Farmacisti-preparatori-unifarco-siero-lifting-collagene-complex-opinione-recensione-inci

Farmacisti Preparatori – Siero Lifting Collagene Complex 10% – opinione e INCI

siero lifting collagene complex 10% unifarco – caratteristiche

  • Cos’è – siero antiage
  • Cosa promette – azione lifting rassodante e rigenerante. Stimola e protegge la produzione di collagene, rinforza la struttura del detma e contrasta lo stress ossidativo.
  • Prezzo / quantità – 50 ml per circa 23 euro
  • Descrizione – fluido dalla texture cremosa ma non grassa, profumazione delicatissima. Confezione con erogatore a pressione, etichetta variabile a seconda della farmacia rivenditrice.

Farmacisti-preparatori-unifarco-siero-lifting-collagene-complex-opinione-recensione-inci

valutazione

💛 Sufficiente – c’è un solo motivo per cui il siero lifting non è stato bocciato in tronco, e lo trovi giù nell’analisi inci.

a chi lo consiglio?

Se hai la pelle sensibilissima, hai provato qualsiasi prodotto ecobio e nulla (dico nulla) fa al caso tuo, ma hai comunque bisogno di un siero antiage, prova con questo.
Per tutte le altre: NO. VIA. ANDALE.

dove si compra?

  • qui e su altre farmacie online
  • nelle farmacie che aderiscono alla rete Farmacisti Preparatori

recensione d’uso

Siero-lifting-collagene-complex-opinione-recensione-inci-farmacisti-preparatori-unifarco

Il serum lifting collagene complex 10% dei Farmacisti Preparatori è un’emulsione a metà tra il fluido e il cremoso, che resta piuttosto leggera sulla pelle nonostante l’abbondanza di silicone in formula.

Gli attivi ci sono e si sentono, la pelle appare rassodata anche se non mi aspetterei miracoli, considerando che è difficile stabilire quale effetto positivo sia dovuto all’azione fittizia del silicone e quale all’effettiva attività degli attivi.

L’applicazione è ottimale sulla pelle appena appena umida di tonico (non bagnata come nel caso degli oli), perchè permette una maggiore idratazione cutanea e un migliore assorbimento.

    • Funziona?

La dicitura “rinforza la struttura del derma” è al limite dell’illegalità, un cosmetico difficilmente può fare qualcosa del genere (bisogna poi vedere cosa si intende per “rinforzare” e a cosa ci si riferisce quando si parla di “struttura del derma”. Le definizioni sono importanti).
In generale, ti puoi aspettare un miglioramento del trofismo cutaneo anche su pelle molto sensibile e una protezione a lungo termine dello stato di salute della pelle.
In questo senso, funziona.

    • Cosa mi è piaciuto

Gli attivi, e il fatto che Unifarco abbia formulato questo Siero Lifting pensando a pelli molto sensibili, effettuando tutti i test necessari.

    • Cosa NON mi è piaciuto

Il tripudio di plastica e di sostanze assolutamente non dermoaffini nè ecologiche.

analisi inci – ingredients list

Inci-siero-lifting-collagene-complex-farmacisti-preparatori-opinione-recensione

Leggendo la lista ingredienti, penserai che sono impazzita del tutto a non bocciare questo siero seduta stante.
E in effetti non hai tutti i torti, l’inci suona esattamente così: acqua, glicerina, silicone, silicone, silicone, amido di tapioca, silicone, silicone, attivi….

Un prodotto con un inci del genere è stato bocciato poco tempo fa (parlo del trattamento notte Phytovital di Bottega Verde, trovi la review qui), e allora perchè non bocciare anche questo?
O meglio, che differenza c’è tra i due prodotti per farmi ritenere questo dei Farmacisti Preparatori almeno sufficiente per le pelli molto allergiche e reattive?

Per risponderti, devo fare un passo indietro: alcune tipologie di pelle hanno reazioni allergiche tali da NON poter utilizzare gran parte della cosmesi ecobio.
È brutto, ma è così. Cosa facciamo? Mettiamo queste persone in quarantena e li lapidiamo per oltraggio a San Bio?
Ovviamente no, senza considerare che domani potremmo esserci noi nei loro panni, a ritrovarci con una bella dermatite.
Ecco, questi sono gli unici casi in cui ha ancora senso promuovere l’uso di cosmetici con formulazioni sintetiche. Gli attivi magari sono gli stessi che usi tu, ma la crema in cui sono disciolti/dispersi è un’emulsione acqua e siliconi, anzichè acqua e olio di Tasso Barbasso (si, esiste).

Il problema del trattamento notte Phytovital di Bottega Verde è che la sua formulazione non risulta adeguata nemmeno alle pelli reattive, a causa della profumazione con allergeni, e alla carenza di informazioni relative a eventuali test dermatologici. Insomma: non è un prodotto per pelle sensibile eppure è formulato con vagoni di plastica.

NEl caso del Siero Lifting Collagene Complex, invece,  i vagoni di plastica ci sono sempre, MA. Ma:
– la formula è priva di allergeni del profumo (il profumo c’è, poco ed evidentemente anallergico)
– È adatta agli allergici al nikel
– È adatta agli intolleranti al glutine (ammesso e non concesso che il glutine in un cosmetico possa dare problemi ai celiaci, non ho informazioni su questa cosa)
– È stata dermatologicamente testata su pelle sensibile

Quindi alla fine ecco la grande differenza tra due cosmetici apparentemente orrendi allo stesso modo: la sicurezza.
Ovvio, anche per chi ha allergie e pelle reattiva ci sono alternative migliori e più dermocompatibili, infatti questo siero dei Farmacisti Preparatori / Unifarco non va oltre la sufficienza, ma in caso proprio non si sopporti nient’altro, può essere un’opzione.

Infatti, anche le pelli sensibili invecchiano e hanno bisogno di contrastare i segni del tempo, e questo siero contiene diversi attivi molto interessanti:

  • cellule staminali della mela (malus domestica fruit cell culture extract), che in teoria dovrebbero stimolare la produzione di nuovo collagene
  • caffeina, che in un prodotto antiage dà giusto un po’ di tono alla pelle, ma la preferisco di gran lunga per il trattamento di cellulite e ritenzione idrica
  • Palmitoyl tripeptide-5, peptide composto di amminoacidi che stimolano la produzione di collagene
  • Ceramidi, ripristinano la barriera cutanea e riequilibrano l’idratazione della pelle
  • Colesterolo, che oltre ad essere un emulsionante aiuta a ripristinare il film idrolipidico cutaneo
  • Fosfolipidi, che ripristinano l’integrità della protezione cutanea, trattandosi dei principali componenti della nostra membrana cellulare
  • Vitamina E (tocopherol), antiossidante
  • Vitamina C in forma sia di acido ascorbico sia più stabile ed esterificata (ascorbyl palmitate)

Il leggero scintillio che vedi nella foto del prodotto sulla mia mano, è dovuto alla presenza di mica, che a null’altro serve se non a rendere le cose “shimmer”, glitterate.
Buono il sistema conservante, pessimo impatto ambientale del prodotto in generale.

  • Bioecocompatibile? No, contiene ingredienti potenzialmente inquinanti e non dermoaffini
  • Certificato ecobio? No.
  • Vegan? No.
  • Halal? Non è certificato idoneo per consumatori di fede islamica

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

4 pensieri su “Farmacisti Preparatori – Siero Lifting Collagene Complex 10% – opinione e INCI

  1. Maria Iannaccone says:

    Cara Dorothy buonanotte. Ho letteralmente divorato questa nuova recensione! Ho una vera e propria passione per i sieri viso. Capisco le motivazioni di tanto silicone inerte in un siero destinato a pelli molto sensibili; ma anche una semplice mistura di gel di aloe e olio (jojoba/mandorla/cartamo….), non può essere una base tollerata in cui poter sciogliere i principi attivi al posto dei soliti siliconi? Molto belle le ceramidi ed i peptidi, nelle mie preferenze personali. In merito alla celiachia, sul sito ACI (celiachia.it) avevo trovato tempo fa un’analisi, da cui emerge che tutti i prodotti per uso esterno in generale non comportano rischi per il celiaco e possono essere utilizzati in tranquillità. Dalle informazioni in mio possesso, la celiachia è una intolleranza alimentare che colpisce l’intestino tenue. Per quanto mi riguarda, quando una seria allergia mi ha colpita agli occhi, con violento e ripetuto bruciore e prurito, fino ai pomfi, secchezza ed alla desquamazione della palpebra superiore, l’unica crema che mi ha dato sollievo, idratazione è stata Lamelloderm di Just. ♡ Non contiene assolutamente siliconi!!

    • Dorothy says:

      Il problema delle sostanze vegetali e dermoaffini, come appunto l’aloe e gli oli che citi, è la loro interazione con la pelle: il fatto che influiscano sul metabolismo cellulalre può essere facilmente causa di reazioni allegiche su pelli predisposte. I siliconi, invece, sono del tutto inerti.
      Sulla celiachia, ho più o meno le stesse informazioni che hai riportato tu, quindi confermo il mio sospetto che scrivere “senza glutine” su un cosmetico sia in qualche modo sbagliato e fuorviante. 😉
      Mi spiace invece dirti che qui non vedrai mai consigliate aziende che vendono solo tramite presentatrice: Just e compagnia, considerando l’assurdità del loro metodo di vendita, l’assoluta incompetenza della maggior oarte delle presentatrici, e la leva su amici e conoscenti, a mio avviso non bisognerebbe lasciare loro neppure un centesimo 😉

      • Maria Iannaccone says:

        Ciao Dorothy buongiorno e grazie per l’informazione in più. Finora, dalle persone accanite del “totalmente naturale’ con cui ho avuto modo di interagire, ho sempre sentito dire che le cose naturali sono più compatibili con la pelle umana dei siliconi (posso citare Carlitadolce, non per pubblicità ma per citare una fonte invece di parlare per generalizzazioni che Odio). Sulla vendita diretta: anche qui odio le generalizzazioni. Ci sono aziende ed aziende, così come ci sono persone e persone. L’ ignoranza purtroppo è diffusa in ogni settore lavorativo (ho incontrato asini a scuola, in banca, ecc.). Si, quella crema mi è stata consigliata da una consulente, ma ne ho avuto conferma anche da un bravo dottore. No, non mi faccio abbindolare facilmente. Comunque, ha raggiunto lo scopo per cui mi era stata consigliata e per cui l’avevo acquistata. Sai… non vedo tanta differenza tra una presentatrice ed una commerciante in negozio, a volte entrambe mirano solo a piazzare qualcosa a prescindere dalle tue reali esigenze. Penso dipenda alla fine semplicemente dalla persona: se è onesta, lo è a prescindere dal lavoro che fa e porterà la sua onestà anche nel suo lavoro! Scusa la lungaggine e buona giornata.

        • Dorothy says:

          Ci mancherebbe, capisco benissimo il tuo punto di vista e la mia non voleva essere in alcun modo una critica alla qualità della tua crema, visto che Just, come molte altre marche, fa sia degli orrori inguardabili sia dei prodotti pregevoli.
          Resto comunque dell’idea che utilizzare come unnico metodo di vendita gli incontri, in modo da far leva sul senso di colpa e sul senso del dovere delle persone (spesso infatti la presentatrice è amica, parente, conoscente, parente di un’amica…), sia totalmente sbagliato.
          Come vedi non è questione di onestà, il meccanismo è sbagliato a monte.
          Altro discorso andrebbe fatto sulla preparazione di chi consiglia cosmetici, sia essa commessa, estetista o presentatrice, ma non ne usciremmo. 😉
          Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *