skin-care-routine-settimanale-quotidiana-coreana-estate-beauty-routine

MY SKINCARE ROUTINE – Estate 2018 – DOROTHY DANIELLE | parte 2

Bentornata nella mia skincare routine!

Questa è la seconda parte della mia routine cosmetica per l’estate 2018, dove troverai i trattamenti settimanali e complementari alla skincare viso, come maschere e trattamenti d’emergenza, ma anche prodotti per la cura del corpo e integratori utili al benessere della pelle e degli annessi cutanei.

Per comprendere pienamente alcune scelte e avere un’idea più chiara di come utilizzare le informazioni che leggerai, ti consiglio di partire dalla beauty routine quotidiana per il viso, che trovi nella prima parte di questa rubrica, cliccando qui.
Altrimenti, buon proseguimento di lettura!

MASCHERE – TRATTAMENTI SPECIALI VISO E CORPO – INTEGRATORI

  • MASCHERA 1

secret-key-golde-racoony-eye-patch-inci-opinione-recensione

SECRET KEY – Gold Racoony hydrogel eye and spot patchquesto

Si tratta di un vasetto contenente ben 30 coppie di strisce in hydrogel per il contorno occhi, più 30 dischetti centrali che possono andare sulle guance o dove si preferisce, ad esempio ai lati della bocca, sulle naso-labiali, al fine di evitarne la formazione per disidratazione.

La sagoma delle strisce per il contorno occhi è così sottile da non essere adatta ad inestetismi estesi, in qual caso è meglio optare per i patch in hydrogel senza dischetti al centro, con una sagomatura più ampia per il contorno occhi.
Questa non è la formula che mi è piaciuta di più tra gli analoghi che conosco e ho testato, in quanto alcuni ingredienti possono essere leggermente irritanti e scaturire una minima sensazione di pizzicore sulla cute; tuttavia, se usati con costanza, non meno di 3 volte a settimana, questi patch svolgono bene il loro lavoro: pelle idratata, occhiaie e segnetti meno visibili.

  • MASCHERA 2

khadi-maschera-ayurvedica-rosa-antiage-opinione-inci-recensione

KHADI – maschera ayurvedica alla rosa antiagequesta

L’ayurveda a livello concettuale mi dice poco, ma questa maschera in polvere è diventata dalla prima prova una delle maschere all’argilla che preferisco in termini di risultati immediati. Ben lo sanno alcuni miei clienti che se la sono vista piovere in consulenza (e questo vuol dire che si tratta di un’eccellenza).

Non è comodissima da usare perché va mescolata al momento con acqua o un idrolato a piacere, ma lascia la pelle talmente rinnovata e pulita, per di più con l’effetto rilassante dell’estratto di rosa, che diventa una coccola funzionale ad ogni applicazione.
La parte argillosa è arricchita da erbe antiossidanti e stimolanti sul microcircolo che migliorano la ricettività della cute e permettono, in fase di risciacquo, un lieve massaggio esfoliante, più delicato di uno scrub o di un acido, ma assolutamente efficace.
Va bene per tutti i tipi di pelle, tranne quelle secche, allergiche o molto reattive.

  • MASCHERA 3

eterea-lux-enzimatic-peel-opinione-inci-recensione

ETEREA – Lux Enzimatic Peelquesta

Di questo prodotto firmato Eterea ho sentito raccontare qualsiasi magica virtù, tranne l’informazione più importante: è una maschera nutriente e dolcemente esfoliante, che va bene SOLO ed esclusivamente su pelle secca o iper sensibile, tale da non poter tollerare alcuna esfoliazione più consistente.
Se non riesci ad usare nessun acido e nessuno scrub, questa è l’esfoliazione più delicata in assoluto, perché lascia fare il lavoro sporco a degli enzimi vegetali che letteralmente mangiano, disgregano le proteine corrispondenti alle cellule morte in eccesso sul viso. Volendo si può anche utilizzare come detergente al mattino, basta applicarne un po’ sul viso, massaggiare, lasciare in posa, inumidire, massaggiare e sciacquare.

Le pelli miste e ancor più le pelli oleose, con un veloce ricambio cellulare e un facile ispessimento della pelle, ne stiano semplicemente alla larga. È troppo unta per essere piacevole d’estate ed esfolia troppo poco per poter essere usata con soddisfazione d’inverno da chi ha queste comuni tipologie cutanee.
Si tratta insomma di un prodotto di nicchia, sia per la formula in oleogel, sia per il pubblico piuttosto ristretto che la può apprezzare, sia per efficacia e tipologia di formula, sia per il costo/quantità non del tutto accessibile.

  • TRATTAMENTO SPECIALE 1

heliocare-cushion-compact-beige-spf-50-opinione-inci-recensione

HELIOCARE 360 – Color cushion compact beige spf 50+questo

Ho sempre tollerato poco i compatti colorati con protezione solare per due motivi: vanno applicati strisciando la spugna sulla pelle, col rischio di togliere quello che è stato già applicato in precedenza; di solito sono pesanti e occlusivi.

Questo cushion colorato spf 50+ di Heliocare non sostituisce del tutto nè il fondotinta, nè la protezione solare quotidiana, ma è IL ritocca-tutto da tenere in borsa: aggiusta il trucco e rabbocca la protezione solare, che tra occhiali da sole, una toccata di fazzoletto e il passare delle ore tende a sparire. La texture è leggera, leggermente luminosa ma non unta né occlusiva, e soprattutto si può tamponare con l’applicatore incluso (e lavabile, mi raccomando).
Siccome la formula è a base di filtri organici, il cushion di Heliocare va bene almeno su qualsiasi protezione a base di filtri minerali si sia applicata al mattino.

  • TRATTAMENTO SPECIALE 2

The-ordinary-alpha-lipoic-acid-5-opinione-inci-recensione

THE ORDINARY – Alpha lipoic acid 5%questo

In questa lozione, l’acido alfa lipoico non è usato solo come antiossidante, pur trattandosi di una molecola eccellente in grado di rigenerare anche le altre molecole antiossidanti esauste, ma è sfruttato anche e soprattutto come acido esfoliante e illuminante, da usare di sera.

La sua potenza è tale da dover essere usato in quantità minime non più di 3 volte a settimana, risultando comunque un pochino aggressivo ma molto efficace. Si utilizza dopo il tonico, prima del siero e degli altri trattamenti abituali, aspettando qualche minuto che venga assorbito prima di procedere con la routine.
Al mattino, la pelle è decisamente più luminosa, ma è ancora più tassativo l’utilizzo di una protezione solare effettiva e l’astensione dal sole.

  • IDRATANTE CORPO

OFFICINA NATURAE – Crema fluida Doposolequesta

Chi ha detto che il doposole si usa solo dopo l’esposizione solare? In realtà, si tratta della crema corpo più completa, riuscendo a fornire antiossidanti e lenitivi necessari a proteggere la cute da inquinamento e stress ossidativo, oltre a idratazione e nutrimento di base. A meno che non debba passare molto tempo all’aperto (e in tal caso prediligo una protezione), questa è la crema corpo quotidiana di ogni mia recente mattinata estiva.

Chi ha la pelle particolamente secca ed esigente non troverà nella crema fluida doposole di Officina Naturae il prodotto giusto, perché si tratta di una texture leggera, dal finish asciutto e vellutato, assolutamente non unta; in compenso non fa sudare e non appiccica.
La profumazione calda e lievemente speziata è un valore aggiunto per coloro a cui piace: pur non essendo invadente lascia un aroma piacevole sulla pelle, in modo da poter evitare l’uso di profumi alcolici durante la stagione soleggiata.

  • TRATTAMENTO DRENANTE CORPO

eterea-eupraxia-crema-cellulite-drenante-opinione-inci-recensione

ETEREA – Eupraxia crema cellulite drenantequesta

Dopo mille peripezie, sto finalmente riuscendo ad utilizzare la crema corpo drenante di Eterea.
Il primo flacone acquistato aveva un problema col mentolo, che si era cristallizzato come granelli di zucchero e la texture sembrava quella di uno scrub. Eterea ha preso in carico il problema, dimenticandosi tuttavia di spedire la sostituzione che è arrivata dopo diverse settimane e un sollecito, cosa che è ai limiti del tollerabile per un brand di fascia medio-alta. Siccome è un’azienda giovane e le formule sono generalmente di ottima qualità, è perdonabile.

Col caldo di queste settimane l’effetto freddo del mentolo fa piacere. Il problema è che sulla confezione non viene riportata chiaramente questa caratteristica della crema, quindi attenzione: chi già normalmente soffre di una circolazione scarsa e pelle fredda, non tenga in considerazione la crema Eupraxia, se non giusto per l’estate.
Per dare sollievo, invece, alle gambe gonfie e appesantite, è una scelta eccellente.

  • ESFOLIANTE CORPO

remedia-erbe-scrub-aurora-opinione-inci-recensione

REMEDIA ERBE – Scrub Aurora questo

Questo è IL vero scrub Bio-Eco di fascia alta: certificazione SoCert, oli vegetali e oleoliti da agricoltura biologica, scelti tra antiossidanti e drenanti, oli essenziali anch’essi biologici per un profumo agrumato e leggermente erbaceo, senza additivi di sintesi. Nella confezione si trova anche qualche bocciolo di rosa damascena, biologici anch’essi, parte integrante della produzione agricola di Remedia.
Non è economico, ma è una vera coccola e dietro c’è tanto lavoro di altissima qualità, senza fuffa.
Nulla a che vedere con lo scrub preso al volo per la scorsa primavera (citato QUI).

  • INTEGRATORE ANTIOSSIDANTE

integratore-olio-di-carota-monelli-ezio-opinione-composizione-recensione

MONELLI EZIO – Olio di carotaquesto

D’estate provo sempre almeno un integratore che prepari la pelle al sole estivo, non tanto per l’abbronzatura, argomento su cui l’ebook sui solari 2018 fornisce la mia esaustiva visione, quanto per evitare danni da esposizioni non intenzionali.

Anziché un integratore specifico, ho puntato sull’olio di carota titolato al 70% di carotenoidi (antiossidanti, tra cui il beta-carotene precursore della vitamina A) giusto per dare una spinta in più all’alimentazione e alla skincare.
Rispetto al consumo quotidiano di carote, che potrebbero essere state trattate con sostanze inibitrici della formazione di carotenoidi o che semplicemente non hanno un contenuto fisso di antiossidanti, la differenza è avere la certezza di un introito molto concentrato e certo di beta-carotene, utile soprattutto per chi non va eccessivamente d’accordo con frutta e verdura.

  • INTEGRATORE VITAMINA D3

Pur non esponendomi al sole, d’estate almeno le gambe prendono un po’ di luce e il fabbisogno di vitamina D da dover integrare cala leggermente.
Siccome il mio attuale integratore multivitaminico – multiminerale contiene già un po’ di colecalciferolo (vitamina D3, biodisponibile), alcuni alimenti sono già addizionati e in generale sono certa di non aver carenze, attendo settembre prima di ricominciare con un’integrazione autonoma di vitamina D.

  • INTEGRATORE OMEGA 3

Omegor-vitality-composizione-recensione-integratore-omega-3-olio-di-pesce

OMEGOR – Vitality 1000questo

Gira che ti rigira gli integratori di Omgea 3 validi sono sempre quelli, è tanto che non trovo cose nuove di qualità accertabile da poter provare, salvo una recentissima segnalazione da parte di una lettrice, di cui potrò parlare nella prossima routine se dovesse valerne la pena. Per adesso, una comparazione tra vari marchi che producono Omega 3 è stata fatta QUI.

Chi mi segue da un po’ sa che gli omega tre per me NON sono solo un’integrazione stagionale ma un impegno quotidiano 365 giorni all’anno.
Solo chi ha a disposizione in tavola diverse volte a settimana sardine, acciughe, aringhe, sgombri e altro pesce azzurro, preferibilmente di piccola taglia, può pensare di fare a meno degli omega 3. Certo, è estate, il pescato è economico e abbondante, ma non sempre si ha tempo e voglia di pulire e cucinare sardine.

Dei benefici degli omega 3 per la pelle abbiamo già ampiamente parlato QUI nell’apposita rubrica, che consiglio vivamente di leggere.
Riassumendo, la nostra alimentazione è eccessivamente sbilanciata verso gli omega 6, e queste due tipologie di acidi grassi necessitano invece di un equilibrio preciso, non solo per la prevenzione di malattie più serie, ma anche per la pelle.

Un’integrazione di almeno 400 mg al giorno di EPA permette di ricevere un’azione:
antiossidante e antinfiammatoria, utile sia a livello antiage che per chi soffre di impurità di tipo acneico
– protettiva contro i danni solari, in quanto secondo uno studio svolto dall’Università di Manchester gli omega 3 aumentano la soglia di eritema, e addirittura diminuiscono l’incidenza di cancro cutaneo fotoindotto (questo non vuol dire che sia consigliabile prolungare l’esposizione solare se si assumono omega 3)
– protettiva contro il fotoinvecchiamento, poichè l’EPA blocca gli enzimi indotti dalle radiazioni UVA, responsabili della distruzione del collagene (Journal of Lipidic Research, 2005).
Senza controindicazioni, a meno che la tua alimentazione non sia vegetariana, perché l’EPA purtroppo si trova esclusivamente nel pesce.

Dorothy Danielle

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Migliore-protezione-solare-2018-come-sceglierla-ebook-iloveremunni

8 pensieri su “MY SKINCARE ROUTINE – Estate 2018 – DOROTHY DANIELLE | parte 2

    • Dorothy says:

      Grazie a te per aver letto e apprezzato l’articolo, sono contenta che ti sia stato utile e sono sicurissima che siano in tanti ad essere curiosi su quel prodotto, è stato pubblicizzato decisamente oltre le sue potenzialità.
      A presto
      Dorothy

  1. Marcella says:

    Grazie, grazie e ancora grazie! Quante cose imparo leggendo i tuoi articoli!
    E quanti ottimi prodotti si scoprono anche di prezzo basso, cone ad esempio il doposole 🙂

    • Dorothy says:

      Ciao Marcella,
      grazie a te per aver apprezzato l’articolo!
      Quel doposole è effettivamente una chicca, non per chi si ustiona ovviamente, ma per la cura del corpo estiva non ha nulla da invidiare a formulazioni ben più blasonate.
      A presto!
      Dorothy

  2. Renata says:

    Aspettavo con ansia questa seconda parte, grazie per l’articolo! I cushion con protezione solare mi inducono sempre qualche timore. Recentemente infatti ho acquistato il cushion mi-rê perché pensavo non fosse problematico come lista ingredienti e devo dire che provandolo sulla mano l’effetto è strabiliante, ma purtroppo mi sono accorta solo dopo che contiene benzophenone 3 e la cosa mi fa sempre desistere dall’usarlo anche sul viso. Esagero troppo?

    • Dorothy says:

      Ciao Renata,
      grazie a te per aver letto e apprezzato!
      I cushion con spf in generale non dovrebbero metterti più timore di una qualsiasi protezione solare: la probabilità di trovare formulazioni brutte è la stessa, non c’è una correlazione tra cushion e tipo di ingredienti che possiamo trovarci dentro, anche qui andrebbero analizzati prodotto per prodotto.
      Riguardo al benzophenone-3, se la formula ne contiene più dello 0.5% dovresti trovare scritto sulla confezione “contiene oxybenzone”, e questa è già un’informazione che ci permette di capire se preoccuparci. Più la dose è bassa, meno problemi mi farei a finire la confezione che hai già.
      Per ridurre al minimo qualsiasi problema: non farci assolutamente il bagno (danneggia la barriera corallina) e non usarlo per esporti al sole intenzionalmente, in modo da ridurre il rischio di dermatite fotoallergica, che si può scatenare quando questa molecola è attivata dalla luce intensa, diretta e prolungata.
      A livello di assorbimento sistemico, l’importante è non mettere questa formula sulla pelle nuda appena detersa, ma separare cute e protezione con sieri e trattamenti di skin care, che facciano da cuscinetto.
      Per l’uso in città come descritto non mi farei alcun problema.

      A presto!
      Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *