Nuxe-serum-creme-fraiche-opinione-recensione-siero-idratante

Nuxe – Sérum Creme Fraîche de Beauté – opinione e INCI

Siero idratante lenitivo 24h Nuxe – caratteristiche

    • Cos’è – emulsione fluida e leggera per pelli disidratate
    • Cosa promette – idratazione intensa e continua per 24 ore. Lenisce, riduce le sensazioni di disagio e di irritazione della pelle, che resta fresca e turgida.
    • Prezzo / quantità – tra i 25 e i 30 euro per 30 ml
    • Descrizione – fluido molto leggero, lattiginoso, dalla profumazione fiorita tipica della linea Creme Fraiche di Nuxe

Nuxe-serum-creme-fraiche-opinione-recensione-siero-idratante

valutazione

💚 Promosso – ottimo mix di nutrienti in formulazione largamente dermocompatibile adatta a molte esigenze e tipologie di pelle

a chi lo consiglio?

È adatto a te se cerchi un prodotto molto leggero e hai la pelle mista o grassa con problemi di disidratazione.
Lo trovo particolarmente adatto a pelli relativamente giovani, senza grossi inestetismi da risolvere e senza eccessive esigenze antiage o antimperfezioni.
Per chi ha una pelle più secca, è molto semplice applicare in concomitanza o successivamente al siero Creme Fraiche di Nuxe un olio o una crema idratante adeguata alle proprie necessità, trattandosi di una texture base molto versatile.
Adatto all’uso diurno nella bella stagione in quanto non contiene sostanze fotosensibili.

Nonostante sia indicato come prodotto “per tutte le pelli sensibili” e in effetti non contenga particolari allergeni, la formulazione di questo siero Nuxe è talmente sovrabbondante (contiene tantissimi ingredienti in piccole quantità) da portarmi a sconsigliarne l’uso in caso tu abbia conclamate reazioni allergiche o sensibilità particolari: sarebbe davvero complicato, in caso di reazione, trovare il colpevole in tale affollamento.

dove si compra?

– online qui
– nelle farmacie e parafarmacie che rivendono Nuxe

recensione d’uso

Nuxe-serum-creme-fraiche-review-opinione-recensione-inci-ingredients

Il primo impatto con il Serum Creme Fraiche di Nuxe è una sensazione leggermente appiccicosa, dovuta alla glicerina che guida il potere umettante del prodotto, il quale si presenta lattiginoso.
Nonostante la formulazione molto fluida e leggera, palesemente non si tratta di “acquetta”: non è un siero unto e oleoso, ma non è neppure troppo asciutto e liquido, contenendo infatti una (molto) modesta quota di grassi pregiati.

Per spalmarlo al meglio ed evitare che si asciughi accumulandosi solo in determinate zone, il modo migliore è sempre quello di applicarlo sulla pelle appena umida di tonico (non grondante come quando si utilizzano sieri oleosi, sia chiaro).
La sua quota acquosa tende infatti ad evaporare molto rapidamente lasciandolo asciutto sulla pelle, sicuramente un aspetto che a molte sarà gradito, ma al contempo privandoci di quella lavorabilità che permetterebbe di stendere in maniera uniforme questo siero idratante.

Come vedrai dall’analisi inci, il Sérum Crème Fraîche contiene piccole quantità di attivi lenitivi, idratanti e antiossidanti che permettono una sufficiente prevenzione dell’invecchiamento cutaneo e soprattutto il mantenimento di una pelle idratata e sana.

    • Funziona?

Reidrata e protegge la pelle, quindi si.

    • Cosa mi è piaciuto

La consistenza fluida che accontenta davvero tutti.

    • Cosa NON mi è piaciuto

A carattere puramente personale, trovo la profumazione di questa linea un po’ troppo palesemente sintetica.

analisi inci – ingredients list

Ingredients-nuxe-serum-creme-fraiche-inci-opinione-recensione-siero-idratante

Guardando direttamente l’inci di questo siero Nuxe non sembra trattarsi un prodotto particolarmente leggero, visto che immediatamente dopo l’acqua e la glicerina troviamo il primo olio.
In realtà, facendo una valutazione incrociata con la texture e la consistenza tattile del siero ci rendiamo conto che certamente dalla glicerina in poi ogni ingrediente è contenuto in quantitativi molto bassi.
Inserire poco di tanti ingradienti permette di avere una formulazione chilometrica come quella in oggetto: molti componenti sono giustamente sotto la soglia del 1%, per altre molecole il fatto di essere così contenute può far dubitare della loro efficacia.

Ad una prima occhiata generale ci troviamo davanti all’inci di un prodotto in gran parte dermocompatibile ed ecosostenibile, ma con qualche sorvolabile concessione al sintetico, utilizzato soprattutto per migliorare la gradevolezza d’uso e lo skin feel del siero stesso.
Il primo polimero sintetico che incontriamo è un bel hydroxyethyl acrylate/sodium acryloyldimethyl taurate copolymer, che dà un tocco morbido e setoso soprattutto in abbinamento all’emulsionante polysorbate-60, anch’esso presente più avanti nella formula, così come una funzione simile è rivestita dalla addensante sintetico Acrylates/C10-30 alkyl acrylate crosspolymer.
Segnalo anche la presenza di un goccino di silicone che si nasconde dietro il nome di phenyl trimethicone.

Tra gli altri componenti trovo molto interessante l’idea di rendere più asciutta la formula aggiungendo della polvere di guscio di riso e della polvere di succo di aloe, che certamente contribuiscono anche a bloccare l’idratazione sulla pelle.
La quota grassa di questo siero, per quanto praticamente impercettibile sulla pelle, è costituita sia da alcuni oli vegetali piuttosto pregiati (macadamia, girasole, soia, Camelia, cocco e mandorle dolci) sia, come dicevamo da alcune sostanze di sintesi, seppur talvolta di origine naturale (ad esempio caprylic capric triglyceride oppure safflower oil/palm oil aminopropanediol esters).

Gli attivi più importanti dovrebbero tuttavia essere quelli idratanti, che possano fornire un concentrato idratante e lenitivo che duri 24 ore, come reclamizzato sulla confezione.
Per quanto gran parte del potere idratante di questo siero sia da attribuire ai due componenti principali dell’inci (acqua e glicerina) non restiamo delusi trovando nella formulazione acido ialuronico, allantoina e soprattutto il complesso idratante Aquaxyl, composto da xylitylglucoside, anidroxylitol e xylitol.
Si tratta di un ingrediente autorizzato da Ecocert, organismo europeo di certificazione ecologica, ed è un complesso di molecole che fornisce uno scudo anti-disidratazione diminuendo la perdita di acqua transepidermica (TEWL).

Segnalo anche la presenza di una goccia di vitamina E, antiossidante, e infine una nutrita schiera di infinitesimali estratti vegetali dalle variegate proprietà:
idratanti (fiori di arancio dolce, frutti e fiori di mandorla dolce, latte di soia, fiori di robinia, latte di cocco)
lenitive (avena)
antiossidanti / antiage (asparago di mare salicornia herbacea, semi di lupino, estratto di pisello Pisum sativum, the verde)

Benissimo il sistema conservante ipoallergenico e, per quanto personalmente avrei del tutto evitato l’inserimento di profumo, bisogna riconoscere che la profumazione scelta da Nuxe per questa linea possiede una carica di allergeni molto contenuta. È comunque inadatta alle pelli particolarmente reattive e sensibilizzate, ma passabile per chi ha semplicemente necessità di un prodotto delicato.

  • Bioecocompatibile? In larghissima parte si.
  • Certificato ecobio? No.
  • Vegan? Si
  • Halal? Non è certificato idoneo per consumatori di fede islamica

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

2 pensieri su “Nuxe – Sérum Creme Fraîche de Beauté – opinione e INCI

  1. Maria Iannaccone says:

    Fantastica Dorothy, buongiorno. Pazzesco, ma le poche domande che intendevo rivolgerti, dopo la lettura della lista ingredienti, hanno trovato risposta da te nei commenti immediatamente successivi… nell’ordine in cui mi venivano in mente! Una domanda, per non perdere l’abitudine, te la rivolgo ugualmente. A me è stata accertata una intolleranza a tutte le graminacee/Artemisia/ pollini dell’Ulivo e del nocciolo. Meglio evitare dunque nel mio caso un siero del genere? L’allergia alle graminacee, suggerisce che dovrei evitare anche prodotti contenenti proteine del grano? O il problema si pone solo per l’ingestione delle stesse e non per il contatto topico? Grazie!

    • Dorothy says:

      Buongiorno Maria, questa è un’informazione che può darti solo il tuo medico o l’allergologo che ti ha fornito i risultati delle analisi, e che quindi conosce sicuramente meglio di me il tuo quadro clinico generale, la tipologia e la gravità della tua allergia.
      Buona giornata,
      Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *