi motivi di tempo e spazio, visto l’argomento molto tecnico che richiederebbe approfondimenti di un certo spessore.
          In generale ogni sostanza cheratolitica aiuta una maggiore penetrazione della skincare, semplicemente rimuovendo gli strati di cellule morte superficiali che altrimenti costituirebbero una notevole barriera. L’attività idratante sulle restanti cellule migliora poi il trofismo cutaneo rendendo la cute piú sana e di conseguenza più ricettiva, a differenza di solventi come alcool e glicoli, che più facilmente disidratano o sensibilizzano la cute.

          Credo che il consiglio dei dermatologi con cui hai parlato vada contestualizzato sotto diversi punti di vista, visto che i tempi di posa di un acido dipendono da moltissimi fattori: tipologia di acido, utilizzatore, pH del prodotto, concentrazione dell’acido, frequenza del trattamento, tipologia di pelle, obiettivi da raggiungere, e sicuramente sto dimenticando qualcosa.
          Per un rinnovamento quotidiano, questo prodotto basta e avanza se tenuto sulla pelle per pochi minuti, mezz’ora sarebbe davvero eccessiva.

          Buona serata,

          Dorothy

          Buona serata,m

          Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *