Avene-triacneal-expert-opinione-inci-ingredienti-recensione

AVÈNE – Triacnéal Expert – OPINIONE E INCI

Triacnéal Expert Avene – caratteristiche

  • Cos’è – emulsione per il trattamento delle pelli impure e post acneiche, specialmente in caso di acne tardiva
  • Cosa promette – riduzione delle imperfezioni come brufoli e punti neri e riduzione dei segni dell’acne
  • Prezzo / quantità – circa 17 euro per 30 ml
  • Dove si acquista – online qui e qui
  • Opinione –  Sufficiente

Analisi inci / ingredienti


Avene-inci-triacneal-expert-opinione-recensione-ingredienti-emulsione

Sul sito ufficiale Avene è ancora presente la formulazione del vecchio Triacnéal, evoluzione dell’ancora precedente Diacnéal che solo i diversamente adolescenti come la sottoscritta ricorderannno.
Quella lista ingredienti aveva una sua funzionalità, pur essendo non dermocompatibile nè ecosostenibile.
La nuova formula, evoluta in Triacnéal Expert, presenta delle differenze enormi rispetto al passato, con una lista ingredienti che tuttavia non abbandona le concessioni al sintetico ma che tenta di essere vagamente più dermoaffine.

L’INCI della crema Triacnéal Expert di Avène contiene, oltre alla sempre presente acqua termale Avène che viene utilizzata come base per ogni cosmetico di questa azienda francese, un mix di emollienti in parte di origine vegetale (caprylic capric triglyceride) in parte totalmente di sintesi.
Siccome la precedente formula conteneva del cyclomethicone, che essendo un silicone è stato massacrato nell’epoca del talebanesimo ecobio, questo è stato sostituito con un olio di sintesi molto leggero (isodecyl neopentanoate) e con l’isododecane, ossia una isoparaffina molto leggera e volatile, che ammorbidisce la pelle restando asciutta e non pesante.
In quanto a ecosostenibilità, Triacnéal Expert non ha palesemente fatto nessun passo avanti.

Per alleggerire la texture e dare la minore untuosità possibile, sono stati aggiunti due solventi di sintesi (pentylene e propylene glycol).
Prendiamo un attimo di respiro con una goccia di glicerina, umettante, e un emulsionante ecosostenibile, per poi annegare nuovamente nel sintetico.
Addirittura il sistema emulsionante è stato peggiorato, con l’aggiunta di un PEG-100 stearate, molecola trattata con una dose enorme di ossido di etilene, che rappresenta un rischio concreto di rilascio di diossano, sostanza considerata scientificamente dannosa per la salute umana.
Il resto delle molecole di sintesi presenti nella lista inci di Triacnéal Expert ha più che altro problemi di ecosostenibilità e dermocompatibilità, ma l’utilizzo di etossilati del genere è davvero discutibile per un prodotto di uso quotidiano che dovrebbe anche levigare la cute e quindi aumentarne temporaneamente la permeabilità.

Solo in dosi molto contenute e marginali, troviamo finalmente degli ingredienti tecnici (emulsionanti, addensanti) ecobio, oltre, finalmente, ai primi attivi.
In particolare, la formula di Triacnéal Expert si basa su tre funzionali:

  • Caprylyl glycol lineseedate, ingrediente attivo del funzionale noto come Diolenyl™.
    Non esistono ricerche indipendenti a suo sostegno, ma si tratta di un complesso attivo che, camuffato da trigliceride appetitoso per il batterio Propionibacterium Acnes, nasconde un antibatterico che uccide il predatore, diminuendo quindi la proliferazione batterica collegata all’acne.
  • Papain. Avène presenta questo attivo con il nome di X-PressinTM, ma si tratta di un semplice enzima esfoliante estratto dalla papaia, che parrebbe avere proprietà paragonabili agli alfaidrossiacidi come l’acido glicolico, contenuto nella precedente formula di Triacnéal.
    Ne dovrebbe bastare meno per avere gli stessi risultati del glicolico e con meno irritazioni a carico della pelle, eppure alla prova pratica sembrano essere molecole non del tutto sovrapponibili, considerando anche che gli enzimi di papaia non godono di una letteratura altrettanto ampia.
  • Retinal. Si tratta di retinaldeide, una forma di vitamina A che necessita di una sola trasformazione da parte della pelle per essere convertita in acido retinoico e quindi per essere completamente efficace.
    Oltre a contrastare l’eccessiva attività dei cheratinociti, alleggerendo lo strato corneo e impedendo così la formazione di occlusioni, questa molecola diminuisce le dimensioni delle ghiandole sebacee, riducendo col tempo la seborrea tipica di moltissime pelli impure.
    Oltre a tutto questo, la vitamina A è l’unico attivo riconosciuto scientificamente come effettivo antirughe, ossia è una molecola in grado di far regredire i segni del tempo già presenti curando i danni della cute invecchiata.

La colorazione tipicamente ambrata di Triacnéal è, come in passato, dovuta alla presenza di un colorante sintetico, mentre è sempre apprezzabile la scelta di una profumazione senza allergeni, caratteristica fondamentale se si formula per la pelle sensibile.
Il sistema conservante non presenta particolari problemi, segnalo solo la presenza di potassium sorbate che, per quanto ecobio, conta un discreto numero di allergici.

– Leggi anche: la più recente My Skincare Routine! –

A chi lo consiglio?

Partirei col dire che Triacnéal Expert NON è adatto a te se hai una forma di acne ancora attiva, infiammata e diffusa.
Si tratta infatti di un cosmetico più adatto a trattare gli esiti successivi all’acne, come residui e sporadici brufoli e irregolarità nella texture cutanea.
Non funziona assolutamente per far guarire o riassorbire i brufoli.

Va bene per te se non hai dimestichezza con routine complesse che potrebbero sostituire in modo più efficace e dermocompatibile l’azione di Triacnéal Expert, e se desideri un prodotto multifunzionale contro gli esiti acneici da usare rigorosamente di sera. Passerei comunque ad altro alla fine della confezione.

recensione d’uso

Avene-triacneal-expert-opinione-inci-ingredienti-recensione

PRIMO IMPATTO
La confezione di Triacnéal Expert Avène si differenzia notevolmente dalle precedenti versioni, che erano dei banali tubetti di plastica da schiacciare.
Qui abbiamo un bel flaconcino airless con erogazione a pressione, in plastica opaca, per la massima protezione del prodotto da luce e aria.
La texture della crema si presenta abbastanza leggera al tatto, non troppo unta, di colore giallino.

USO / APPLICAZIONE
Triacnéal Expert, essendo un prodotto funzionale che contiene retinoidi ed esfolianti, va utilizzato assolutamente di sera, subito dopo un siero leggero e idratante, magari a base di nacinamide (vitamina B3), che completa alla perfezione un trattamento anti impurità per pelli segnate da un’acne pregressa.
L’emulsione Triacnéal Expert non va applicata sul contorno occhi e soprattutto, siccome NON si tratta di una crema viso genericamente idratante, ma di un trattamento attivo, potrebbe essere necessario l’uso di una crema che completi la routine serale.
Per questo motivo, dopo la sua applicazione può essere tamponata sul viso una semplice crema idratante e lenitiva, anche solo nelle zone più asciutte, oppure si può usare Triacnéal a sere alterne, intervallando con un prodotto maggiormente dermoaffine.
Questa seconda opzione, in particolare, va benissimo se non si è abituati all’uso di trattamenti attivi e ingredienti esfolianti, e se la pelle risulta irritata.

Ripeto anche qui che NON si tratta di uno “spot treatment” per i brufoli, fa davvero poco o nulla sull’acne attiva, perchè si tratta di un’emulsione pensata per ridurre cicatrici, irregolarità cutanee, segni di vario genere, e lievi impurità residue.
Chiaramente, durante il trattamento con Triacnéal di Avène sarebbe preferibile l’utilizzo giornaliero di una protezione solare, soprattutto in primavera ed estate, perché le difese naturali della pelle vengono indebolite quando si stimola il suo rinnovamento e la cute risulta più sensibile all’azione dannosa dei raggi UV.
Generalmente le pelli molto grasse hanno anche uno strato corneo abbastanza spesso, dovuto ad una eccessiva cheratinizzazione della pelle, e pertanto resistono bene e senza irritazioni all’azione di Triacnéal. Tuttavia, se sono in corso altri trattamenti con prodotti aggressivi, la pelle potrebbe irritarsi e avere bisogno di applicazioni più diradate.

Avene-triacneal-expert-opinione-inci-recensione-ingredienti

FUNZIONA?

Abbastanza bene.
Sarebbe sicuramente meglio adottare una routine che metta separatamente sulla pelle un esfoliante acido di media forza, un antibatterico quando necessario e una fonte di vitamina A. Triacneal Expert può essere senza dubbio sostituito da prodotti più efficaci e più dermoaffini, ma è comprensibilmente utile per chi non vuole dedicare troppo tempo alla skincare o non è capace di costruirla.
Una quantità di attivi così contenuta agisce con maggiore gradualità, senza aggredire la pelle, ma al contempo può non avere efficacia sui segni maggiori e più estesi, se non con un trattamento molto prolungato nei mesi.

  • Rispetta il claim dell’azienda? Triacneal Expert è senza dubbio capace di migliorare la texture cutanea e di far diminuire le impurità di origine occlusiva o batterica, pur non risultando il prodotto risolutivo
  • Ecosostenibile / dermocompatibile? No, contiene ingredienti potenzialmente inquinanti e non dermoaffini
  • Certificato ecobio / cosmetico biologico? No.
  • Vegan? Direi di si
  • Per cute sensibile? ipoallergenico / senza allergeni del profumo

Dorothy Danielle 🌸

SOS SKINCARE – Consulenza Cosmetica personale

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Cincischiando-valutazione-analisi-inci-cosmetici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *