Erbolario-maschera-argilla-verde-bianca-propoli-pelle-grassa-recensione-inci-opinione

L’ERBOLARIO – maschera viso argilla bianca e verde & propoli – opinione e INCI

Maschera all’argilla per pelli grasse L’Erbolario – caratteristiche

    • Cos’è – maschera assorbente all’argilla
    • Cosa promette – rimuove le cellule morte e
    • Prezzo / quantità – circa 14 euro per 50 ml
    • Descrizione – crema argillosa dall’odore pungente, in tubetto di plastica bianco con tappo a vite

Erbolario-maschera-argilla-verde-bianca-propoli-pelle-grassa-recensione-inci-opinione

valutazione

💚 Promosso – vale assolutamente la spesa per chi non ha grosse pretese di gradevolezza, l’inci è dermocompatibile e molto semplice, ma soprattutto funziona.

a chi lo consiglio?

La maschera all’argilla e propoli è perfetta per te se hai una pelle che tende a ungersi molto durante il giorno, solo in determinate aree o su tutto il viso.

dove si compra?

– online qui
– nei monomarca L’Erbolario

recensione d’uso

Opinione-lerbolario-maschera-argilla-bianca-verde-propoli-inci-recensione

Il primo impatto con questa nuova versione della classica maschera all’argilla e propoli de L’Erbolario è stato una conferma (spiacevole) di quanto già in passato non mi è mai piaciuto di questo prodotto: odore e colore.
L’odore è, al mio naso, semplicemente orribile: ha una punta acida che mi fa pensare a qualcosa che sta marcendo o fermentando. La colpa potrebbe essere il mix infernale tra propoli e composti dello zolfo.
Il risultato è che durante l’applicazione si ha il costante timore di spalmarsi sul viso qualcosa che, pur essendo nuovo e ottimamente formulato, sembra essere scaduto o andato a male. Non esattamente quello che definirei “aromaterapia”.

Si tratta dell’odore del prodotto così come esce dalla catena di produzione, poichè L’Erbolario ha fatto la precisa scelta (in teoria da apprezzare) di non aggiungere profumazione alcuna. Insomma: prendi la medicina così com’è. Se la cosa non ti fa desistere, passiamo agli altri aspetti.

La consistenza è quella di una classica maschera all’argilla: una crema densa di colore verdino con una punta di giallo, non eccessivamente pastosa ma quanto basta per fare uno strato fermo sulla pelle.
Il colore del prodotto è il tuo peggior nemico se hai intenzione di farti vedere da qualcuno con questa cosa in faccia.
Mentre si asciuga, infatti, la maschera all’argilla verde e bianca de L’Erbolario lascia, come tutte le maschere del genere, delle chiazze più umide che rimangono maggiormente verdi, mentre la parte asciutta assume una colorazione più biancastra.
Questa scala cromatica e le sue consistenze ricordano in modo terribile il guano di piccione: non guardarti allo specchio se hai deciso di metterla su tutto il viso, ma soprattutto fai in modo di essere vista da meno gente possibile in quei venti minuti che ti separano dalla rimozione di questa maschera. L’immagine è questa:

Recensione-erbolario-maschera-argilla-verde-bianca-propoli-pelle-grassa-inci-opinione

Insomma, per quanto nel 2017 la maschera viso sia il simbolo di una SPA routine a casa, con  consistenze lussuriose e aromi dolci, qui bisogna accontentarsi.
È pur vero che tutto questo non c’entra nulla con la funzionalità del prodotto, che infatti ho pienamente promosso.

Mentre la maschera si asciuga si possono correttamente vedere i puntini di sebo assorbito dai pori del naso, ma soprattutto la pelle NON viene bloccata nel classico mattone cementizio che rende difficoltoso qualsiasi movimento facciale.
Il giusto bilanciamento tra delicatezza ed efficacia, considerando che di solito chi ha una pelle grassa o mista tende ad abusare dei prodotti assorbenti, astrigenti, opacizzanti et similia.

Dopo l’uso, i pori sono visibilmente più puliti e l’uso al mattino permette di avere una minore untuosità durante la giornata, in quanto siamo andati ad assorbire parte della riserva di sebo accumulata nella parte superficiale del dotto pilo-sebaceo.
Consiglio l’uso al mattino appena svegli per beneficiarne degli effetti durante il giorno, ma va benissimo anche di sera dopo la detersione del viso. È adatta anche ad un uso frequente purchè le applicazioni siano limitate alle zone seborroiche.

    • Funziona?

Certamente, lascia la pelle più liscia e luminosa e i pori più puliti, diminuendo i residui oleosi della pelle.

    • Cosa mi è piaciuto

È una maschera all’argilla e fa il suo dovere senza risultare troppo delicata nè troppo aggressiva.

    • Cosa NON mi è piaciuto

La gradevolezza d’uso è ai minimi livelli, parlando di odore e texture.

analisi inci – ingredients list

Inci-erbolario-maschera-argilla-verde-bianca-propoli-recensione-opinione-pelle-grassa

La formulazione di questa maschera all’argilla de L’Erbolario è stata modificata negli anni mantenendo sempre una buona semplicità e attenzione alle linee guida europee.
La lista ingredienti ci mostra delle minime concessioni al sintetico, del tutto inoffensive se pensiamo che si tratta di un prodotto da usare per venti minuti un paio di volte a settimana.
In particolare, dobbiamo sopportare un pochino di solvente (propylene glycol) e l’emulsionante etossilato PEG-6 caprylic/capric glycerides.

L’inci ci fa scoprire che la principale argilla utilizzata è quella bianca, ossia il caolino, ottimo assorbente per pelli miste e grasse anche sensibili, poichè non risulta eccessivamente disidratante e disseccante. L’ossido di zinco contribuisce al potere assorbente del prodotto, aggiungendo la propria capacità antinfiammatoria, che si aggiunge a quella della propoli.
L’argilla verde, invece, è l’hectorite, decisamente più disidratante e per questo utilizzata in quantità contenute.

Gli attivi davvero interessanti di questa maschera all’argilla de L’Erbolario sono in realtà gli amminoacidi solforati, dei composti che uniscono lo zolfo a proteine dermocompatibili, con proprietà (dimostrate in vivo) equilibranti sulle alterazioni della pelle causate da seborrea e infiammazioni, ottime proprietà anti radicali liberi, e una buona attività nell’accelerare il ricambio cellulare cutaneo.
Si tratta della coppia conosciuta come Tiolisina Complex, costituita da lysine carboxymethyl cysteinate e lysine thiazolidine carboxylate.
Non che facciano miracoli, ma sono sicuramente utili a calmare una seborrea temporanea e correlata a fenomeni infiammatori.

Rispetto al passato, la nuova formula di questa maschera all’argilla de L’Erbolario ha certamente migliorato il proprio sistema conservante, ma occorre comunque segnalare la presenza dei conservanti ecobio sodium benzoate e potassium sorbate, che purtroppo danno fastidio a molte persone.

  • Bioecocompatibile? No, contiene ingredienti potenzialmente inquinanti e non dermoaffini
  • Certificato ecobio? No, ma l’imballo è FSC (Forest Stewardship Council) e il prodotto è dichiaratamente privo di sostanze OGM.
  • Vegan? No, contiene propoli
  • Per allergici? 7 metalli testati / testato dermatologicamente / senza allergeni del profumo

Dorothy Danielle 🌸

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

Un pensiero su “L’ERBOLARIO – maschera viso argilla bianca e verde & propoli – opinione e INCI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *