la-saponaria-siero-bioattivo-anti-imperfezioni-opinione-recensione-inci

LA SAPONARIA – siero bioattivo anti imperfezioni – OPINIONE E INCI | cINCIschiando

Siero bioattivo anti imperfezioni La Saponaria – caratteristiche

  • Cos’è – siero per pelle grassa e/o impura, a tendenza acneica
  • Cosa promette – elimina le imperfezioni e lenisce la pelle lasciandola liscia e omogenea
  • Prezzo / quantità – circa 15 euro per 15 ml
  • Dove si acquista – online qui e qui
  • OpinionePromosso

Analisi inci / ingredienti

Inci-la-saponaria-siero-anti-imperfezioni-bioattivo-opinione-recensione

Il siero bioattivo anti imperfezioni della Linea Costituzionale de La Saponaria presenta una formula completamente ecobiologica e dermoaffine, con una texture prevedibilmente fluida e acquosa, senza dubbio molto leggera sulla pelle.
Gli attivi sono sparsi per la lista ingredienti, che parte con un mix di acqua e idrolato biologico di foglie di Melissa, che ha proprietà lenitive grazie al suo contenuto di acido rosmarinico, oltre ad essere un buon antiossidante.

L’attivo più interessante di questo siero anti imperfezioni La Saponaria è senza dubbio il polyglyceryl-4 azelaiate, una forma decisamente recente e innovativa di acido azelaico, che dovrebbe avere le stesse proprietà dell’acido non rielaborato, ma senza le difficoltà formulative e l’iniziale irritazione che questo regala.
L’acido azelaico è particolarmente utile in caso di pelle molto grassa e inspessita, in quanto agisce sia da seboregolatore (controlla l’enzima 5-alpha-reduttasi, che ha un ruolo fondamentale, di cui abbiamo parlato nella rubrica sulla pelle grassa), sia da cheratolitico, aiutando la pelle a liberarsi di cellule morte e punti neri.
La percentuale di acido azelaico utilizzata nel siero anti imperfezioni de La Saponaria, tuttavia, è piuttosto bassa per poter dare risultati eclatanti in tempi brevi sull’oleosità della pelle, ma aiuta concretamente sia come antiossidante, sia come antibatterico e antinfiammatorio per la pelle impura, che generalmente sviluppa delle dolorose infiammazioni sottopelle, talvolta infette.

Una piccola quota di polvere di riso fornisce una ovvia azione assorbente sull’eccesso di sebo che la pelle produce nel corso della giornata. Sostituibile con una spolverata di cipria.

Alcuni funzionali umettanti sono indispensabili nell’INCI del siero bioattivo anti imperfezioni de La Saponaria perché permettono di mantenere la pelle idratata e sana: acido ialuronico, glicerina e soprattutto polisaccaride di tamarindo, un gel vegetale che da alcuni studi risulta avere proprietà utili anche ad evitare l’invecchiamento delle cellule epidermiche.

La presenza di profumazione aggiunta, vegetale da oli essenziali, con la sua carica di allergeni, può essere un problema in caso di pelle allergica o reattiva.
Il sistema conservante è ecobiologico, ma non tra i più tollerati nel suo insieme.

– Leggi anche: la più recente My Skincare Routine! –

Commento

la-saponaria-siero-bioattivo-anti-imperfezioni-opinione-recensione-inci

I prodotti per il trattamento delle impurità della pelle rappresentano sempre una sfida tra quello che il consumatore desidera e quello che la cosmesi può fare; questo siero anti-imperfezioni de La Saponaria non è da meno, proponendo una formula delicata, che aiuta a tenere sotto controllo le infiammazioni e i rossori sul breve periodo, in modo da favorire una guarigione senza effetti collaterali alle impurità già presenti.
L’azione antibatterica e leggermente esfoliante dell’acido azelaico dovrebbe invece agire a livello preventivo contro la ricomparsa di nuovi brufoli, diminuendo alla fonte le varie possibili cause: batteri, eccessiva produzione di sebo, eccessivo accumulo di cellule cornee, infiammazioni.

La percentuale di acido azelaico è tuttavia piuttosto bassa, per cui l’azione di questo siero potrebbe richiedere un trattamento prolungato nel tempo per migliorare situazioni croniche, o almeno l’abbinamento con altri cosmetici più incisivi in caso di imperfezioni non lievi né sporadiche.
Insomma, in caso di acne seria non si tratta della scelta risolutiva sotto nessun punto di vista.
Non di meno, sarebbe assurdo volerlo utilizzare come trattamento d’emergenza sul bubbone infiammato che puntualmente arriva prima di una ricorrenza importante, e magari pretendere che funzioni nel giro di una notte.

La condizione cutanea più indicata per l’uso di questo siero è senza dubbio una cute a tendenza oleosa, eventualmente con impurità moderate non necessariamente costanti nel tempo.
L’ideale sarebbe utilizzare il siero anti-imperfezioni de La saponaria su pelli pre o post acneiche, o comunque a tendenza impura, per mantenere una pelle omogena e pulita, e quindi per prevenire la comparsa di ulteriori imperfezioni.

La formula è quindi totalmente promossa per i casi indicati.

Discorso a parte andrebbe fatto sulla confezione da 15 ml, quantità da contorno occhi.
Capisco che un acquisto più frequente permette di avere il cosmetico sempre “appena aperto”, quindi più efficace, e si evita molto spreco di prodotto in tutti quei casi in cui il consumatore non ha costanza nell’applicazione (che poi, saranno ben affari suoi).
Tuttavia, 15 ml durano solo un mese con una sola applicazione quotidiana, un paio di settimane per chi lo usa due volte al giorno, con enorme spreco e accumulo di boccette di vetro e plastica nella spazzatura.
Inoltre, questo sottodimensionamento cambia totalmente il rapporto quantità/prezzo, raddoppiando il costo di un’ipotetica confezione da 30 ml a ben 30 euro, fascia di prezzo che pur potenzialmente giustificata, esula dalla fascia di prezzo tipica di questa azienda.

  • Rispetta il claim dell’azienda? La formula ha tutte le carte in regola per essere in grado di eliminare le impurità e lenire la pelle/li>
  • Ecosostenibile / dermocompatibile? Dermoaffine ed ecosostenibile
  • Certificato ecobio / cosmetico biologico? Certificazione Biologica e filiera etica.
  • Vegan? Assolutamente Sì
  • Per cute sensibile? testato dermatologicamente / CONTIENE allergeni del profumo

Dorothy Danielle

I post pubblicati nella rubrica cINCIschiando NON sono recensioni d’uso ma analisi richieste dai lettori, che mandano l’INCI di un prodotto cosmetico di loro interesse affinché sia commentato. Ottieni la tua analisi INCI in cINCIschiando cliccando qui.
Desideri una skincare routine personalizzata? SOS SKINCARE – Consulenza Cosmetica personale

RESTA AGGIORNATO!


Iscriviti alla Newsletter e ricevi i nuovi post di Dorothy Danielle sulla tua mail

La tua privacy è protetta e al sicuro. NO spam.
Migliore-protezione-solare-2018-come-sceglierla-ebook-iloveremunni

4 pensieri su “LA SAPONARIA – siero bioattivo anti imperfezioni – OPINIONE E INCI | cINCIschiando

  1. Maria Iannaccone says:

    Ciao dorothy, grazie mille per questa recensione.
    Per il trattamento delle pelli con impurità come punti neri, brufoli addirittura acne, sembrano indicati Gli acidi Tra cui quello azelaico appunto, Ma anche il glicolico ed il mandelico.
    Oltre che la vitamina A.
    Posso chiederti di tracciare per sommi capi le differenze tra queste tipologie di attivi, magari anche in un post a parte, se lo ritieni opportuno?
    A quanto ho capito, in casi seri di acne, È importante anche la percentuale alla quale si utilizzano gli attivi, Meglio dunque rivolgersi a personale professionista, piuttosto che a trattamenti cosmetici casalinghi?

    • Dorothy says:

      Ciao Maria,
      Si tratta di un tipo di rubrica in agenda da tempo, ma ne richiede altrettanto per tradursi in un lavoro ben fatto.
      Considera comunque che l’errore sta a monte e consiste nel ritenere omogenee e interscambiabili tutte le situazioni di acne o pelle impura.
      In realtà, prima ancora di differenziare gli attivi citati, che ovviamente hanno caratteristiche e utilità diverse, ma possono essere all’occorrenza combinati e bilanciati, è necessario capire le cause delle impurità e le condizioni cutanee di partenza, distinguendo bene le varie situazioni.
      Solo su queste informazioni si possono scegliere gli attivi, mai il contrario.
      La percentuale dei funzionali è anch’essa una nozione importante, sia per non avere una routine inutile, ma anche per non aggredire eccessivamente la pelle, cosa che in caso di pelle infiammata dalle impurità è facilissimo: addirittura in questi casi si procede prima a lenire e rinforzare la pelle e solo dopo si può introdurre qualche attivo che combatta le imperfezioni.
      Per esempio, gli alfa e i betaidrossoacidi sono sicuramente tra i funzionali da non usare su acne attiva o pelle infiammata, ma solo dopo che la situazione è sotto controllo.

      Buon proseguimento

      Dorothy

  2. Viviana says:

    Questi sieri mi incuriosiscono molto per alcuni ingredienti che contengono, ma ormai per i miei periodi di brufoli ho capito che l’unico è l’acido salicilico (in particolare brufocrema) che mi risolve il tutto in breve tempo. Di sicuro prima o poi proverò qualche altra versione di questo prodotto de La Saponaria. Fo0rse non dovrei scriverlo qui… comunque volevo sapere se hai visto i due nuovi prodotti di Fitocose, il siero e la crema Jalus botox like. Settimana scorsa durante un acquisto presso il loro laboratorio ho richiesto un campioncino di crema: sono pochi giorni che la sto provando e mi sta piacendo molto, soprattutto perchè mi sembra di notare davvero la pelle più distesa e tonica dopo pochi utilizzi. E mi interesserebbe molto leggere una tua analisi sul prodotto e sugli ingredienti. Buona giornata e grazie come sempre per il tuo lavoro 🙂

    • Dorothy says:

      Ciao Viviana,
      grazie a te per essere passata e soprattutto per la segnalazione: darò un’occhiata alle novità Fitocose quanto prima!
      Buona serata, a presto,
      Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *