Antos-crema-antirughe-effetto-lifting-opinione-recensione-inci

Antos – crema antirughe effetto lifting – opinione e INCI

crema antirughe effetto lifting antos – caratteristiche

  • Cos’è – crema viso antiage ecobio
  • Cosa promette – sul sito di Antos si legge che questa crema dona elasticità all’epidermide, e tonifica i tessuti, svolgendo un’azione rinforzante e protettiva. Non da ultimo, dovrebbe stimolare la produzione di collagene e assorbirsi rapidamente
  • Prezzo / quantità – confezione da 50 ml, prezzo 14 euro
  • Descrizione – crema bianca e delicatamente profumata, in dispenser con erogatore a pressione

Antos-crema-antirughe-effetto-lifting-opinione-recensione-inci

valutazione

💖 Eccellente – formulazione completamente ecosostenibile e dermocompatibile, con funzionali efficaci

a chi lo consiglio?

La crema antirughe effetto lifting di Antos è adatta alle pelli normali, miste o grasse che abbiano necessità di prevenire la comparsa dei segni del tempo e il cedimento dei tessuti. È adatta a combattere le prime rughette d’espressione.
Non fa per te se hai bisogno di trattamenti urto (pelle matura) o molto corposi (pelle secca).

dove si compra?

– sullo store di Antos qui
– Presso i rivenditori Antos qui elencati

recensione d’uso

Antos-crema-antirughe-effetto-lifting-inci-opinione-recensione

Se sei abituata a pensare agli antiage come a prodotti grassi e unti, questa crema è la bandiera di una strada opposta: gradevole da spalmare, leggera sulla pelle, non unge e non appesantisce la cute.
Nonostante si tratti di un prodotto consigliato soprattutto per la notte, la sua texture non appesantisce neppure la pelle grassa e pertanto si può decidere a piacere di utilizzarla anche durante il giorno, benissimo durante la primavera, ma anche abbinata a trattamenti antiage più corposi e nutrienti (un olio siero, ad esempio).

La cosa che colpisce di più appena si spalma il prodotto sulla pelle è il suo profumo: personalmente mi ricorda il miele (che peraltro NON è presente nel prodotto, totalmente vegan friendly) ma come al solito ti direi di non fare affidamento sulle mie scarse capacità olfattive. Ad ogni modo: odore piacevole e delicato, neutro, nè dolce nè fruttato, non invadente.

Un uso costante della crema antirughe effetto lifting ti porterà a notare maggiore compattezza e distensione cutanea.

    • Funziona?

Pur non aspettandoti miracoli, puoi star certa che il claim di questa crema non è forzato e quindi si, funziona: si assorbe rapidamente, tonifica ed elasticizza la pelle e, come vedrai dall’analisi inci, contiene quanto necessario a stimolare non solo un migliore apporto di collagene, ma anche a proteggere il microcircolo cutaneo, molto delicato.

    • Cosa mi è piaciuto

La gradevolezza d’uso, paragonabile a prodotti di fascia molto più elevata, e il profumino molto “coccoloso”.

    • Cosa NON mi è piaciuto

È un prodotto con gli attivi giusti, il prezzo giusto e la formulazione giusta per ciò che si propone. Difficile trovare un difetto.

analisi inci – ingredients list

Inci-crema-antos-antirughe-effetto-lifting-opinione-recensione

Che la crema antirughe effetto lifting di Antos sia molto leggera e poco grassa si evince immediatamente guardandone la formulazione: subito dopo l’acqua, componente di base di tutte le emulsioni, trovi subito gli emulsionanti e per incontrare il primo olio devi arrivare in sesta posizione.

Grande importanza è data all’attivo principale della formula, l’estratto di vite (vitis vinifera extract), che unisce ottime proprietà antiossidanti ad altre protettive del microcircolo.
Gli altri estratti ed attivi che agiscono in sinergia nella formula sono:

  • Ginseng (panax ginseng extract), che stimola il microcircolo e tonifica la pelle
  • Arancio (citrus aurantium extract), in questo caso non ben chiaro se si tratti di arancio dolce o amaro, ma in entrambi i casi abbiamo proprietà benefiche a livello di tonificazione della pelle e benessere del microcircolo
  • Lupino (lupinus albus extract), che favorisce e stimola la sintesi autonoma di collagene nella pelle
  • Timo selvatico (thymus serphillum extract), tonico rassodante con leggero effetto botox
  • Faggio (fagus silvatica extract), tonificante
  • Liquirizia (glycyrrhiza glabra extract), rigenerante e lenitiva
  • Centella Asiatica (hydrocotyle asiatica extract)
  • The Verde (camellia thea extract), antiossidante e protettivo del microcircolo
  • Fosfolipidi (phospholipids), che costituiscono la membrana delle nostre cellule e controllano i flussi di sostanze in entrata e in uscita
  • Ceramidi (ceramid), idratanti e protettive, ripristinano la barriera cutanea
  • Vitamina E (tocopherol), antiossidante

Davvero tanta roba, in effetti, e considerando che la crema è molto chiara, si può dedurre che di ogni estratto non ce ne siano vagonate. Tuttavia, la sinergia tra gli attivi risulta davvero interessante, specie considerando che alcuni ingredienti contengono molecole simili che agiscono nella stessa direzione.

L’emollienza leggera della formula è invece affidata ad un mix di oli vegetali piuttosto pregiati: macadamia, frumento e avocado. Quest’ultimo in particolare ha dimostrato di stimolare i fibroblasti (le cellule che producono collagene, il responsabile dell’elasticità cutanea) e di inibire il processo di danneggiamento del collagene stesso.
Come al solito, ottimo il sistema conservante bioecocompatibile.

  • Bioecocompatibile? Si, perfettamente
  • Certificato ecobio? No, Antos non certifica i propri prodotti per mantenerli economici al consumatore
  • Vegan? Si
  • Halal? Non è certificato idoneo per consumatori di fede islamica

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

17 pensieri su “Antos – crema antirughe effetto lifting – opinione e INCI

  1. Maria Iannaccone says:

    Ciao Dorothy, buongiorno. Anche a me piace molto l’estratto di vite. Puoi chiarirmi una differenza tra questa voce ed il resveratrolo, invece contenuto nella crema 100% Pure che sto per usare? Grazie.

    • Dorothy says:

      Ciao Maria, l’estratto di vite è un antiossidante estratto dalle foglie della vite, mentre il resveratrolo è una molecola contenuta in un range più ampio di vegetali e dalle proprietà antiage notevoli, oltre che antiossidanti.
      Dorothy

  2. Maria Iannaccone says:

    Ciao Dorothy. Quando parli di gradevolezza d’uso, ritrovabile in prodotti di fascia più elevata, si riferisce all’effetto simil siliconico di “liscia e morbida” immediato della pelle? Posso chiederti una tua opinione in merito all’utilizzo di questa crema o il siero sempre all’uva di Anthos, su una pelle post acneica? Per la mia pelle capricciosa, io opterei per il siero. Ti chiedo semplicemente una considerazione più generale, so che non puoi scendere nei dettagli, neanche te lo chiederei x correttezza; ) GRAZIE.
    Ps cosa aspetti ad organizzare un tour dell’Italia, ospite di qualche bioprofumeria per tenere le tue conferenze? Io lo pago molto volentieri il biglietto per ascoltarti!! Mi avevano invitato ad un simile evento a Salerno, dove c’era una blogger napoletana. Non sono andata perché il sabato pomeriggio lavoravo. Suppongo ci fosse da pagare un biglietto, ma non ho approfondito, non potendo andarci a priori.

    • Dorothy says:

      Ciao Maria,
      Percaritá, nessuna conferenza.
      La gradevolezza d’uso di un prodotto deriva da apposita ricerca scientifica, che economicamente incide sul costo del cosmetico, rendendone l’applicazione un’esperienza sensoriale particolarmente gradevole, il che non si traduce per forza in un effetto liscio e setoso simil siliconico, ma in un insieme di fattori che in qualche modo ti fanno dire “wow” quando usi il prodotto.
      Magari un cambio di consistenza particolarmente gradevole, una texture inusuale… Tutte cose studiate a tavolino che in aziende più a buon mercato non possono essere sviluppate più di tanto.

      L’uso sia di questa crema Antos sia del siero all’uva su una pelle post acneica non è di per sè controindicato. Purchè l’intera skincare routine sia pensata sulle necessità della pelle e sinergica al suo trattamento, e purchè si tratti di ciò che davvero la pelle ha bisogno.
      Non esiste infatti la tipologia di pelle “post acneica” standard, ma ogni pelle è diversa e può presentare in concomitanza varie condizioni cutanee e situazioni di bisogno.

      Dorothy

  3. Maria Iannaccone says:

    Permettimi innanzitutto di ringraziarti ancora una volta per l’instancabile pazienza con cui mi dedichi attenzione. L’invito a fare una specie di conferenza, e perché personalmente apprezzo moltissimo il tuo lavoro e mi sento rassicurata dal tuo modo di parlare di cosmetica. Stai esprimendo a parole, precise e documentate, una mia certa sensazione che, non da esperta tecnica, bensì da appassionata consumatrice di lunga data, mi accompagna. Riguardo la mia pelle posta acneica, sto semplicemente utilizzando gli accorgimenti che hai dispensato tu. Burro di cocco o latte detergente, tonico con glicerina ed estratto di rosa… il Siero lifting Antos ormai finito. Avendo già da gennaio questa crema 100% Pure, l’ho aperta adesso, finito il siero. Mi ero trovata bene con il caldo e quindi l’ho ripresa per utilizzarla in questo periodo. Purtroppo, io sono convinta che chi nasce con un tipo di pelle, non potrà cambiarla. Non posso passare ad una pelle secca, posso solo tenere a bada questa. Riguardo l’alimentazione, non credo di mangiare peggio di chi beve Coca Cola (la odio!) e mangia patatine fritte e ha una pelle di seta… 🙂 sono convinta che nella mia genetica ci sia l’acne, del resto anche il mio dermatologo non ha mai saputo spiegarmi la causa o le cause. Che sia un tentativo per tenermi legata a lui come paziente per tutta la vita? 😉

    • Dorothy says:

      Buonasera Maria, certamente la nostra tipologia di pelle è genetica pur modificandosi autonomamente nel tempo. Tuttavia una condizione cutanea come l’acne è solo in parte derivata da predisposizione genetica, le cause possono essere tantissime, riguardo l’alimentazione non è detto che grassi saturi e bibite gassate la peggiorino per forza. Si può mangiare benissimo ma avere carenze di altro tipo.
      Allo stesso tempo non credo che il tuo dermatologo sia in cattiva fede. 😉
      Dorothy

      • Maria Iannaccone says:

        Ciao Dorothy, buonanotte a te… no, per carità, non parlavo di Malafede, la mia era soltanto una battuta!!! Però, rispetto al mio omeopata che ha saputo darmi qualche risposta più soddisfacente e approfondita, il dermatologo non ha saputo spiegarmi le cause della mia acne… comprendi anche il mio punto di vista, non posso certo andare di farmaco tutta la vita per curare le mie periodiche crisi acneiche… se il farmaco fosse una caramella, non avrei nessun problema 😉

        • Dorothy says:

          Ciao Maria, capisco perfettamente il tuo punto di vista e infatti per quanto riguarda i farmaci che dovrebbero fare effetto in tempi brevi e che non sono prodotti da prendere a vita per mantenerne i risultati, consiglio sempre di valutare la possibilità di interruzione se pochi mesi (per gli antibiotici anche meno) non si vedono risultati.
          Buona serata
          Dorothy

          • Maria Iannaccone says:

            Cara Dorothy, buonasera a te. Ho sbirciato in cerca dei tuoi nuovi post. Mi mancano. Ho in atto la lettura del mio amato Julia, fumetto creato da Giancarlo Berardi, ligure doc. Le citazioni a Genova in particolare non mancano mai… si vede che ama molto la sua città. Inevitabilmente, leggendo Julia, ho pensato a te… deliziaci presto con i tuoi nuovi post!! ♡

          • Dorothy says:

            Ciao Maria, ti ringrazio, in questi giorni ho avuto un bel carico di consulenze da smistare e ho dovuto ovviamente dare precedenza al lavoro. Ma spero di ricominciare a pubblicare nei prossimi 2-3 giorni.
            Grazie ancora
            Dorothy

  4. Maria Iannaccone says:

    Dorothy, buonanotte. Avrei una curiosità. In alcuni prodotti Antos, è presente l’estratto di semi di pompelmo. So che il nome in realtà nasconde un conservante del cosmetico: nel senso che questo estratto contiene, in realtà, pesticidi (fonte: “L’ angolo di Lola”). Ho provato molti prodotti Antos e ne sono rimasta soddisfatta, tuttavia odio profondamente questo estratto di semi di pompelmo… e mi chiedo cosa c’entri con la Antos!! Ho inviato una email alla azienda, ma ci terrei ad avere anche la tua opinione, che stimo molto.
    Grazie, se puoi.

    • Dorothy says:

      Buongiorno Maria, impossibile darti un’opinione equilibrata e razionale senza sapere nulla della tipologia di prodotto a cui ti riferisci (cosmetico leave on oppure a risciacquo?), senza sapere nulla del ruolo che l’estratto di semi di pompelmo gioca nella formulazione (è un ingrediente da agicoltura biologica? Ci sono altri conservanti?), ma soprattutto senza conoscere lo spettrogramma di quel preciso estratto che loro usano (cosa che nè tu nè io possiamo sapere, e che mi auguro loro abbiano chiesto al proprio fornitore prima di utilizzare l’estratto in questione).
      Attendo con te la loro risposta, e magari qualche riferimento ai prodotti che lo contengono 😉
      Buona giornata!
      Dorothy

      • Maria Iannaccone says:

        Buondì cara Dorothy.
        Mi riferisco in particolare a: gel aloe, latte struccante camomilla e siero all’ uva (che volevo acquistare).
        ANKE il siero lifting ce l’ ha…
        PS arriverà anke la cera labbra al melone!! Qui hanno aggiunto il mio amatissimo olio di ricino!!! Sai che in commento alla cera damascena, sul loro sito, glielo avevo chiesto? 🙂 Ora sarà più filmante credo!! :*

        • Dorothy says:

          Ciao Maria, mi fa piacere che tu sia contenta di queste novità.
          Il serum lifting da me acquistato e recensito ho la certezza che non contenga semi di pompelmo, almeno non nella formulazione che ho avuto io. L’unico ingrediente da agrumi è “citrus aurantium flower water”, che con l’estratto da semi non c’entra.
          Riguardo il siero all’uva, lo struccante alla camomilla e il gel d’aloe, prodotti che non conosco, ti direi comunque di attendere la loro risposta, che prima o poi arriva sempre. 😉
          Dorothy

          • Maria Iannaccone says:

            Hai ragione, aspettiamo una risposta. Sono sicura che mi risponderanno. Nel siero lifting che hanno mandato a me, il pompelmo è indicato sull’etichetta anteriore (immagine presente anche sul sito), cosa che mi aveva colpito, proprio perché tu non lo avevi nominato nell’analisi inci. Avevo controllato poi sul mio flacone la lista ingredienti, e mi ricordo di averlo trovato. Ora però l’ho buttato… avendolo finito. :*

          • Dorothy says:

            Ho controllato su google immagini ed effettivamente sono state pubblicate foto di liste inci differenti da quella in mio possesso per il medesimo prodotto. Visto che il dubbio effettivamente si pone (e mette un’ipoteca sulla valutazione del relativo siero), non resta che attendere pazientemente che smaltiscano le mail per arrivare alla tua e risponderti.
            Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *