bellavera-opinioni-olio-denso-veralab-inci-recensione

BELLAVERA – Olio denso VeraLab – OPINIONE E INCI | cINCIschiando

Olio denso Bellavera Veralab – caratteristiche

  • Cos’è – olio detergente e idratante
  • Cosa promette – nutre e deterge la pelle, agisce da antiossidante ed elasticizzante se usato come leave on, lascia la pelle morbida e setosa
  • Prezzo / quantità – 25 euro per 75 ml
  • Dove si acquista – online qui
  • OpinionePromosso

Analisi inci / ingredienti

Bellavera-inci-olio-denso-veralab-opinioni-recensione

L’Inci dell’olio denso VeraLab di Bellavera propone una formula del tutto ecosostenibile e dermocompatibile.
Gli oli scelti per la creazione di questo olio detergente non sono particolarmente pregiati, ma evidenziano l’intenzione di dare una sensorialità molto piacevole, con un tocco setoso quasi siliconico.

La base del prodotto è costituita semplicemente da olio di mandorle dolci (Prunus Amygdalus Dulcis), un estere sintetizzato a partire da olio di cocco e glicerina (Caprylic/Capric Triglyceride) e generico olio vegetale (olus oil).
Ad essi però si aggiungono i meno noti tridecane e undecane, due idrocarburi ecosostenibili, sintetizzabili da fonti vegetali, con caratteristiche di leggerezza molto simili ai siliconi volatili.
Infine, piccole percentuali di olio di girasole (heliantus annuus), vitamina E esterificata (tocopheryl acetate) e isopropyl myristate (estere ecosostenibile) completano le sostanze grasse scelte per questo olio detergente.

La formula dell’olio denso VeraLab Bellavera svela anche due ingredienti “a sorpresa” per un olio detergente: glicerina e acqua. Proprio alla glicerina, sostanza molto viscosa e densa, è dovuta la consistenza gel del prodotto e il nome “olio denso”.
Siccome acqua e olio non possono convivere senza un legante, nella formula dell’olio denso Bellavera è presente anche l’indispensabile emulsionante sucrose laurate, derivato da zucchero e acido laurico; questa molecola conferisce al detergente un’estrema facilità di risciacquo e permette all’olio gel di trasformarsi immediatamente in una cremina fluida appena entra a contatto con l’acqua.

Questo meccanismo può ricordare quello dell’olio struccante So Bio Etic (citato qui), dove però la quantità di glicerina è preponderante rispetto alla quota grassa della formula, tanto che il prodotto risulta in un gel appiccicoso che tutto sembra tranne un olio.
In teoria, l’olio denso Bellavera dovrebbe avere una texture più lavorabile, setosa e gradevole.

L’INCI dell’olio denso si conclude con una selezione di estratti vegetali dalle proprietà principalmente antinfiammatorie, disarrossanti e lenitive: Passiflora (Passiflora Incarnata), Achillea (Achillea Millefolium), Camomilla (Chamomilla Recutita), Elicriso (Helichrysum Italicum), Tiglio (Tilia Cordata).
Questi attivi non hanno particolare utilità quanto l’olio denso viene utilizzato per la detersione della pelle, in quanto restano solo pochi secondi a contatto con la cute, per poi essere risciacquati con facilità. Al massimo, possono contribuire a non causare ulteriori irritazioni.
Hanno invece maggiore utilità quando l’olio denso è utilizzato come olio idratante e nutriente da spalmare e lasciare sulla pelle, fornendo una buona protezione contro irritazioni e infiammazioni.

La capacità antiossidante della formula è invece piuttosto limitata, al contrario di quanto enfatizzato sulla descrizione del prodotto: la vitamina E, che normalmente è un eccellente antiossidante, in questo caso è stata utilizzata nella sua forma più stabile e meno attiva in assoluto (tocoferile acetato anziché tocoferolo), risultando quindi paragonabile a qualsiasi altro emolliente vegetale con blanda azione antiox.

Apprezzabile la scelta di una profumazione senza allergeni a carico, soprattutto considerando che l’olio denso viene utilizzato anche per struccare gli occhi.

– Leggi anche: la più recente My Skincare Routine! –

Commento

bellavera-opinioni-olio-denso-veralab-inci-recensione

Partirei dall’unico possibile difetto dell’olio denso Bellavera, visto che parliamo di detergenti e so che la maggior parte dei lettori è restia ad investire molto su questi prodotti.
Il rapporto qualità/prezzo è sicuramente sbilanciato verso il prezzo: in proporzione, costa più l’olio denso Bellavera del burro detergente Clinique Take The Day Off (questo), che insieme al Carrot Butter di The Organic Pharmacy (recensito QUI) e all’olio di cocco biologico rappresenta la mia divina trinità della detersione.

È pacifico che per ogni prodotto Bellavera si paghi, giustamente, anche il brand che c’è dietro e tutta la comunicazione informativa fatta dalla creatrice della linea (L’Estetista Cinica).
Tuttavia, siccome i prezzi della linea Bellavera sono entry level di fascia luxury, proprio per l’investimento necessario sarebbe giusto aspettarsi qualcosa di più nella selezione degli ingredienti.

L’olio denso VeraLab Bellavera rappresenta una buona soluzione per chi volesse avvicinarsi alla detersione per affinità ma è terrorizzato all’idea di massaggiarsi in faccia un olio schietto.
In questo caso, il risciacquo dell’olio denso è talmente facilitato dalla formula gel, che il prodotto non avrà problemi a scivolare via dal viso trasformandosi in un fluido lattiginoso, senza lasciare alcuna untuosità dietro di sé.

La possibilità di utilizzare l’Olio Denso Bellavera sia come olio nutriente sulla pelle asciutta, sia come fluido idratante sulla pelle umida, è una caratteristica che lo accomuna a tutti i detergenti per affinità ben formulati. Tuttavia, la formula in gel di questo prodotto permette di alleggerirlo molto più di qualsiasi olio o burro (che restano unti), trasformandolo letteralmente in un latte corpo.
L’idea è analoga a quella di usare un buon latte detergente restitutivo come crema idratante: si può fare benissimo.

Nella sua multifunzionalità, l’olio denso Bellavera va benissimo anche per la rimozione del make up, massaggiandolo direttamente sulla pelle asciutta, per poi rifinire la detersione con un latte detergente e un panno in mussola, oppure, in caso di pigrizia, risciacquare e basta.
Ho qualche remora  verso l’utilizzo sugli occhi, perché queste formule vanno solitamente poco d’accordo con i dischetti di cotone e vanno sfregate a lungo. Tuttavia, le recensioni entusiaste suggeriscono altrimenti.

In conclusione: una bella formula ecosostenibile, semplice, funzionale.
L’olio denso Bellavera è senza dubbio divertente e facile da usare, per cui vale la pena, potendo, dargli una possibilità. Merita la promozione considerando anche la particolare formulazione olio-gel che lo caratterizza.

  • Rispetta il claim dell’azienda? Senza dubbio questa formula è in grado di detergere con delicatezza e può essere un buon idratante corpo se lasciato sulla pelle dopo la doccia. Non riscontro dall’INCI alcun potente antiossidante che possa sostenere questo claim.
  • Ecosostenibile / dermocompatibile? Eco-dermocompatibile
  • Certificato ecobio / cosmetico biologico? No.
  • Vegan? Si, formula senza ingredienti animali
  • Per cute sensibile? SENZA allergeni del profumo

Dorothy Danielle

I post pubblicati nella rubrica cINCIschiando NON sono recensioni d’uso ma analisi richieste dai lettori, che mandano l’INCI di un prodotto cosmetico di loro interesse affinché sia commentato. Ottieni la tua analisi INCI in cINCIschiando cliccando qui.
Desideri una skincare routine personalizzata? SOS SKINCARE – Consulenza Cosmetica personale

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Migliore-protezione-solare-2018-come-sceglierla-ebook-iloveremunni

4 pensieri su “BELLAVERA – Olio denso VeraLab – OPINIONE E INCI | cINCIschiando

  1. Maria says:

    Dorothy, Ma davvero Grazie a te di essere la realtà che sei sul web. Il lavoro che svolgi è davvero encomiabile, aiuti a comprendere i prodotti, rendendo fruibile L’ inci anche alle persone più ignoranti di fronte alla materia cosmetica. (Se tu fossi presente fisicamente sul territorio in cui vivo, mi sarei già avvalsa dei tuoi consigli personalizzati, io ho bisogno di stabilire un contatto umano in questo tipo di relazioni, Anche a causa di brutte esperienze del passato). Le maschere di cui parlavo prima, in vendita presso Oviesse, non sono direttamente a marchio Bellavera, ma in etichetta è riportata la dicitura: “testate dall’ estetista cinica”.
    Mi dispiaceva non essere precisa. Sono convinta che ti piacerà moltissimo anche il latte struccante/ detergente a marchio Namur, ho avuto modo di provarlo e me ne sono totalmente innamorata per molteplici motivi.
    1. Assenza totale di tensioattivi;
    2. Grassi vegetali e biologici;
    3. Cremoso, confortevole, deliziosamente vanigliato ed effettivamente struccante.

    • Dorothy says:

      Ciao Maria,
      Come sempre sei gentilissima, io condivido solo un po’ di curiosità nell’ambito attorno al quale ruota gran parte della mia vita, ma è un ruolo tutt’altro che indispensabile nel mondo.
      Non conosco proprio le maschere che citi, eppure Oviesse è anche qui, temo di andarci troppo distratta.
      Buon fine settimana, a presto,
      Dorothy

  2. Maria says:

    Ciao carissima dorothy, Spero tu stia bene, e soprattutto che il tuo polso stia al meglio.
    Grazie per questa recensione, la prima riflessione che ho fatto guardando la lista ingredienti, è stata proprio quella di chiedermi se questo prezzo fosse bilanciato in rapporto alla quantità e alla qualità degli ingredienti usati. Tra l’altro, mi sembra non ci sia nulla di biologico nel prodotto, che possa giustificare un prezzo più alto rispetto ad altri prodotti simili per tipologia, funzione e ingredienti sul mercato. Posso rivelarti una cosa, come nel nome di una persona è racchiusa la sua personalità, anche nel nome del marchio, a mio parere è dischiuso il mondo che c’è dietro. Un nome ostico, personalmente parlando, che mi fa antipatia già dal primo incontro.
    non vorrei sbagliarmi, ma in un punto Ovs, se non ricordo male, ho trovato le maschere nelle taglie mini di questo marchio, e ho letto un po’ la lista ingredienti. Non mi hanno particolarmente colpito, voglio dire, non hanno quel quid in più o di diverso che mi abbia stimolato ad investire sul marchio, superando la non simpatia per il nome scelto.
    La cinicità è davvero una brutta cosa
    In questo periodo, mi sto struccando con un olio all’argan biologico, la cui diffondibilità sulla pelle è semplicemente meravigliosa, come la pulizia che ne ottengo, essendo in grado di rimuovere perfettamente tutto il make-up occhi, senza farmeli lacrimare come tutti gli altri oli.
    Un carissimo saluto.

    • Dorothy says:

      Ciao Maria,
      Grazie per essere sempre tra le lettrici più assidue.
      Devo ammettere una mia colpevole ignoranza nei confronti dei prodotti Bellavera, sicuramente questo prodotto specifico è un po’ sovrapprezzato per quel che è, ma la formula è particolare, il prodotto non fa danni alla pelle (anzi) e per certo le piccole aziende hanno margini più contenuti di realtà più strutturate. Se ci sono clienti che vogliono sostenere il progetto e i professionisti dietro questo brand, ben venga, soprattutto considerando che nei centri estetici si vedono prodotti domiciliari anche molto più cari di questo, di qualità a dir poco risibile.
      Per quanto concerne L’Estetista Cinica, ho avuto il piacere di leggere il suo libro sulla cellulite (questo), che una lettrice mi ha sorprendentemente regalato in formato digitale: ho trovato l’autrice autoironica, divertente, realista, con ottime capacità anche nel semplificare concetti medici non proprio di immediata fruibilità. Non conosco altro di lei, ma credo che il nome d’arte sia stato scelto solo per divertimento.
      Io comunque non faccio testo, sono un’entusiasta di default e bisogna proprio impegnarsi a farmi del male per riuscire a starmi antipatici.
      Trovo giustissimo che ogni lettore abbia le sue preferenze e le sue idee, io come sempre mi limiterò a valutare nel modo più oggettivo e scientifico possibile i singoli trattamenti. Resta inteso che un giudizio positivo o negativo su un prodotto non sarà mai un giudizio estendibile in assoluto anche alle persone che ci hanno lavorato.
      Buon proseguimento
      Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *