uriage-creme-legere-spf-20-opinione-recensione-inci-light-water-cream

URIAGE – crème d’eau lègère spf 20 – OPINIONE E INCI | cINCIschiando

crème d’eau lègère spf 20 Eau Thermale Uriage – caratteristiche

  • Cos’è – crema viso idratante protettrice
  • Cosa promette – mantiene un’idratazione cutanea ottimale rinforzando il film idro-lipidico e protegge la pelle dal sole e dall’inquinamento
  • Prezzo / quantità – circa 18 euro per 40 ml
  • Dove si acquista – online qui 
  • OpinioneNon consigliato

Analisi inci / ingredienti


inci-uriage-creme-legere-spf-20-opinione-recensione-light-water-cream

Chi sta cercando l’inci della light water cream di Uriage per utilizzarla come protezione solare può anche fermarsi qui, perché abbiamo un problema: il sistema di filtri utilizzato è di vecchia generazione e assolutamente non fotostabile.
Il filtro principale (ethylhexyl methoxycinnamate) si degrada abbastanza rapidamente alla luce, ha un profilo ecologico talmente pessimo da essere stato vietato alle Hawaii per danni alla barriera corallina e, come se ciò non bastasse, è qui abbinato con un filtro UVA (butyl methoxydibenzoylmethane) che viene a sua volta destabilizzato da questa molecola.
Il terzo filtro nella formula della Crème d’eau lègère di Uriage (ethylhexyl salicylate), che dovrebbe avere una funzione di supporto alla protezione UVB, non migliora la situazione, perché non è né fotostabile né abbastanza potente da sostenere da solo uno scudo UV efficace.

Il resto dell’INCI di questa crema idratante Uriage  contiene pesanti concessioni al sintetico, quali polimeri acrilici e anche una discreta percentuale di silicone abbastanza unto (dimethicone), che in abbinamento ai filtri solari già citati temo possa risultare in un prodotto tutt’altro che leggero sulla pelle, a maggior ragione se si presume che venga applicato nelle dosi di una protezione solare effettiva.
L’unica sostanza dermoaffine della prima metà dell’INCI, in grado di aiutare in qualche modo la barriera cutanea è lo squalane, un olio leggero molto simile al sebo.

Gli eccellenti attivi idratanti che ci interessano sono invece tutti relegati a percentuali minime: glicerina, urea, trealosio, glucosio e acido ialuronico. Segnalo anche l’Aquaxyl (xylitylglucoside, anhydroxylitol, xylitol), che ottimizza la circolazione e le riserve di idratazione, coadiuvando la sintesi proteica e lipidica della pelle al fine di diminuire la perdita di acqua trans-epidermica.

Le vitamine C ed E sono qui in forma blandamente antiossidante, ma fanno comunque presenza.
La profumazione è senza allergeni e il sistema conservante, per quanto non ecobiologico, è generalmente ben tollerato.

– Leggi anche: la più recente My Skincare Routine! –

Commento

uriage-creme-legere-spf-20-opinione-recensione-inci-light-water-cream

Chi volesse utilizzare la crème d’eau lègère di Uriage deve semplicemente dimenticarsi della protezione solare.
Consiglio di non utilizzare questa crema idratante per stare all’aperto durante la bella stagione, al fine di evitare la degradazione dei filtri presenti in formula e una proliferazione indesiderata di radicali liberi.
Si può utilizzare sotto un’altra protezione solare? Ni.
Sovrapponendo filtri organici diversi si rischia di destabilizzare comunque anche i filtri della protezione che si va ad applicare sopra questa crema.
La situazione dovrebbe migliorare scegliendo una protezione a base di filtri minerali, ma non è mai una scelta illuminata avere sulla pelle un prodotto come questo se si necessita di una protezione solare effettiva.

L’unico modo sicuro per sfruttare la light water cream di Uriage durante il giorno è aspettare l’autunno e l’inverno, quando la necessità di protezione è marginale, i filtri non vengono sottoposti a particolare stress dai raggi UV e la pelle riesce a tollerare la necessaria dose abbondante di prodotto.

Filtri solari a parte, ne rimane una crema largamente sintetica, pertanto molto poco dermocompatibile, nonostante contenga attivi di pregio per l’idratazione cutanea.
Peraltro, è inopportuno unire nello stesso prodotto degli idratanti, che si desidera penetrino il più a fondo possibile nella pelle, e dei filtri solari, che si vorrebbe non fossero assorbiti.
Ne risulta un prodotto che con ogni probabilità non fa davvero bene nessuno dei suoi due compiti (idratare e proteggere).

La crème d’eau lègère di Uriage si può sostituire alla perfezione con diversi step della propria skincare che svolgano in modo autonomo i diversi e incompatibili obiettivi che questa crema avrebbe dovuto perseguire da sola: un buon siero gel idratante, fatto seguire se necessario da un olio o da una crema antiossidante e infine una protezione solare.

  • Rispetta il claim dell’azienda? Sicuramente no per quanto concerne protezione solare e dall’inquinamento. Ha tutte le carte in regola, invece, per idratare sufficientemente la pelle.
  • Ecosostenibile / dermocompatibile? No, contiene ingredienti potenzialmente inquinanti e non dermoaffini
  • Certificato ecobio / cosmetico biologico? No.
  • Vegan? no, contiene serina che potrebbe essere estratta dalla seta./li>
  • Per cute sensibile? ipoallergenico / testato dermatologicamente / senza allergeni del profumo

Dorothy Danielle

I post pubblicati nella rubrica cINCIschiando NON sono recensioni d’uso ma analisi richieste dai lettori, che mandano l’INCI di un prodotto cosmetico di loro interesse affinché sia commentato. Ottieni la tua analisi INCI in cINCIschiando cliccando qui.
Desideri una skincare routine personalizzata? SOS SKINCARE – Consulenza Cosmetica personale

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Migliore-protezione-solare-2018-come-sceglierla-ebook-iloveremunni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *