Bottega-verde-phytovital-crema-giorno-trattamento-rimodellante-spf-15-recensione-opinione-inci

BOTTEGA VERDE – Phytovital trattamento viso rimodellante giorno – opinione e INCI

Phytovital crema giorno spf 15 Bottega Verde – caratteristiche

    • Cos’è – crema viso giorno con spf 15
    • Cosa promette – effetto volumizzante 3D, migliora idratazione, nutrimento e tonicità dei tratti
    • Prezzo / quantità – 50 ml per 45 euro circa (ma è Bottega Verde, la patria degli sconti)
    • Descrizione – crema bianca dal profumo intenso, fiorito e salmastro

Bottega-verde-phytovital-crema-giorno-trattamento-rimodellante-spf-15-recensione-opinione-inci

valutazione

💛 Sufficiente – tutto sommato, nonostante si tratti di un prodotto tutt’altro che dermocompatibile ed ecosostenibile      , la texture è ben riuscita e gli attivi in formula non sono affatto malvagi

a chi lo consiglio?

Sia chiaro: se hai intenzione di comprare ex novo questa crema, ti direi che puoi trovare di meglio, a meno che tu non abbia una passione sfrenata per qualche aspetto di questo prodotto.
Il trattamento giorno Phytovital è pensato per pelli mature, io penserei di più ad una generica pelle mormale/secca, senza problemi di allergie.  Come sempre, è fondamentale un buon siero sotto.
Inadatta certamente a pelli grasse, questa crema non fa per te nemmeno se hai una pelle delicata, con tendenza a sviluppare reazioni di sensibilità o impurità di tipo acneico.

dove si compra?

– online qui
– Nei monomarca Bottega Verde

recensione d’uso

Bottega-verde-phytovital-recensione-opinione-inci-crema-giorno-trattamento-rimodellante-spf15

Ho già detto in passato, bocciando miseramente il trattamento notte della medesima linea di Bottega Verde, che in Phytovital due cose sono sublimi: il profumo e le tonalità del packaging.
Siccome a noi, di queste due cose, importa marginalmente, andiamo a parlare di cose serie: il trattamento giorno Phytovital si presenta in abito lucido e candido, dalla consistenza vagamente oleosa ma non grassa, sottile ma persistente.

Ed è proprio questa persistenza, questa lieve mancanza di assorbibilità, che fa sospettare a ragion veduta che anche qui Bottega Verde abbia infilato, tra le altre sostanze grasse, un pochino di siliconi.
Non è tanto, ma tieni conto che stiamo parlando di una crema con filtri solari e altri emollienti in formula, per cui il risultato è che già in inverno una pelle normale/mista, con un buon siero idratante e antiossidante sotto, la riesce a usare bene.
Col caldo sarà un disastro, solo per pelli molto esigenti, sempre con un buon siero sotto, perchè, lo ricordo, è sempre meglio non applicare i filtri solari a diretto contatto con la pelle.

Bisogna anche dire che la texture di questo trattamento giorno Bottega Verde risulta molto lavorabile, per cui con un minimo di impegno si riesce a farne una base trucco interessante, che non chiazza, fa un bell’effetto omogeneo e non unge troppo durante il giorno. Gli attivi della formula sono molto buoni, e il rischio di sviluppare impurità è molto basso, l’effetto protettivo e ristoratore è tangibile, per quanto qualsiasi miglioramento dei volumi del viso sia assolutamente temporaneo e dovuto alla maggiore ritenzione idrica della pelle “plastificata”.
Tutto sommato, direi che si puó utilizzare tranquillamente.

    • Funziona?

La protezione solare, purchè non le si chieda di affrontare il sole per troppo tempo o la spiaggia, fa il suo dovere. Gli attivi antiage e antiossidanti sono di ottima scelta, certamente si assiste a un rimpolpamento (temporaneo) dei tratti del viso, per quanto dovuto ad una blanda occlusione meccanica e a nessun attivo miracoloso in tal senso.

    • Cosa mi è piaciuto

Profumazione, packaging e, nei limiti del possibile, anche la texture, decisamente più delicata del trattamento notte.

    • Cosa NON mi è piaciuto

Le eccessive concessioni al sintetico di basso livello, che Bottega Verde continua a fare proprie nonostante per tanti anni (90 e inizio 2000) sia stata l’azienda emblema della cosmesi “naturale” in Italia. Poi i consumatori hanno scoperto l’inci.

analisi inci – ingredients list

Inci-phytovital-crema-giorno-bottega-verde-trattamento-rimodellante-spf-15

La crema giorno della linea Phytovital Bottega Verde di sicuro non ci mette di fronte ad una formulazione ecobiologica, già a partire dai maggiori filtri che compongono quell’spf 15, bassino, che campeggia sulla confezione:

  •  octinoxate (ethylhexyl methoxycinnamate) è il filtro UVB principale della formula, stabile ma decisamente inquinante e pericoloso per i coralli, da non utilizzare per esporsi intenzionalmente al sole perchè degradandosi contribuisce allo stress ossidativo sulla pelle. Anche per questo, bisogna SEMPRE applicare un siero (magari in gel) sotto i prodotti contenenti filtri solari.
  • Biossido di titanio in nanoparticelle, unico filtro minerale probabilmente rivestito dalla silica
  • Uvinul T150 (ethylhexyl triazone), altro filtro UVB un po’ inquinante che, tuttavia, si rivela almeno essere un ottimo filtro senza instabilità e problemi in fase di degradazione
    La protezione è quindi fotostabile, ma inadatta all’esposizione intenzionale sia perchè non va messa troppo sotto pressione, sia perchè manca totalmente qualsiasi protezione contro gli UVA, i raggi responsabili dell’invecchiamento cutaneo peggiore.

Per quanto sintetica, la formula prosegue tra esteri emollienti (oli sintetizzati), una goccia di solvente che alleggerisce il tutto (per fortuna!) ed emulsionanti senza nulla di particolarmente orrendo, fino ad arrivare, in quantitativi ormai molto contenuti, a una goccia di olio di argan e karitè, ma anche qualche goccia di siliconi, che torneranno sotto varie vesti fino alla fine dell’inci. Insomma, un colpo al cerchio e uno alla botte, sul quale tutto sommato possiamo chiudere un occhio per usare e finire una crema che ha molti spunti interessanti.

Per gli spunti interessanti di cui sopra, certamente devo menzionare gli ottimi attivi presenti:

  •  proteine vegetali e ricostruite come se piovesse. Tra peptidi e proteine di una gamma così vasta c’è da sperare che la pelle venga davvero stimolata a rigenerarsi.
  • Tra i peptidi spicca il pseudoalteromonas ferment extract, ricavato da un batterio particolare del fango artico, che stimolerebbe la produzione di collagene ed elastina.
  • La famosa Uva di Mare altri non è che la pelvetia caniculata, una simpatica alga bruna del Nord Europa che avrebbe proprietà antinfiammatorie, elasticizzanti e protettive.
  • L’estratto di pino marittimo è, infine, un eccezionale antiossidante, addirittura di qualità superiore alle vitamine C ed E per la sua capacità di rigenerarsi anche quando esausto.

Sono questi attivi l’unica vera motivazione per cui il trattamento giorno Phytovital ha guadagnato la sufficienza con una formula né ecosostenibile né dermocompatibile.
La profumazione è di sintesi, con diversi allergeni che possono dare problemi, coadiuvata dall’estratto di ginestra.
Tra i conservanti segnalo potassium sorbate e sodium benzoate che, per quanto usati anche in cosmesi ecobio, contano un buon numero di allergici.
Decisamente una crema inadatta alle pelli sensibili e reattive.

  • Bioecocompatibile? No, contiene ingredienti potenzialmente inquinanti e non dermoaffini
  • Certificato ecobio? No.
  • Vegan? Si

Dorothy 🌸

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

2 pensieri su “BOTTEGA VERDE – Phytovital trattamento viso rimodellante giorno – opinione e INCI

  1. Maria Iannaccone says:

    Non un banale commento, ma un reale svisceramento edotto della crema…
    Scusami Dorothy ma.. Bottega Verde i suoi siliconi li coglie dagli alberi, altrimenti che ‘verde’ sarebbe? 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *