The-organic-pharmacy-antioxidant-gel-inci-recensione-opinione-review-ingredients

The Organic Pharmacy – Antioxidant Gel – opinione e INCI

siero gel antiossidante the organic pharmacy – caratteristiche

    • Cos’è – siero gel oil free antiossidante per pelli miste e grasse
    • Cosa promette – Pelle liftata e pori minimizzati.
    • Prezzo / quantità – 35 ml per circa 75 euro
    • Descrizione – gel di colore lattiginoso, intenso profumo di oli essenziali di agrumi

The-organic-pharmacy-antioxidant-gel-inci-recensione-opinione-review-ingredients

valutazione

💖 Eccellente – un magnifico prodotto spalla antiossidante, lenitivo e leggerissimo, con una formulazione impeccabile

a chi lo consiglio?

Il gel antiossidante di The Organic Pharmacy è adatto a te se:
– hai la pelle mista o grassa
– cerchi un siero che alleggerisca la texture e aumenti gli attivi della tua routine serale durante i periodi caldi

Non fa per te se hai la pelle disidratata, asciutta o tendente al secco.
Non è adatto a te se vuoi usarlo di giorno.
Non è adatto alle pelli particolarmente sensibili.

dove si compra?

– Online qui
– il mio è stato acquistato da Colette a Sarzana

recensione d’uso

The-organic-pharmacy-antioxidant-gel-inci-recensione-opinione-review-ingredients

La cosa più importante da sapere e da tenere a mente per l’Antioxidant Gel di The Organic Pharmacy è che dà il meglio di sè SOLO se utilizzato insieme ad un altro prodotto.
Non puoi mettere questo e stop, anche se hai la pelle grassa: rischi di sensibilizzare e disidratare la pelle sul lungo periodo.

Si tratta infatti di un siero oil free, estremamente evanescente, che lascia la pelle molto asciutta se utilizzato da solo, tendendo addirittura a seccarla.
Per questo motivo deve essere utilizzato solo dalle pelli miste e grasse per alleggerire e poter quindi utilizzare oli e creme anche nelle stagioni calde.

Viene d’altronde venduto per essere utilizzato in mix con l’Antioxidant Firming serum (olio siero recensito qui): l’accoppiata è effettivamente molto carina, adatta soprattutto alle serate primaverili e autunnali, per una bomba antiossidante, idratante, lenitiva e nutriente in ottica antiage.

Tuttavia, se mi leggi spesso sai che tendo a scollegare i singoli prodotti di skincare anche quando le aziende premono per “la coppia”, in modo da poter valutare il singolo cosmetico per quello che vale, anche quando la sinergia tra i prodotti proposti dall’azienda funziona bene.
L’Antioxidant gel è infatti un prodotto con delle caratteristiche molto chiare, antiossidanti e lenitive, che possono essere combinate con altri prodotti a seconda delle proprie esigenze.
Può essere mixato con tutti i sieri in olio che ti possano venire in mente, dai più specificatamente antirughe, a quelli anti acne, fino a qualsiasi olietto puro ti piaccia particolarmente.

Oltre al suo compagno elettivo, l’Antioxidant Serum, ho utilizzato questo Antioxidant gel in diverse soluzioni: olio di Argan, olio Acnevia (ne ho parlato qui nella routine estiva), il Beauty Oil di RSM che è una delle mie basi preferite per il makeup minerale, e anche con il ben più leggero Olio Divino di Caudalie (recensione qui).
In tutti i casi è stato perfetto e ho la certezza che la sua affinità elettiva è l’olio.

Come mai?
Se hai la pelle mista o grassa sai benissimo che col caldo non importa se metti qualcosa sul viso o no: lei si ungerà comunque; questa tipologia di pelle produce sebo più rapidamente e in quantità maggiori rispetto alle altre, da un lato invecchiando molto meno, dall’altro rendendo difficoltosa l’applicazione di creme e oli, che accelerano i tempi in cui la pelle risulta unta.
Ho detto milioni di volte che l’olio applicato sulla pelle bagnata migliora le cose, ma d’estate questo accorgimento può non bastare.
Quindi si può utilizzare l’olio in abbinamento ad un gel oil free per “tagliarlo”, mixando i due prodotti sul palmo in modo da utilizzare solo 2-3 gocce di fase grassa.

Questa è la soluzione migliore, ma qui siamo un passo oltre: l’Antioxidant gel ha una consistente quota di alcool che evapora a contatto con l’aria lasciando sulla pelle solo gli attivi e nemmeno la sensazione di “presenza” che alcuni gel oil free hanno.
Ci permette di stendere alla perfezione pochissimo olio su tutto il viso, con un risultato non grasso, non unto e privo di residui vari.
La skincare c’è, ma non pesa.
Ovvio, non aspettarti la pelle asciutta: sarà morbida e idratata come se avessi appena applicato un fluido leggerissimo.

Cosa succede se lo applichi da solo?
In tutti i casi, anche abbinato ad un olio, preciso che è sempre meglio procedere alla skincare sulla pelle inumidita dal tonico.
Utilizzando questo gel da solo, la pelle deve essere addirittura quasi bagnata, perchè altrimenti sparisce subito, non ha la minima lavorabilità, e per coprire ampie aree bisogna utilizzarne moltissimo.
Sulla pelle bagnata si stende bene ed evapora più lentamente. Dopo bisognerà inumidire nuovamente la pelle e applicare un olio o una crema che blocchino l’idratazione sulla cute, ma avremo perso gran parte della funzione di alleggerimento di questo gel.

Oltre a “sgrassare” la skincare e a permettere una maggiore penetrazione degli attivi (l’alcool è un solvente), la  funzione dell’Antioxidant Gel è quella di dare un bel pool antiossidante e lenitivo alla pelle, senza risultare mai comedogeno e rendendosi quindi particolarmente adatto anche a chi ha problemi di impurità.
Se la fase antiox lavora in senso antiage, il pool di lenitivi aiuta a calmare infiammazioni batteriche o ambientali.

    • Funziona?

The Organic Pharmacy vende questo prodotto puntando (anche) sui pori dilatati, che NON possono stringersi o sparire per più di mezza giornata con nessun prodotto, e sull’effetto lifting che, ad occhio, tutti i prodotti in gel possono dare a seconda della loro texture. È un lifting meccanico che personalmente trovo un simpatico rimedio temporaneo (come il mascara per le ciglia), mentre alcuni attivi lavorano per rassodare la pelle sul lungo periodo.

Lasciando perdere il claim dell’azienda, l’Antioxidant gel funziona benissimo per ciò che deve fare: accompagnare e spingere nella pelle gli attivi della skincare, sfimmare la pelle da inquinamento e stress ossidativi, e soprattutto prevenire con i giusti antiossidanti che la pelle perda tono.

    • Cosa mi è piaciuto

La profumazione agrumata è ovviamente molto piacevole, la texture leggera è altrettanto gradevole.

    • Cosa NON mi è piaciuto

Non ha particolari difetti, ma personalmente avrei preferito una formulazione più stendibile e lavorabile sulla pelle.

analisi inci – ingredients list

The-organic-pharmacy-ingredints-inci-antioxidant-gel-recensione-opinione-review

L’inci di questo siero è molto semplice: acqua, alcool vegetale biologico, glicerina biologica, gelificanti e attivi.
Gli attivi sono presenti in concentrazioni giustamente molto contenute, trattandosi di oli essenziali e altre sostanze piuttosto potenti, che svolgono bene il loro lavoro in piccole percentuali.

Gli oli essenziali utilizzati sono limone (citrus medica limonum), arancio dolce (citrus aurantium dulcis) e pompelmo (citrus grandis), tutti agrumi e quindi tutti fotosensibili. Per questo motivo, durante la bella stagione il gel Antiossidante di The Organic Pharmacy va utilizzato solo di sera. Repetita iuvant.

La glicerina che abbiamo incontrato all’inizio, insieme alla polvere di aloe, serve a bloccare un po’ di idratazione sulla pelle, evitando che l’alcool dissecchi troppo. In questo caso abbiamo un alcool non denaturato, quindi già in partenza molto meno aggressivo.

Seguono cinque attivi tecnici:

  •  Vitamina C in forma stabile (calcium ascorbate), antiossidante
  • Vitamina E in forma pura e attiva (tocopherol), antiossidante
  • DMAE, attivo diventato famoso grazie al dr. Perricone, dimethyl MEA. Trattandosi di una ammina (Di-Metile Amino-Etanolo) ha suscitato reazioni controverse e risultati altrettanto controversi negli studi che ne hanno valutato l’efficacia. Idrata e rassoda i tessuti superficiali con effetto prolungato, ma oltre certe dosi può essere problematica per il rinnovamento cellulare. In questo caso, siamo tranquilli perchè siamo sotto l’1%.
  • acido Alfa Lipoico, thiotic acid. Meraviglioso antiossidante da utilizzare in sinergia con altri attivi simili. Oltre alla sua attività radical scavenger, infatti, ha il potere di riciclare le molecole di altri antiossidanti “usate”, riportandole alla loro forma attiva, rigenerate. Questo crea un ciclo positivo che prolunga nel tempo il potere antiox del prodotto. Degrada molto rapidamente alla luce, altro ottimo motivo per utilizzare questo gel solo di sera.
  • MSM, dimethyl sulfone, meglio noto come Methyl sulfonyl methane. In Italia è utilizzato soprattutto come integratore per i capelli e per infiammazioni e dolori articolari. In cosmetica aumenta l’assorbimento cutaneo degli attivi, migliora collagene e cheratina, aiutando a mantenere la pelle più soda.

Infine, l’Antioxidant gel ci regala una nutrita schiera di estratti vegetali (e non), che rendono questo siero perfettamente adatto non solo a chi vuole un antiage, ma anche a chi deve combattere delle impurità.
Viola tricolor, antinfiammatorio
Grano saraceno, antiossidante e protettivo del microcircolo
Ginseng, stimola il microcircolo
Iperico, lenitivo e disarrossante
Calendula, lenitiva
Propoli, antibatterico e lenitivo
Centella, elasticizzante e stimolante la produzione di collagene
Avena, lenitiva e disarrossante
Mirtillo, lenitivo e stimolante del microcircolo

Il prodotto è autopreservato grazie all’azione antimicrobica dell’alcool e di alcuni attivi, tra cui gli oli essenziali e la propoli. Per questo è importante non aprire la confezione airless e consumare il prodotto entro il PAO (9 mesi).

  • Bioecocompatibile? si
  • Certificato ecobio? si, molti ingredienti sono certificati biologici
  • Vegan? no, contiene propoli
  • Halal? Non è certificato idoneo per consumatori di fede islamica

Dorothy 🌸

Newsletter-iloveremunni

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

4 pensieri su “The Organic Pharmacy – Antioxidant Gel – opinione e INCI

  1. Maria Iannaccone says:

    Ciao Dorothy… complimenti per la nuova grafica! 🙂
    Questo siero è molto attraente… ultimamente sono in fissa coi sieri.
    Ma, una domanda… come si abbinano correttamente ad una crema, quando ci sono determinati attivi? Per es, acidi o vitamine.. Qui hai giustamente proposto delle abbinate. Ci sono accorgimenti da seguire? 😉

    • Dorothy says:

      Ciao Maria, certamente ci sono degli accorgimenti da seguire, sia considerando le interazioni tra i prodotti, sia considerando le interazioni con la pelle e i risultati che si vogliono ottenere.
      Ci vogliono mesi se non anni di studio per poter padroneggiare con certezza un argomento del genere.
      Considerando semplicemente le interazioni tra gli ingredienti due consigli spiccioli possono essere quello di non unire prodotti con rame peptidi e prodotti con vitamina C, e la raccomandazione molto banale di non sovrapporre troppi acidi.
      Buona serata,
      Dorothy

  2. Bianca says:

    Non posso far altro che confermare che questo siero da il meglio di sé solo se mixato con gli oli. Usato da solo rischia di essere valutato meno di quello che vale. Anche io mi ci sono trovata bene e riacquisterò sicuramente un’altra taglia full size. Diciamo che mi ha dato la possibilità di utilizzare sul viso degli oli senza sentirmi nè unta nè appesantita e con in più assolutamente nessun effetto tappo sulla pelle che trasmette l’impressione, forse solo psicologica, di occludere tutti i pori. Secondo me se il brand promuovesse questo prodotto come l’hai promosso tu lo acquisterebbero tutti, soprattutto in questo periodo in cui vanno molto di moda gli oli viso ma tante persone non li usano proprio perché non sono così “comodi” da gestiere.
    Ciao Dorothy!

    • Dorothy says:

      Ciao Bianca, questo gel se usato da solo crea in effetti non poche difficoltà al consumatore, specialmente se quest’ultimo non ha delle indicazioni d’uso ben precise su come sfruttare un cosmetico che comunque non costa poco.
      Il rischio frustrazione è dietro l’angolo…
      Il ritorno in auge degli oli nella cosmesi è un po’ un ritorno alle origini, mentre la crema è una forzatura moderna nella quale, oltre a pretendere di far stare insieme acqua e olio, si fa pagare al consumatore anche una bella fetta di emulsionanti.
      Talvolta si tratta di una soluzione indispensabile ed estremamente comoda, ma quando si può mixare al momento la fase acquosa e quella oleosa è sempre meglio. 😉
      Buona serata
      Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *